EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VENDO causa cessazione attività...
    • VENDO vendo chicco 360° seggiol...
    • REGALO nuova enciclopedia illust...
    • VENDO lampadario x soggiorno pr...
    • VENDO cassetta / valigetta in m...
    • IMMOBILIARE cerco garage/magazzino pe...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    attualita, ecologia, edizione cartacea

    di Silvia Franchi | 04 Marzo 2014 | in categoria/e attualita ecologia edizione cartacea salute

    Inquinamento Rapallo: ordinanza sì, anzi no... anzi sì. Dal 15 marzo mezzi vietati in alcune zone e stop ad auto Euro 1 e 2

    Inquinamento Rapallo: ordinanza sì, anzi no... anzi sì. Dal 15 marzo mezzi vietati in alcune zone e stop ad auto Euro 1 e 2

    Che il traffico sia la problematica principale di Rapallo è cosa nota. Che i livelli di benzene nell'aria, lo scorso anno, abbiano sforato i limiti consentiti per la salute umana, pure. Per lo meno, stando ai dati registrati dal 1 gennaio al 31 luglio 2013 dalla centralina che la Provincia di Genova ha posizionato in via della Libertà, arteria viaria che corre nel cuore di Rapallo. Risultati che nel novembre 2013 hanno indotto l'amministrazione guidata da Giorgio Costa ad emettere un'ordinanza di limitazione alla circolazione veicolare. Il provvedimento, esteso in gran parte del centro città dal lunedì al venerdì e dalle 8 alle 19 (eccetto per alcune categorie di veicoli, come i mezzi delle forze dell'ordine e delle pubbliche assistenze e i veicoli d'epoca provvisti di certificazione), riguardava i mezzi alimentati a benzina, metano o Gpl con omologazione precedente all'Euro 1. Ma apriti cielo. L'ordinanza aveva sollevato un coro di “no”, tanto da sfociare in iniziative di protesta, tra cui una raccolta firme per ritirare il provvedimento e promuovere progetti alternativi, come le “domeniche ecologiche”. Il provvedimento resta invece in vigore. Ma il corso degli eventi fa sì che la situazione cambi. Siamo a gennaio 2014 quando i consiglieri d'opposizione (tranne Gerolamo Giudice) più i fuoriusciti dalla maggioranza Carlo Amoretti e Maurizio Malerba, in un – apparentemente – tranquillo lunedì mattina si ritrovano nello studio di un notaio e formano l'atto di sfiducia al sindaco. Costa, suo malgrado, deve cedere la fascia tricolore.
     
    Ordinanza no.. anzì, ma...
    Arriva il commissario prefettizio Gennaro Terrusi, che traghetterà la città fino alle elezioni di primavera. In un primo tempo, pare che la sua intenzione sia quella di ritirare l'ordinanza in vigore. Poi, il colpo di scena: il provvedimento resta, benché modificato in alcuni punti risultando, per certi aspetti, pure più restrittivo del precedente: si estende l'ordinanza ai mezzi con omologazione precedente all'Euro 2 anziché Euro 1. In compenso, i divieti non riguarderanno alcune strade, come il lungomare Vittorio Veneto, piazza IV Novembre e la provinciale 227 di San Michele. La nuova ordinanza anti-benzene entrerà in vigore il 15 marzo e sarà attiva in via sperimentale fino al 16 maggio.

    Gi sfoghi su “Mugugni a Rapallo”
    Rispetto allo scenario precedente, a restare invariate sono pure le lamentele di una parte dei cittadini. I quali – come spesso succede – si sfogano sulle pagine di Facebook: «Alla fine fermano noi di Rapallo, invece di limitare il traffico per Santa» puntualizza Cristina sulla pagina del gruppo “Mugugno Rapallo”; «Bisognerebbe prima di tutto togliere dalla nostra città il traffico che non ci appartiene, e poi fare le ordinanze in tale direzione; non mi sembra giusto che i cittadini di Rapallo debbano subire delle restrizioni causate da altri» aggiunge Pietro, anche lui con riferimento al traffico diretto a Santa Margherita. Molte delle critiche arrivano dai possessori di mezzi che verranno coinvolti dalle limitazioni e che magari non hanno le possibilità economiche per sostituirli. Polemica, in questo senso, l'osservazione di Gilberto, rivolta ai politici locali che solo nell'ultimo anno si sono eretti a “paladini” della lotta anti-benzene: «Invece di gridare “al lupo al lupo”, così da far rizzare le orecchie alla Provincia che e stata costretta a imporre limiti, si sarebbe potuto fare qualcosa a più ampio respiro, magari dilazionato in due anni, così da permettere alle persone di cambiare il mezzo». Vero è che, tra le varie problematiche del trasporto pubblico locale e la conformazione di un territorio che rende difficile l'uso di mezzi alternativi non inquinanti come la bicicletta, le alternative per ridurre l'inquinamento non sono molte. A meno che non si decida di utilizzare il metodo più ecologico di tutti: spostarsi a piedi.


    Tratto da CORFOLE! del 3/2014, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      FISCO E LAVORO - Risparmio fiscale per chi assume colf e /o badanti

      Sono molti coloro che hanno alle dipendenze persone per l’aiuto nelle faccende domestiche o per l’assistenza propria o dei familiari, ma non tutti sanno di avere diritto a particolari benefici fiscali. Infatti i contributi versati tramite i bollettini trimestrali INPS per gli addetti ai servizi domestici e all’assistenza personale o familiare&n...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...