EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VENDO cell vodafon smart prime ...
    • VARIE cedesi avviata attività c...
    • VARIE socio per attività di res...
    • VENDO vendo lampadario in ferr...
    • VENDO vendesi biliardo carambol...
    • VENDO vendo moto honda vfr750 ...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    sport

    di Simone Parma | 02 Settembre 2017 | in categoria/e attualita edizione cartacea sport

    Dalla Lega Navale alla “formula uno della vela”: un rapallese all'America's Cup

    Dalla Lega Navale alla “formula uno della vela”: un rapallese all'America's Cup

    Massimiliano Carbone, il velista che ha reso orgogliosa una città intera

    C’è stato un momento in cui la vela era in tutti i notiziari e il nome di Luna Rossa rieccheggiava in ogni casa. Oggi l’imbarcazione azzurra non gareggia più, ma c’è ancora molta Italia nella Coppa America, la più importante competizione per barche a vela del mondo. E un pezzo arriva da Rapallo: è Massimiliano Carbone, entrato nel team tecnico New Zeland che lo scorso giugno ha vinto l’ambito riconoscimento, dove “Non si tratta più di navigare a vela. In America’s Cup le imbarcazioni “volano a vela”.


    Il trentunenne rapallese è nel mondo della vela dall’età di tredici anni e non ha più smesso di dedicare la sua vita al mare: “Ho iniziato come marinaio durante la stagione estiva e gareggiando con la Lega Navale di Rapallo. Sono diventato istruttore di vela ed ho continuato a imbarcarmi su barche sia a motore che a vela come marinaio occupandomi degli aspetti idraulici. Poi nel 2015 una chiamata inaspettata:la squadra di vela neozelandese New Zeland mi voleva a Auckland”.

    La vittoria grazie al coraggio di cambiare
    Queste barche nascondono aspetti davvero curiosi per chi non segue questo sport, come ad esempio il fatto che a bordo ci sono dei ciclisti. Sì, proprio così: sono loro il vero motore idraulico della barca. Una verà novità per la vela, che fino ad ora aveva fatto tutto “a braccia”.
    La rivoluzione è arrivata proprio dal team New Zeland, il cui lavoro su questi aspetti (che spiegare nel dettaglio sarebbe davvero complicato) è stato fondamentale. Un lavoro controcorrente e durato due anni, quasi nel segreto. Ma alla fine i neo-zelandesi hanno avuto ragione.


    Massimiliano è arrivato ai vertici della vela mondiale, occupandosi dei delicati aspetti idraulici della barca e del suo sviluppo, ma tiene asottolineare che “è un successo di tutto il team, dall’armatore alla segretaria, che nei momenti di difficoltà si è unito come una famiglia per riparare la barca e migliorarla. Nella Coppa America non c’è spazio per l’individualismo”.



    Grazie al successo con
    il team New Zeland Massimiliano è stato insignito di una targa celebrativa da parte del Comune di Rapallo, consegnata dal sindaco Roberto Bagnasco




    Cultura del mare: in Nuova Zelanda gli studenti escono in barca un giorno a settimana
    Come può fare un giovane ad approcciarsi a questa disciplina e raggiungere questi livelli? “Ci vuole tempo e disponibilità finanziaria se si vuole fare agonismo, per questo è più difficile riuscire a fare carriera. Si inizia con la barca da circolo e si iniziano a fare regate, partendo dal locale andando sempre più distante. Certo, qui in Italia non è come in Nuova Zelanda dove ogni mercoledì gli studenti trascorrono un pomeriggio intero sulle barche a vela. Ci vuole la pazienza di saper cogliere le occasioni giuste. Io ho optato per lavorare sulle barche, che è una strada diversa: molto più sacrificio e tanti mesi lontano da casa, ma anche questa è una strada verso la Coppa America”.

    Cibo liofilizzato e nostalgia
    Se c’è una cosa che chi non naviga si chiede è: come fanno a stare in così poco spazio per così tanto tempo? “Bisogna abituarsi. Non c’è una camera vera e propria, non si può usare lo shampoo per lavarsi i capelli e tutto è più spartano. Ma la cosa per cui ci vuole un po’ più di tempo per abituarsi è il cibo liofilizzato”. In barca a vela il peso è fondamentale e a risentirne sono proprio le scorte di cibo: “quando le barche sono di piccole dimensioni il rispetto del peso diventa fondamentale e ogni membro dell’equipaggio non può portare con sé più di tre o quattro chili di peso”.
    Si sta anche mesi lontani da casa, nostalgia? “Se da quando hai quindici anni non passi un ferragosto a casa a un certo punto la passione per il mare e la voglia di conoscere più cose possibili sostituisce la nostalgia di casa”.


    Quella volta in mezzo alla tempesta...
    Una vita in mare riserva di certo ricordi belli ma anche situazioni pericolose: “Sono molto legato al giro del mondo in barca a vela, con un equipaggio di sole 4 persone. Andò tutto bene, mentre durante una regata dalle Canarie a Santa Lucia nei Caraibi (con traversata dell’Atlantico n.d.r.) ci affidammo ad un meteorologo che sbagliò i calcoli e ci fece finire in una tempesta. La barca si danneggiò, ma riuscimmo comunque ad arrivare al traguardo sani e salvi. Fu la prima volta che mi trovai in difficoltà in pieno Oceano e ricordo molto bene quell’avventura”.




     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...