EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VENDO causa cessazione attività...
    • VENDO vendo chicco 360° seggiol...
    • REGALO nuova enciclopedia illust...
    • VENDO lampadario x soggiorno pr...
    • VENDO cassetta / valigetta in m...
    • IMMOBILIARE cerco garage/magazzino pe...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Impara l'arte (di cucinare) e non tenerla da parte! Continuano i mini corsi tematici tenuti dallo chef Giovanni Bottino. Qui ricetta per i "Canestrelli"

    Si apprendono le basi della cucina, si assaggia, si chiacchiera, si brinda e ci si diverte: il senso di questi incontri è migliorare le proprie capacità culinarie e socializzare, senza p...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    golosovagando

    di Maura Bregante | 08 Settembre 2011 | in categoria/e cultura storia locale

    Santi e patroni: riscopriamoli attraverso le chiese e le feste del territorio

    Santi e patroni: riscopriamoli attraverso le chiese e le feste del territorioCHiesa San Michele a Soglio di Orero

    Da sempre il culto cristiano dei santi locali è spesso motivo di grandi festeggiamenti; in estate poi, oltre alla tradizionale processione, si organizzano sagre e feste all’aperto. I santi in epoca antica venivano guardati con sospetto, talvolta erano considerati come ribelli del Cristianesimo; la Chiesa stessa fece fatica ad accettarne il culto. L’Agiografia è la disciplina che studia gli atti dei santi e dei martiri, le antiche testimonianze, le biografie scritte dopo le persecuzioni dei cristiani.

    Il 17 e 18 Settembre a Rapallo e Neirone si festeggia San Maurizio Martire.
    Maurizio fu un generale dell’impero romano a capo della legione egizio-romana che nel 300 D.C. operò a Colonia e a nord delle Alpi. Egli fu martirizzato alla decima persecuzione di Diocleziano. Quando Massimiano ordinò all’esercito di perseguitare alcune popolazioni dell’odierno Cantone Vallese convertitesi al Cristianesimo, Maurizio rifiutò e per questo, insieme ad altri soldati, venne massacrato. San Maurizio è il patrono degli Alpini, è raffigurato a volte con carnagione scura e con una pesante armatura. La chiesa di San Maurizio è situata nel capoluogo di Neirone. Edificata nel XVII secolo, ospita all’interno diverse ancone del XVIII secolo e statue in legno; tra le varie sculture vi è la statua ritraente la Madonna del Rosario ad opera di Giovanni Maragliano, nipote del celebre Anton Maria Maragliano. È inoltre presente un affresco che rappresenta la vallata della Fontanabuona, dominata dall’antico castello feudale.

