EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • REGALO nuova enciclopedia illust...
    • VENDO lampadario x soggiorno pr...
    • VENDO cassetta / valigetta in m...
    • IMMOBILIARE cerco garage/magazzino pe...
    • VARIE cerco tecnico per riparaz...
    • VENDO macchina per maglieria se...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Quando per Pasqua si coltivava il leme, si legavano le campane e ci si lavava gli occhi nel fiume (e la ricetta del latte dolce!)

    di Vittorio RosascoLa Settimana Santa della mia fanciullezza era caratterizzata da significative cerimonie che si svolgevan...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    attualita, edizione cartacea, storia locale

    08 Luglio 2015 | in categoria/e attualita edizione cartacea storia locale

    "Quella volta che mi hanno mandato al Galliera per curarmi dall'omosessualità": Stefano ci parla di com'è essere "diversi" in un paesino, della fede e dei matrimoni tra omosessuali

    "Quella volta che mi hanno mandato al Galliera per curarmi dall'omosessualità": Stefano ci parla di com'è essere "diversi" in un paesino, della fede e dei matrimoni tra omosessuali

    L’apertura di Papa Francesco, le conquiste del diritto al matrimonio, l’abolizione come reato in Mozambico, le foto “arcobaleno” su Facebook: nelle ultime settimane si festeggia il diritto all’amore per tutti, ma non sono mancate proteste e polemiche. Ne abbiamo voluto parlare con chi queste situazioni le ha sempre vissute sulla sua pelle, scoprendo che...

    A Maggio la cattolicissima Irlanda ha votato a favore della legge che permette il matrimonio fra persone dello stesso sesso, a giugno la Corte Suprema degli Stati Uniti ne ha dato il via libera in tutti i 50 Stati: «Un grande passo verso l’uguaglianza» per Obama che ha lanciato l’hashtag #LoveWins (l’amore vince) subito condiviso da milioni di persone in tutto il mondo. E sempre sul finire di giugno il Mozambico decreta che essere gay non è più un crimine. Insomma, l’umanità fa passi da gigante nei diritti delle persone e viene da chiedersi in effetti come può essere negato amare. E se resta qualche dubbio basta ricordare le parole di Papa Francesco «Chi sono io per giudicare?».

    Oggi si va verso una grande apertura e tra i giovani non fa più notizia avere amici omosessuali o ammirare cantanti, sportivi e attori dichiaratamente tali. Eppure per molti resta un tema tabù, di cui si sa poco e non si vuole parlare. I fatti di questi ultimi mesi però ci portano a riflettere ed è un bene parlarne con semplicità e schiettezza anche a livello locale. Perché un conto è la vita del vip, un’altra quella di chi nasce a New York, ma com’è stato e com’è tutt’oggi vivere qui, magari “in paese”, dove basta essere nati nella frazione vicina per essere considerati “diversi”? Ne parliamo con un amico di Corfole, di cui avete avuto modo di apprezzare l’ingegno tempo fa, quando su queste pagine vi sfidavamo a risolvere i suoi rebus e rompicapi: Stefano de Ferrari, di Ferrada. Alle nostre domande risponde sempre con il sorriso, quello di chi ha raggiunto l'equilibrio dopo tanti episodi, anche dolorosi, come quella volta in cui cercarono di “guarirlo”…

    Cosa significa per te essere omosessuali?
    Sono convinto che essere omosessuali è una caratteristica innata, ci si nasce e lo si scopre crescendo. Io lo scoprii naturalmente, senza traumi, frequentando un amico che mi fece capire che i miei sentimenti erano differenti da quelli della maggior parte delle persone. Una situazione che però diede molto di che parlare in paese, tanto che mia mamma e mia sorella vittime in buona fede dell'ignoranza sul tema, per amore nei miei confronti, mi mandarono all'ospedale Galliera di Genova per curare la mia "malattia". Ma la cura ovviamente non esisteva e non esiste.

    Come era ieri e come è oggi essere gay?
    Fortunatamente con il tempo tutto è diventato più semplice. Personalmente ho trovato una valvola per esternare la mia (espansiva) personalità su Facebook. Una personalità che ho sviluppato nel tempo per essere accettato e rispettato e che ora mi permette di vivere in pace con me stesso e con la comunità. Oggi i giovani non hanno più bisogno di fare "outing” e vengono accettati più facilmente anche come coppia. Ce ne sono tanti anche nell'entroterra e vivono una vita normale.

