EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • REGALO nuova enciclopedia illust...
    • VENDO lampadario x soggiorno pr...
    • VENDO cassetta / valigetta in m...
    • IMMOBILIARE cerco garage/magazzino pe...
    • VARIE cerco tecnico per riparaz...
    • VENDO macchina per maglieria se...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Alla scoperta dello Zenzero: benefici, utilizzi e la ricetta dei biscotti di Natale

    Questa pianta (Zingiber officinale) è sempre più utilizzata perché il suo sapore speziato e piccante riesce a dare un tocco particolare a preparaz...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    attualita, ecologia, edizione cartacea

    di Michela De Rosa | 03 Marzo 2015 | in categoria/e attualita ecologia edizione cartacea energia sport storia locale

    La faccia dietro la fascia: conosciamo meglio Maria Antonietta Cella, Sindaco di Santo Stefano d'Aveto

    La faccia dietro la fascia: conosciamo meglio Maria Antonietta Cella, Sindaco di Santo Stefano d'Aveto

    Il sindaco
    Eletta a maggio 2014 col 45,6%
    (Sindaco volontario, non prende indennità di carica che viene usata per azioni sul territorio).

    >E'stata sindaco per due mandati fino al 2004: cosa è cambiato in questi 10 anni?
    Per me 10 anni in più, quindi una maturità diversa, e anche in paese l’età media si è alzata, segno comunque che la qualità della vita è molto alta. Abbiamo perso molte attività (n.d.r. -6 nel 2013 e -12 nel 2014) che però sono di qualità decisamente superiore. Anche le aziende agricole - una delle nostre ricchezze - sono meno ma più  grandi, strutturate e con un progetto di business valido.
    Collegamento impianti sci col versante emiliano e innevamento artificiale (€2.5mn): a che punto siete?
    Il progetto va avanti con l’obiettivo di fare interventi che non abbiano impatto ambientale perché questa è la nostra vera ricchezza. Il collegamento con il versante emiliano ci permetterebbe di ingrandire l’area sciistica, aumentare l’offerta di sentieri per ciaspolate ma anche per il turismo con le mountain bike. Tra l’altro dei ragazzi hanno recuperato dei sentieri anticamente usati per il trasporto del carbone e ne hanno fatto un bike-park con un circuito bellissimo che richiama sempre più presenze, tanto che quest’anno ospiteremo una tappa di una gara nazionale.
    Si parla di un Consorzio tra i vostri impianti sciistici e quelli di con Zum Zeri (SP) e Monesi (IM): quali sono i vantaggi?
    L’unione fa la forza e in questo caso si traduce sia in vantaggi economici per quanto riguarda gli acquisti (comprare per tre è diverso che farlo per uno) sia per l’offerta turistica. Il motto è “venite in Liguria”, proponendosi come comprensorio sia montano sia di mare, con la neve o senza, in estate come in inverno.
    E sul versante costa che rapporto c’è? Avete progetti collaborativi?
    Ormai è chiaro che occorre pensarsi come territorio unico. In particolare stiamo attivando dei progetti con Rapallo, visto dai turisti come tappa ideale per visitare Portofino e le altre località. A loro vogliamo offrire dei pacchetti giornalieri o per il weekend da noi.
    E’ polemica sulle due nuove centrali idroelettriche a causa dei rischi per la qualità delle acque, tanto che vi è una petizione popolare partita dai pescatori: qual è la sua posizione sul tema?
    Condivido in parte la preoccupazione ma mi sono ritrovata le autorizzazioni dall’ufficio centrale di Genova senza che nessuno ci chiedesse il parere. E se da una parte non posso che essere favorevole a forme di produzione di energia elettrica pulita allo stesso tempo mi chiedo come sia possibile che il Comune per fare qualsiasi lavoro debba giustamente sottostare a delle regole rigide ma poi non venga convocato per queste opere sul suo territorio. Mi sento però di rassicurare la popolazione sui rischi di inquinamento delle acque tanto che tra i progetti in cantiere c’è quello sulla filiera della trota fario, la specie autoctona, dall’allevamento alla vendita di filetti o altri prodotti, dalla pesca sportiva ai menù nei ristoranti.

    La persona
    50 anni, manager presso Duferco

    Nei suoi interessi c’è agricoltura: cioè?
    Beh, sono cresciuta in un’azienda agricola, accudisco gli animali, in estate faccio il fieno, poi curo l’orto, pianto le patate e quando riesco mi piace fare dei gran minestroni.
    Qual è il suo ricordo più bello legato a Santo Stefano?
    Tutto ciò che è senso di famiglia. Sono una delle ultime nate in casa, quindi questo radicamento lo sento molto e tra i miei ricordi  c’è  il fatto di andare a fare le veglie nelle case: si portavano le castagne poi si facevano le caldarroste, gli adulti chiacchieravano tra loro e noi bambini si giocava. Ecco, quell’atmosfera lì è il ricordo più bello.
    Quali sono i suoi sentieri preferiti?
    Oh beh, tanti. A Capodanno sono andata a vedermi il lago Nero ghiacciato mentre il Maggiorasca per me resta una meta sempre affascinante e riflessiva. Lì c’è la stele della Madonna di Guadalupe e il percorso è lo stesso che fecero allora gli abitanti del paese per costruirne il piedistallo: gli uomini portando le pietre e le donne portando i bottiglioni d’acqua per impastare il cemento. E’ sempre un’emozione andarci.
    Ma lei scia?
    Poco e male! Sono più da ciaspolate o sci di fondo così da stare tra i boschi, magari fare due chiacchiere o godermi il silenzio .
    Si preannuncia una bufera di neve che la costringe a stare per giorni chiusa in una baita, cosa porta con sé e cosa fa?
    Ah che bello! Beh, mi piacerebbe approfittarne per leggere di più, specie su Papa Francesco. E poi ne approfitterei per rallentare questi ritmi frenetici e...dormire.

