EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • REGALO nuova enciclopedia illust...
    • VENDO lampadario x soggiorno pr...
    • VENDO cassetta / valigetta in m...
    • IMMOBILIARE cerco garage/magazzino pe...
    • VARIE cerco tecnico per riparaz...
    • VENDO macchina per maglieria se...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Il pesto Patrimonio dell'umanità dell'Unesco: è il piatto italiano più amato dai turisti stranieri. Ora va promosso e tutelato

    Secondo un recente studio della catena alberghiera Soft Living Places il pesto alla genovese è al top fra i piatti più amati dai turisti stranieri venuti...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    attualita, ecologia, edizione cartacea

    di Giansandro Rosasco | 03 Marzo 2015 | in categoria/e attualita ecologia edizione cartacea energia

    Crisi LAMES, salta la nuova sede a Cicagna - Cosa ne sarà di quell'area? E' vero che ci faranno una discarica per Chiavari? Corfole lancia un concorso di idee: cosa vorreste su quell'area?

    Crisi LAMES, salta la nuova sede a Cicagna - Cosa ne sarà di quell'area? E' vero che ci faranno una discarica per Chiavari? Corfole lancia un concorso di idee: cosa vorreste su quell'area?

    Intervista al Sindaco di Cicagna Roberto Bacigalupo



    Da ultime informazioni sembra che il trasferimento della Lames non si farà più, a cosa è dovuta questa scelta industriale?

    Purtroppo come ormai noto anche questa importante società sta vivendo una difficilissima situazione economica che l’ha portata al commissariamento e ad un concordato fallimentare che per ovvie ragioni ha determinato un cambio di strategia industriale. L’obiettivo primario del concordato fallimentare è salvare la Società sanando la situazione debitoria, conseguentemente la gestione commissariale ha dovuto abbandonare il progetto del nuovo polo produttivo di Cicagna.

    Perché a Quartaie di Cicagna, come avvenne la scelta?
    La Lames circa 8 anni fa fece un appello alle istituzioni chiedendo aiuto nel trovare nel Tigullio un sito idoneo al suo trasferimento. La Provincia di Genova individuò un primo sito nel Comune di San Colombano Certenoli, che però presentò molte negatività dovute alla presenza di alcuni tralicci di alta tensione e la necessità di intervenire con importanti difese spondali sul torrente Lavagna trattandosi originariamente di zona esondabile, quindi dopo alcuni studi che fecero perdere all’azienda alcuni anni, questa soluzione venne abbandonata. E’ in questa fase che la Lames forse provocatoriamente fece un nuovo appello alle Istituzioni chiedendo di individuare un sito realmente idoneo altrimenti avrebbe delocalizzato all’estero. Entra in scena la  Regione con la sua Società Filse raccogliendo la richiesta cosi come fatto con altre industrie liguri e procede con la verifica di alcune soluzioni a Casarza Ligure e Mezzanego, scartati subito dalla Lames,  e il sito di Quartaie di Cicagna individuato dal Consigliere regionale Marco Limoncini. Dopo opportune valutazioni urbanistiche ed economiche fu proprio la Lames a sceglierlo.

    Perché il terreno fu acquistato dalla Filse e non dalla Lames?
    La Filse, così come fatto con altre operazioni industriali, acquistò il terreno con l’impegno di Lames di acquistarlo una volta ottenuto il progetto approvato. Questa procedura ha consentito di avere subito la disponibilità del terreno per procedere speditamente con la progettazione, avviare l’iter urbanistico e quindi agevolare i tempi di trasferimento.

    Adesso cosa ne sarà del sito di Quartaie?
    Il terreno di oltre 24mila metri quadrati resterà nella disponibilità di Filse con l’impegno di portare a compimento l’iter del progetto per poterlo mettere a disposizione di possibili altri insediamenti produttivi. Indubbiamente sul territorio ci sono diversi fabbricati produttivi oggi vuoti e si potrebbe registrare la critica riguardo la non necessità di costruirne ulteriori, ma è anche vero che di dimensioni simili a quello che potrebbe essere costruito sul sito di Quartaie sul Tigullio non ce ne sono. Crediamo sia importante proseguire su questa strada perché se tutti insieme riusciremo a portare nuovi posti di lavoro sarà un bel risultato per l’intero territorio.

    E' vera la notizia dell’abbandono del progetto da parte di Lames perché il sito di Quartaie si trova in zona esondabile?
    Se fosse stato così la Lames non lo avrebbe scelto, il Comune non avrebbe potuto fare partire l’iter e la Filse non avrebbe mai potuto comprarlo. Il sito in zona rossa era quello inizialmente valutato a San Colombano Certenoli, probabilmente chi dice queste cose ha fatto confusione.

    A che punto è il progetto e che fine farà?
    L’iter del progetto è  alle sue valutazioni conclusive, la prossima estate Lames avrebbe probabilmente potuto iniziare a costruire la nuova fabbrica. Con la recentissima scelta dell’attuale commissario che amministra l’azienda in concordato fallimentare riguardo la cancellazione del piano industriale, sarà la Filse, proprietaria del terreno, a proseguire con l’iter del progetto fino alla sua approvazione conclusiva per poterlo mettere a disposizione di possibili nuove aziende. Come Comune valuteremo insieme a Regione e Filse eventuali soluzioni ma l’importante adesso è terminare l’iter urbanistico.

    Il Consigliere comunale di Chiavari Viarengo ha dichiarato che vorrebbe portare a Quartaie un sito per il trattamento dei rifiuti di Chiavari, cosa ne pensate?
    Quando proponemmo ai diversi proprietari dei terreni la possibilità di insediare in valle una importante azienda come la Lames ci impegnammo a non insediare realtà inquinanti. Quello fu il nostro impegno e lo manterremo. Non accetteremo mai l’insediamento di attività come il trattamento di rifiuti o comunque attività inquinanti, se Chiavari ha necessità di realizzare un sito per il trattamento dei rifiuti guardi sul proprio territorio.

    Avete pensato a soluzioni non produttive ma turistiche? Il Tunnel aiuterebbe?
    Terminato l’iter urbanistico del progetto, dovessero presentarsi altre possibilità le valuteremo, in passato avevamo registrato anche l’interesse riguardo insediamenti sportivi e turistico-ricettivi, se dovessero presentarsi proposte concrete le valuteremo insieme a Regione e Filse. Il collegamento Autostradale del Tunnel della Fontanabuona indubbiamente aiuterebbe non solo l’economia di tutto il comprensorio. La Regione si era impegnata a portare in approvazione il progetto definitivo e sappiamo che ormai ci siamo, mai avevamo ottenuto un progetto ed un primo finanziamento, però ora serve un impegno deciso della Regione e soprattutto del Governo che sul Tunnel continua a fare il sordo.


    > Corfole lancia il concorso di idee <
    Cosa vorreste in quell’area? Un Luna Park? Un albergo? Una fabbrica?
    Una Università? Un complesso sportivo? Niente?
    Inviate le vostre idee a redazione@corfole.com

    Tratto da CORFOLE! del 3/2015, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      DIRITTO UTILE - DIVISIONE DI BENI IMMOBILI EREDITARI

      Un nostro lettore (che chiameremo Federico) è coerede di diversi beni immobili caduti in successione mortis causa a seguito del decesso di un parente e, secondo le norme di legge che regolano la successione, si trova ad avere la grande maggioranza delle quote di comproprietà di ciascuno degli immobili. Il nostro lettore ci scrive di essere a conoscenz...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...