EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VARIE cerco galline collo nudo,...
    • VARIE cerco piantine di lamponi...
    • VARIE cerco gabbia per conigli ...
    • VENDO per smobilito soffitta, c...
    • IMMOBILIARE causa trasferimento,vendo...
    • VENDO vendo letto a castello ma...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Specchio specchio delle mie brame.. chi fa la pizza regina del reame? Segnala la tua pizzeria preferita e vinci una cena per due!

    In molti ci avete segnalato l’utilità di questi concorsi, grazie ai quali potete scoprire  le eccellenze sul territorio. E allora non potevamo lasc...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    letture, storia locale

    19 Dicembre 2023 | in categoria/e letture storia locale

    Il Natale sul filo della memoria, ovvero come si festeggiava nell'Italia dei nostri nonni

    Il Natale sul filo della memoria, ovvero come si festeggiava nell'Italia dei nostri nonni

    Il libro è una raccolta di testimonianze di come erano le feste di chi era bambino quando l’Italia era in guerra

    Presentato a novembre a Lumarzo in una sala davvero gremita di persone, il libro "Il Natale sul Filo della Memoria" è nato da un’idea di Lidia Gardella e Paola Giunco. Incoraggiate dal sempre presente Renato Lagormasino, curatore delle memorie della Fontanabuona, il libro racconta il Natale prima, durante e poco dopo la guerra, quando la fame era all’ordine del giorno, ma il Natale si festeggiava “come si doveva” sempre bilanciato dal “come si poteva”.
    E non è casuale che il Sindaco di Lumarzo Daniele Nicchia, a nome di tutta l’amministrazione comunale abbia donato questo libro ai ragazzi della scuola perché abbiano occasione di apprezzare pienamente ciò che oggi hanno. Alcuni racconti arrivano direttamente dalle “Meriche” e dal Perù ma i più sono di persone che ancora oggi vivono nelle varie frazioni della vallata e che spesso hanno accompagnato con qualche lacrima questi ricordi raccontanti con molta commozione. Se vogliamo è anche una sorta di riscatto per una vita che è stata durissima e che ora viene riconosciuta con il doveroso rispetto. Si parla di mucche, che facevano parte della famiglia, si parla della gioia di poter trovare dei mandarini sotto l’albero e di tante altre cose scritte con le orecchie con il cuore da Lidia e Paola.


    Dove acquistarlo: Lavagna, libreria Fieschi; Sestri Levante, libreria Leggi e sogna; Ferriere di Lumarzo, negozio alimentari o mobilificio; bar a Donega; in qualsiasi libreria su ordinazione. E’ reperibile anche inviando un whatsapp ai numeri 3292134478 (Lidia) 3492916215 (Paola).



    Qui sotto, per i lettori di Corfole, un piccolo assaggio

    E' festa solo se c’è pace

    Il Natale da bambino era una festa, veniva mia zia che mi portava i dolci! Regali no, niente regali, c’era miseria. Avevo quattro anni quando è iniziata la guerra. Mia sorella, tornando da scuola, è arrivata di corsa a casa e ha detto: “Papà, papà! La maestra ha detto che Mussolini ha dichiarato guerra!”. Mio papà l’ha guardata incredulo, si è seduto, si è messo con il capo chino, la testa tra le mani e si mise a piangere. Non avevo mai visto mio papà piangere, non lo dimenticherò mai. Aveva ragione a piangere… lui aveva già fatto la prima guerra ed era stato ferito due volte. Ci ha raccontato tante cose e una cosa l’ho imparata: la guerra è brutta brutta! Un posto che mi piace tanto è il bosco Bandiu, si trova sotto Tassorello. Lì mi ci sono allevato. Lì i miei genitori facevano l’orto, tagliavano il fieno e c’era in spisciuelin d’egua… c’era tutto!
    Remo Lagomarsino, classe 1936

    La pasta portata di nascosto

    Quando ero piccola c’era guerra e miseria, per fortuna mia mamma lavorava nel pastificio Rocca, in via Canevari, e di nascosto ci portava la pasta. Il pastificio fu poi bombardato. Mio nonno seminò nel giardino di casa il grano per avere la farina. L’abbiamo battuto a mani nude e io persi un anellino, per fortuna l’ho ritrovato!
    Wanda Calza, classe 1926.

    Ognuno mangiava nel suo piatto

    Il Natale era bello quando venivano mio zio Mario e la zia Serra… c’erano mio papà, la mamma. Mangiavamo l’agnello e buono così non l’ho mai più mangiato! L’agnello era dei nostri, veniva qualcuno a macellarlo ma non mi ricordo più chi. Facevo l’albero da sola, ero figlia unica, ci mettevo cotone e mandarini. Era un albero misero come noi, ma eravamo felici. Mia mamma mi faceva la bamboccia de pessa. Mangiavamo tutti nello stesso piatto ma a Natale no, ognuno aveva il suo piatto! Quando mangiavamo il prebugiun, io e mia zia facevamo la galleria e poi le forchette si incontravano e io ridevo!
    Luciana Carbone, classe 1934.

    Evviva il porto!

    Il fratello di mia mamma ci teneva tanto alla nostra famiglia, viveva con noi. Eravamo in tre sorelle e un fratello. Ricordo che mio zio andava a cercare l’albero e noi ci attaccavamo i maccheroni. Era uno zio affettuoso, a me chiamava Pulla… A Natale veniva mia cugina da Genova, ci portava le caramelle, i fichi, lo zucchero e il caffè e facevamo festa! Suo marito lavorava nel porto, era socio. Nel porto c’era la ricchezza!
    Angela Gallarate, classe 1937

    Bibin strozzato, Natale anticipato

    A Natale mangiemu de bun, carne de porcu e in bellu cappun, O santu Gesù Bambin, primma du cappun ghe vo u bibbin! Mia zia comperava un bibin (tacchino) da ingrassare per Natale. Raccoglieva le ghiande e gliele infilava per la gola per farlo diventare bello grosso. Un anno il tacchino si strozzò con una ghianda e così abbiamo festeggiato in anticipo!

     


    Altre immagini collegate alla notizia:


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Specchio specchio delle mie brame.. chi fa la pizza regina del reame? Segnala la tua pizzeria preferita e vinci una cena per due!

    In molti ci avete segnalato l’utilità di questi concorsi, grazie ai quali potete scoprire  le eccellenze sul territorio. E allora non potevamo lasc...

    Specchio specchio delle mie brame.. chi fa la pizza regina del reame? Segnala la tua pizzeria preferita e vinci una cena per due!

    In molti ci avete segnalato l’utilità di questi concorsi, grazie ai quali potete scoprire  le eccellenze sul territorio. E allora non potevamo lasc...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      CASA E DINTORNI - RICICLARE IL COSTRUITO

      Per “mettere su casa” abbiamo 3 alternative:  1) Costruire una nuova casa. è la soluzione ideale per chi vuole personalizzare a proprio gusto realizzando la casa dei sogni, spesso però il costo di un’operazione del genere è piuttosto considerevole, inoltre burocrazie e tempi lunghi disincentivano dall’imbarcarsi in questa avven...

      Incubi: cosa riflettono della nostra vita reale?

      Sono sogni spiacevoli che ci lasciano un senso di paura, tristezza, ansia. A differenza dei “brutti sogni” scatenano anche delle reazioni...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...