    Le domande dei lettori
    > Carlo Clessi - Perché non restaurare la scuola in paese (IN FOTO) invece di costruirne una nuova in zona scomoda?
    > Franco Canepa - Si dice che nei dintorni della nuova scuola, i terreni siano di proprietà della sua famiglia, cosa di meglio che fare una nuova strada?
    >  Valeria Lo Grasso - Ma la mensa scolastica sarà dentro la scuola immagino?
    Nel 2004, ultimo anno del mio mandato, era stato approvato e finanziato il progetto di ampliamento e messa in sicurezza della vecchia scuola con realizzazione della palestra e ampliamento dell’attuale asilo. Nel 2004 non vengo rieletta: il progetto viene abbandonato con l’idea di costruirne una nuova, tra l’altro finanziata proprio con i soldi reperiti per il mio progetto di ristrutturazione di quella vecchia. La prima zona individuata non andava bene perché si sono accorti che era a rischio frana e quindi le loro scelte sono cadute su un terreno che confina anche con uno di un mio parente. Sul fatto che sia in zona scomoda hanno perfettamente ragione: quella vecchia aveva di fronte la fermata del bus mentre quella nuova è a un chilometro e bisognerà creare un collegamento. Oltretutto l’anno scorso il Ministero dell’Istruzione ha dato comunicazione che i ragazzi delle nostre medie dovessero andare a Rezzoaglio. Sulla mensa scolastica al momento non so rispondere., piuttosto mi chiederei se la scuola rimarrà a Santo Stefano. Chi ha finanziato la nuova scuola non ha considerato il trend di nascite negativo e la conseguente possibilità di accorpamento anche di asilo ed elementari presso le scuole di Rezzoaglio.
    > Carlo Clessi - Tornasse al suo precedente mandato, rifarebbe la scelta di avvallare i lavori sul torrente in paese che portarono a eliminare l'antico ponticello e la mulattiera che costeggiava il torrente dopo la Baita?
    Ho fatto quel lavoro per eliminare l’esondazione del fiume e col senno di poi e con tutto quello che è successo in questi anni, assolutamente sì, lo rifarei perché ho messo in sicurezza il territorio. E quel ponticello, facendo da tappo, era proprio tra le cause delle esondazioni.

    > Alessandro Giacobbe - La manutenzione dei campetti è carente, si può fare qualcosa? Si può pensare a una struttura per le serate anziché l'utilizzo del bocciodromo?
    I campetti sono oggetto di un importante progetto di riqualificazione. Inoltre stiamo aspettando l’apertura dei bandi europei. Quindi è solo una questione di tempo. Per quanto riguarda il bocciodromo posso dire che è una struttura che in molti ci invidiano!
    >  Valeria Lo Grasso - Adesso che la gente viene su per la neve si può evitare che vengano fatte delle contravvenzioni come successo due domeniche fa alla Rocca? Soprattutto in un momento come questo dove le famiglie fanno sacrifici per portare i bambini sulla neve. Poi le persone non vengono, più come dargli torto?
    Allora, nel 2014 il vigile se in un anno ha fatto due multe è tanto. Due domenica fa alla Rocca abbiamo avuto 780 ingressi. Va considerato che molte persone non hanno dimestichezza di guida sulla neve e quindi un parcheggio sbagliato ad alcuni può sembrare innocuo ma per altri può significare dover fare delle manovre a cui non è abituato mettendo in pericolo se stesso e gli altri.
    > Claudia Cella - Aggiungere posteggi a Roncolongo!
    Glieli diamo. Sto già cercando di capire se troviamo un’area in vendita o se qualcuno ci mette a disposizione un terreno. Perché tutti vogliono il parcheggio che sia “comodo a me ma sotto casa tua”.
    > Emanuele Bafico - Avete in mano un tesoro: paesaggio/ambiente, bisognerebbe indire un confronto di idee tra associazioni sportive/turistiche ed un comitato aperto e volontario che lavori per iniziative e fattibilità progetti
    Da quando ci siamo insediati abbiamo fatto ogni mese un incontro con la società Santo Stefano d’Aveto Servizi, due incontri con le associazioni sportive, due con gli agricoltori.. etc. e il sabato in Comune siamo disponibili per tutti, anche per i proprietari di seconde case che sono parte integrante della comunità. Da parte nostra c’è una grande disponibiltà al confronto con tutti anche perché collaborando si hanno più idee e si fatica di meno.
     

    Tratto da CORFOLE! del 3/2015, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      FISCO E LAVORO - HAI LA DISOCCUPAZIONE O LA MOBILITA'? SFRUTTALI PER METTERTI IN PROPRIO!

      Sono molti i lavoratori che anche a causa della crisi economica hanno perso il posto di lavoro, e beneficiano pertanto dell’assegno di disoccupazione o mobilità erogato dall’INPS. Per chi volesse mettersi in proprio (ad esempio diventare artigiano, commerciante, rappresentante, professionista), la legge prevede che il lavoratore avente diritto alla corresponsione di tali indenni...

      Alla scoperta dello Zenzero: benefici, utilizzi e la ricetta dei biscotti di Natale

      Questa pianta (Zingiber officinale) è sempre più utilizzata perché il suo sapore speziato e piccante riesce a dare un tocco particolare a preparaz...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...