    Il 29 Settembre molti sono i festeggiamenti dedicati a San Michele, tra cui la fiera di Casarza, il palio a San Michele di Pagana quella nella bella chiesa a lui dedicata a Soglio di Orero.
    Nel Nuovo Testamento il termine “arcangelo” è attribuito a Michele, solo in seguito venne esteso a Gabriele e Raffaele. Antico patrono della Sinagoga oggi è patrono della Chiesa Universale, che lo ha considerato sempre di aiuto nella lotta contro le forze del male. Per la sua caratteristica di “guerriero celeste” è patrono degli spadaccini, dei maestri d’armi e della Polizia. La tradizione gli attribuisce anche il compito della pesatura delle anime dopo la morte, per questo, in alcune sue rappresentazioni iconografiche, oltre alla spada, porta in mano una bilancia ed è patrono dei doratori, dei commercianti, di tutti i mestieri che usano la bilancia, i farmacisti, pasticcieri, droghieri, merciai, fabbricanti di tinozze. Inoltre era considerato come medico celeste delle infermità degli uomini ed è quindi patrono anche dei radiologi.
    Il nome dell’arcangelo Michele, che significa “chi è come Dio?”, è citato cinque volte nella Sacra Scrittura; tre volte nel libro di Daniele, una volta nel libro di Giuda e nell’Apocalisse di s. Giovanni Evangelista. Dopo l’affermazione del cristianesimo, il culto per san Michele, che già nel mondo pagano equivaleva ad una divinità, ebbe in Oriente una diffusione enorme, ne sono testimonianza le innumerevoli chiese, santuari, monasteri a lui dedicati. Perfino il grande fiume Nilo fu posto sotto la sua protezione e la chiesa funeraria del Cremlino a Mosca in Russia, è dedicata a S. Michele.
    Il più celebre santuario italiano a lui dedicato è quello sul Monte Gargano (Foggia). La sua storia inizia nel 490, quando un certo Elvio Emanuele aveva smarrito il più bel toro della sua mandria, ritrovandolo dentro una caverna inaccessibile. Vista l’impossibilità di recuperarlo, decise di ucciderlo, ma la freccia inspiegabilmente invece di colpire il toro, girò su sé stessa colpendo il tiratore ad un occhio. Meravigliato e ferito, il signorotto si recò dal suo vescovo e raccontò il fatto prodigioso. Il presule indisse tre giorni di preghiere e di penitenza; dopodiché s. Michele apparve all’ingresso della grotta e rivelò al vescovo: “Io sono l’arcangelo Michele e sto sempre alla presenza di Dio. La caverna è a me sacra, è una mia scelta, io stesso ne sono vigile custode. Là dove si spalanca la roccia, possono essere perdonati i peccati degli uomini…Quel che sarà chiesto nella preghiera, sarà esaudito. Quindi dedica la grotta al culto cristiano”. Ma il vescovo non diede seguito alla richiesta dell’arcangelo perché sul monte persisteva il culto pagano. Due anni dopo Siponto era assediata dalle orde del re barbaro Odoacre; ormai allo stremo il vescovo e il popolo si riunirono in preghiera e qui riapparve l’arcangelo promettendo loro la vittoria. Durante la battaglia si alzò una tempesta di sabbia e grandine che si rovesciò sui barbari invasori, che spaventati fuggirono.Tutta la città salì sul monte in processione di ringraziamento, ma ancora una volta il vescovo non volle entrare nella grotta. Per questa sua esitazione che non si spiegava s. Lorenzo Maiorano si recò a Roma dal papa Gelasio I il quale gli ordinò di entrare nella grotta insieme ai vescovi della Puglia, dopo un digiuno di penitenza. Recatisi i tre vescovi alla grotta per la dedicazione, riapparve loro per la terza volta l’arcangelo, annunziando che la cerimonia non era più necessaria, perché la consacrazione era già avvenuta con la sua presenza. La leggenda racconta che quando i vescovi entrarono nella grotta trovarono un altare coperto da un panno rosso con sopra una croce di cristallo e impressa su un masso l’impronta di un piede infantile, che la tradizione popolare attribuisce a s. Michele. Il vescovo san Lorenzo fece costruire all’ingresso della grotta una chiesa dedicata a s. Michele e inaugurata il 29 settembre 493. Sul portale dell’atrio superiore vi è un’iscrizione latina che ammonisce: “che questo è un luogo impressionante. Qui è la casa di Dio e la porta del Cielo”. La Sacra Grotta è invece rimasta sempre come un luogo di culto mai consacrato da vescovi e nei secoli divenne celebre con il titolo di “Celeste Basilica”; è una delle mete più frequentate dai pellegrini cristiani, insieme a Gerusalemme, Roma, Loreto e S. Giacomo di Compostella. La chiesa di S. Michele che sorge a Soglio di Orero in Val Fontanabuona è molto antica. Le prime notizie della sua esistenza risalgono agli inizi dell’XI secolo, tuttavia nulla permette di valutare quali siano state le sue caratteristiche originarie. Nel 1626 viene iniziata la compilazione dei primi registri parrocchiali (secondo le direttive del Concilio di Trento), per cui le fonti documentarie aumentano: si sono susseguiti molti interventi, ampliamenti e prolungamenti delle navate che hanno portato la chiesa alle dimensioni attuali agli inizi del XX secolo.  Nel 1879 la facciata è stata terminata e impreziosita con tarsie marmoree, grazie al contributo di alcune famiglie emigrate in America.

    Tratto da CORFOLE! del 9/2011, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


    Altre immagini collegate alla notizia:

    Chiesa San Maurizio a NeironeChiesa San Maurizio a Neirone

     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Impara l'arte (di cucinare) e non tenerla da parte! Continuano i mini corsi tematici tenuti dallo chef Giovanni Bottino. Qui ricetta per i "Canestrelli"

    Si apprendono le basi della cucina, si assaggia, si chiacchiera, si brinda e ci si diverte: il senso di questi incontri è migliorare le proprie capacità culinarie e socializzare, senza p...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      Risolvi senza i costi e i problemi di un'azione legale: 7 buoni motivi per conciliare

      A cura della Dott.ssa Maria Adele Melioli1 velocità: consente alle parti by-passare i lunghi tempi della giustizia ordinaria; la procedura deve terminare entro quattro mesi senza alcuna formalità particolare.  2 econ...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...