EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VARIE cerco generatore 220v 2kw...
    • IMMOBILIARE calvari - appartamento co...
    • VENDO divano letto poltronesofà...
    • VENDO vendo pelliccia visone f...
    • VENDO vendo fiat 500 epoca asi ...
    • VENDO vendo abito da sposa tagl...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Ricette estive al profumo di menta, limone e the verde

    Sorbetto al limone e tè verdePortate a ebollizione un litro di acqua con 300 g di zucchero e 50 foglie di erba limoncina. Dopo 5 minuti spegnete, aggiungete 10 g di t&egrav...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    storia locale

    di Michela De Rosa | 04 Ottobre 2018 | in categoria/e edizione cartacea storia locale

    Nel Bisagno (ri)crescono i pomodori: dalla sua Valle un tempo florida di agricoltura ha origine la parola “besagnin”

    Nel Bisagno (ri)crescono i pomodori: dalla sua Valle un tempo florida di agricoltura ha origine la parola “besagnin”

    Solo che adesso non è un buon segno: si spera nella pulizia dell'alveo in vista delle piogge

    Lungo 25 km il Bisagno è il torrente principale del centro cittadino, protagonista della sua storia, del suo sviluppo e anche purtroppo di inondazioni e alluvioni. Uno dei motivi di questi catastrofi è, come è facile intuire, la cementificazione che ne ha ridotto gli argini. Di quanto? In epoca preromana aveva infatti un letto circa quattro volte più largo e profondo rispetto a quello d’oggi. Tra i suoi affluenti vi sono i torrenti Lentro, il Canate, il rio Geirato, il rio Torbido, il rio Molassana e il rio Fereggiano. Il nome Bisagno deriverebbe da “bis amnis”, ovvero doppio fiume, poiché all’origine è formato da due confluenti, il fossato di Viganego e il fossato di Bargagli. Nel suo primo tratto, fino alla Presa, alcuni lo chiamano “Bargaglino” perché segna un confine naturale fra il comune di Bargagli e quello di Davagna. Sfocia nel golfo di Genova, in corrispondenza del quartiere di San Pietro alla Foce, semplicemente “la Foce”.


    La lana, le lavandaie e i besagnin
    Come un lungo serpentone che scendeva dalla montagna, era “l’autostrada delle merci e serviva per trasportare verso il porto da Calvari (frazione sulle alture di Davagna) il legno di castagno destinato alla costruzione delle navi. La presenza di ampi spazi verdi e di boschi favoriva la villeggiatura e le immancabili fiere in cui non mancavano tavoli imbanditi con salame, fave e vino bianco proveniente dalle vicine vigne. Il “fruttivendolo” genovese prende il nome proprio dal fiume perché la valle era una grande distesa di campi coltivati: chi voleva acquistare frutta e verdura, dunque, doveva recarsi qui, dove avevano sede - appunto - i “besagnin”.

    Nei secoli la sua valle è stata sede di operosi mulini, di alacri fornaci e il Giro del Fullo brulicava di attrezzature per la “follatura” della lana. Un’altra intensa attività era quella delle lavandaie, lavoro molto pericoloso perché le esponeva al contagio di malattie epidemiche, quali il colera, che era considerata una “malattia professionale”. Quando qualcuno moriva, si diceva ”è andato a sentir cantare le lavandaie” per intendere che il poveretto aveva raggiunto il vicino cimitero di Staglieno.

    Le alluvioni "storiche"
    Tragedie ben più gravi sono quelle legate alle sue repentine e rovinose piene come quella storica del 1278, del 1822 che demolì il ponte di santa Zita (foto 2), degli anni ‘ 70, ’90 o quelle dolorose del novembre 2011. E così, quei pomodori al contempo ci ricordano i tempi in cui era una ricca valle verdeggiante ma fanno da monito alla trascuratezza e ai pericoli incombenti.

     


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      DIRITTO UTILE - RENDITA CATASTALE e CARTELLA EQUITALIA, due casi da voi lettori

      ATTRIBUZIONE NUOVA RENDITA CATASTALE COME DIFENDERSI?Alcune persone ci hanno segnalato che l’Agenzia del Territorio ha notificato loro degli atti con cui si riclassificava catastalmente un immobile di loro proprietà. Tale atto, di per sé legittimo, deve però contenere una motivazione esaustiva circa le ragioni che hanno portato al nuovo classamento. In particolare la...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...