EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • IMMOBILIARE a monleone di cicagna, af...
    • VENDO vendo cancelletto di sicu...
    • VARIE cerco galline collo nudo,...
    • VARIE cerco piantine di lamponi...
    • VARIE cerco gabbia per conigli ...
    • VENDO per smobilito soffitta, c...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    ZAPPE E PC - Fondi europei, fondi regionali e sostegno all'agricoltura: come capire quale fa per noi

    Da Gennaio sono disponibili nuovi fondi per chi lavora o vorrebbe lavorare in agricoltura. Una giungla di codici e normative da rispettare, tanto che la carta bollata s...

    Sapevi che... si dice “Piantare in Nasso”?

    ...e deriva da una mitologica tragedia d'amore (sigh!) Eh s&igrav...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    attualita, benessere

    30 Marzo 2023 | in categoria/e attualita benessere

    LA SECONDA PRIMAVERA - Menopausa: come sarebbe se cambiassimo punto di vista?

    LA SECONDA PRIMAVERA -  Menopausa: come sarebbe se cambiassimo punto di vista?

    di Michela De Rosa
    In altre culture non è un momento di crisi, anzi è una fase che porta alla donna vantaggi fisici, spirituali e anche sociali.

    Nell’antichità fare figli era l’unico modo per essere considerata utile, tuttavia l’interruzione della capacità riproduttiva non era un problema, semplicemente perché difficilmente si viveva abbastanza a lungo. Per cui questa condizione della donna è piuttosto recente. La parola “menopausa” (dai termini greci men “mese” e pausis “cessazione”, quindi “fine del mensile”) fu introdotta dal medico francese Charles Pierre Louis de Gardanne nel 1821, nel titolo del suo libro ‘Sulla menopausa o sull’età critica delle donne’. è così che si comincia a fare attenzione a questa fase della vita, trasformandola in malattia. E se c’è una malattia, allora servono rimedi farmacologici, cosa che avviene a partire dal Novecento.

    Può un approccio negativo avere effetti reali sul corpo?

    Alla “menopausa” è stato quindi dato un imprinting negativo, fatto di ogni sorta di problema, da quelli alle ossa all’aumento del peso, fino agli sbalzi umorali, ma soprattutto denso di concetti quali “perdita”, “carenza” e “fine di”. Il corpo e il cervello entrano così in un circolo vizioso nel quale il pensiero “di essere in menopausa” amplifica i cambiamenti. E viverli come problemi ovviamente ha forti ripercussioni su pensieri ed emozioni. E’ stato riscontrato che i sintomi aumentano anche in relazione all’importanza e al rispetto di cui gode la donna all’interno del nucleo familiare e della società: più la perdita della fertilità è penalizzante più è forte la percezione dei sintomi.

    Cosa accade quando invece la vediamo come una rinascita?

    Nella medicina tradizionale cinese questa fase della donna viene chiamata “Seconda primavera” ed è vista come un alleato contro l’invecchiamento e non la sua causa, in quanto l’interruzione del flusso mensile, associato alla forza Yin e quindi alla cura verso gli altri, lascia il posto alla forza Yang, ossia il prendersi cura di sé. Un viaggio verso la completezza, in cui mettere a frutto l’esperienza e le conoscenze acquisite. Viene quindi considerata la fase della saggezza, riservando alle donne un rispetto reverenziale. Anche in molti Paesi dell’Africa la donna che termina la fase di fertilità raggiunge un maggior prestigio sociale in quanto riconosciuta come persona che ha accumulato grande esperienza e saggezza. Lo stesso avviene a Taiwan e in Giappone dove l’ingresso della donna nell’ultimo gruppo anagrafico, all’età di 61 anni, viene celebrato con un festeggiamento e da quel momento in poi le sue opinioni e le sue richieste sono tenute in grande considerazione. In Giappone per questa fase viene usata la parola konenki, la cui traduzione migliore è transizione, inteso più come cambiamento di vita che fisiologico. Le donne giapponesi lo intendono quindi come un evento naturale che può sì comportare qualche disturbo, comunque di breve durata, e tendono a sottolineare gli aspetti positivi, quasi liberatori. Nella cultura indiana è rappresentata dalla Dea Kalì che balla sopra un cadavere, metafora del cambiamento e della trasformazione.

    Una donna oggi vive in media 35 anni in menopausa: quante cose si possono fare?

    Considerando che le donne occidentali in media entrano in menopausa a 50 anni e hanno un’aspettativa di vita intorno agli 85 anni, significa avere davanti un’aspettativa di circa 35 anni  in menopausa. Quante cose accadono in 35 anni? Quante esperienze, scoperte e relazioni? Quanti interessi avete seguito o abbandonato? La buona notizia è che questa età porta maggiore libertà, tempo, indipendenza personale ed economica. In comunicazione si dice che “le parole agiscono” e quello della menopausa è forse uno degli esempi più emblematici: possiamo appiccicare a questa fase le parole di malattia, problemi, acciacchi, malinconia, rimpianto, bruttezza, vecchiaia, oppure opportunità, pienezza, progettazione, scoperte, maturità e saggezza, scoprire nuovi ruoli e nuove identità.


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO