EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VENDO causa cessazione attività...
    • VENDO vendo chicco 360° seggiol...
    • REGALO nuova enciclopedia illust...
    • VENDO lampadario x soggiorno pr...
    • VENDO cassetta / valigetta in m...
    • IMMOBILIARE cerco garage/magazzino pe...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    #RICETTA - Il morone, tanto brutto quanto buono: lo conoscete?

    Lo abbiamo scoperto al ristorante “lo Scoglio” di Cavi di Lavagna, uno dei pochi a proporlo

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    attualita, ecologia, edizione cartacea

    di Cristina Parente | 07 Ottobre 2014 | in categoria/e attualita ecologia edizione cartacea

    MORIA DI ALBERI A RECCO: interviene l'agronomo ed è polemica con Matteo salvini che la definì “città brutta e sporca”

    MORIA DI ALBERI A RECCO: interviene l'agronomo ed è polemica con Matteo salvini che la definì “città brutta e sporca”

    L’estate 2014 la ricorderemo per le bizze del tempo: l’inquinamento può avere ripercussioni non solo sul clima, ma anche su alberi e piante, che ne risentono proprio come l’uomo e ogni specie vivente. Quest’anno a pagarne le conseguenze sono stati soprattutto olivi, piante da frutto, basilico e rucola. Ma anche i cipressi. Parafrasando i celebri versi di Carducci potremmo dire che i cipressi ”in quel di Megli, sulla collina di Recco, dove un maestoso albero ai piedi della scalinata di salita Santa Spina che porta alla chiesa di Nostra Signora delle Grazie, è diventato secco e marrone, a causa del cancro del cipresso”. E’ per puro caso che il Prof. Dr Manlio Sorbara li nota mentre effettua dei rilievi sugli oliveti zona. Diplomato alla Scuola agraria e laureato in Scienze forestali, nel 2008 lascia Palmi (RC) alla volta di Genova, per rispondere alla convocazione di un incarico di insegnamento presso l’Istituto Agrario Marsano. A Genova si è anche occupato dell’area verde Ex Ospedale psichiatrico di Quarto.

    -Dr Sorbara, cosa sta uccidendo i cipressi?
    Se fosse confermato ciò che appare da una osservazione molto preliminare, potrebbe trattarsi di Seridium Cardinale, fungo patogeno dalla sintomatologia caratteristica: colate resiniche rosso cardinalizie in fase iniziale di attacco. Da qui il nome, che risulta anche emblematico peri  cipressi di una chiesa!

    -Si tratta di una malattia pericolosa?
    La pianta è oramai seccata e nulla è possibile fare per lei. Il rimedio più efficace risulta essere l’asportazione, veloce e con criterio, procedendo con trattamenti chimici preventivi visto che il patogeno, se fosse proprio lui, si diffonde rapidamente grazie al vento, all’acqua e a vettori quali piccoli insetti scavatori di gallerie corticali o sottocorticali. Quale che sia l’agente causale della morte, quel cipresso è in effetti un elemento in grado di connotare molto negativamente un territorio “di cornice”, fortemente caratterizzato da un punto di vista paesaggistico. Senza considerare le eventuali implicazioni sulla stabilità della pianta!

    -Come intendete procedere?
    Essendo il cipresso quasi certamente di proprietà della Chiesa è quest’ultima a dover muovere istanza a Soprintendenza e Comune, a causa della coesistenza di un doppio vincolo, “monumentale” e “paesaggistico”, che come nel caso dell’Ospedale psichiatrico di Genova Quarto genera un lungo iter burocratico... Ma data l’ubicazione si spera che l’intervento avvenga nei tempi stabiliti, perché la strada sottostante che collega a doppio senso Megli a Recco e a Polanesi è un percorso obbligatorio per ogni tipo di veicolo.

    - Ci sono alberi malati anche nella zona a mare, cosa sta succedendo?
    Stavo ripassando il mio intervento da tenere presso l’Università di Pisa, quando mi contatta il Comune di Recco esponendomi proprio un caso di analisi della stabilità di Pinus pinea, ovvero di alcuni pini del lungomare Bettolo, riferendosi alla caduta di un ramo del giorno prima, per fortuna senza danni. Il caso è stato discusso perciò anche a Pisa. Trattandosi di area gioco vengono chiamati in causa la pubblica sicurezza e la tutela dei beni paesaggistici. Due alberi sono stati abbattuti con un’ordinanza emessa immediatamente a causa della loro grossa propensione al cedimento. Risolto il rischio immediato, l’area è stata temporaneamente riaperta in sicurezza durante i festeggiamenti della Sagra del Fuoco. Capiterà così ai passanti di notare cavi appesi agli alberi: questo perché la loro caduta può avvenire tra un giorno, un anno o dieci.

    -Ad Agosto Matteo Salvini vedendo questo parco chiuso a ferragosto ha definito Recco “sporca e buia”, cosa ne pensa?
    Salvini ha sparato a zero sull’amministrazione recchese accusando i politici di aver preferito chiudere un parco giochi in pieno agosto anziché potare gli alberi a rischio. Trovandosi a Recco, è entrato nell’aria vietata, facendosi fotografare coi suoi bambini e accollandosi la multa, per poi restituire appunto l’immagine di una città in declino. Mi sono trovato coinvolto nella querelle con Salvini quando già era stata emessa un’ordinanza sindacale per la caduta di un ramo sul dehors di un locale adiacente i giardini pubblici. Il Sindaco, sentito il mio parere, ha fatto abbattere gli alberi, proprio nel mentre che Salvini inveiva sulla pericolosità degli alberi e sulla lentezza burocratica, trovatosi a passare forse “per caso” nella cittadina, a lanciare insulti per poi prendersi il merito del fruttuoso provvedimento comunale.



    Tratto da CORFOLE! del 10/2014, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


    Altre immagini collegate alla notizia:


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    #RICETTA - Il morone, tanto brutto quanto buono: lo conoscete?

    Lo abbiamo scoperto al ristorante “lo Scoglio” di Cavi di Lavagna, uno dei pochi a proporlo

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      DIRITTO UTILE - IL CONTRATTO DI APPRENDISTATO

      A cura dell'avv. Gabriele Trossarello - Contatti 0185.938009 redazione@corfole.comCon il D.Lgs. 276/2003 il legislatore ha provveduto a riformare la materia relativa a quella particolare categoria di contratti utilizzati dalle aziende per soddisfare le proprie necessità di formazione professionale e rivolti ai...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...