    Sei favorevole al matrimonio?
    La Chiesa ha le sue regole. Non è previsto al momento alcun matrimonio omosessuale e non credo sia un concetto prioritario. La cosa importante sono le unioni civili in Comune e garantire i diritti. Immaginate di aver vissuto 20 anni con una persona, aver condiviso momenti belli, difficoltà e quotidianità. Improvvisamente uno dei due si ammala e viene ricoverato, ma i parenti vi negano persino l'accesso alla camera in cui quella persona, che voi amate, è ricoverata. Come ci si può sentire? Occorre accettare le coppie di fatto e riconoscere loro i diritti di base per garantire una vita giusta, al pari di tutti.
    (L'INTERVISTA CONTINUA SOTTO)


    _______________________________________________________________________

    Sei omofobo? Ecco perchè



    Il termine deriva dal greco όμός=stesso e φόβος=timore, quindi “paura nei confronti di persone dello stesso sesso” e si usa per indicare l’intolleranza e i sentimenti negativi nei confronti di uomini e donne omosessuali. Può manifestarsi in modi diversi: dalla battuta alla derisione, dalle offese a vere e proprie minacce o aggressioni fisiche. Alcuni si sentono a disagio o indignati.
    Come nasce 
    Deriva dall’idea che siamo tutti eterosessuali cioè che è normale e sano scegliere un partner del sesso opposto. Tale considerazione è basata anche sulla credenza che “l’omosessualità è contro natura”, invece molti animali hanno comportamenti omosessuali, tra cui criceti, conigli, porcospini, cavalli, leoni, etc.
    Come si alimenta
    Innanzitutto la società è spesso diffidente nei confronti delle diversità, fino al punto di considerarle pericolose. Ciò riguarda tutte le minoranze portatrici di valori nuovi o diversi (es. anche i primi cristiani) perché minacciano quelli convenzionali. Il pregiudizio è rinforzato dall’ignoranza e dalla mancanza di contatti diretti. Infine, noi tutti tendiamo ad agire in modo coerente con ciò che viene ritenuto desiderabile e giusto dalle convenzioni sociali. Le credenze negative sono così diffuse nella nostra società che anche gay, lesbiche e bisessuali tendono ad avere una visione negativa e disprezzante dell’omosessualità stessa. In questo caso l’omofobia prende il nome di omofobia interiorizzata, fenomeno che comporta spesso complicazioni psicologiche.


    ___________________________________________________________


    Cosa pensi della Chiesa Cattolica?
    Penso che fino a qualche anno fa era tutto tenuto il più possibile nascosto invece oggi con Papa Francesco si comincia a intravedere qualche apertura anche se capisco sia un tema difficile. Io sono credente ed è tempo che la Chiesa ammetta semplicemente che si nasce uomo, donna o omosessuale. Dio ha creato il mondo cosi quindi è bene partire da questo presupposto e tutto si risolverà naturalmente.

    Sei favorevole alle adozioni?
    Inizialmente no, forse condizionato dal sentire comune, tranne in casi di continuità familiare (esempio un figlio già presente). Poi ripensandoci è anche vero che l'omosessualità non è una malattia, non si trasmette. Un genitore che ha subito delle sofferenze per proteggere il proprio figlio farebbe di tutto per non influenzarlo. Anche lì occorre buon senso e sensibilità da parte degli psicologi e assistenti sociali che si occupano dell'iter.

    Del "Gay pride" cosa ne pensi?
    Le manifestazioni possono essere divertenti e significative. Come per tutti sono sbagliate le ostentazioni e gli eccessi esibizionistici anche perchè distolgono dai veri problemi e offrono ai media la possilità di dare un’immagine distorta.

    Su Facebook proprio in questi giorni è esplosa la moda di colorare con l'arcobaleno la propria immagine a supporto della vostra causa cosa ne pensi?
    Bene. Anche molti amici etero l'hanno fatto. Spero non sia un modo per schedarci (sorride)

     

    Tratto da CORFOLE! del 7/2015, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      DIRITTO UTILE - LE SPESE DI RI FACIMENTO DEL TETTO DI CONDOMINIO

      A cura dell'avv. Gabriele Trossarello - Contatti 0185.938009 redazione@corfole.comIl tetto è l’insieme delle strutture, poste sulla sommità superiore di un edificio, che hanno il compito di preservare i sottostanti locali interni dagli agenti atmosferici. Esso comprende travi, materiali imper...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...