EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VENDO vendo cassapanca, armadio...
    • VARIE cerco appassionato/a di a...
    • VENDO vendo stampante hp deskje...
    • VENDO vendesi lampadario stile ...
    • VENDO vendesi quadro madonna eu...
    • VENDO vendo lampa da piantana e...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    attualità

    di Michela De Rosa | 08 Maggio 2019 | in categoria/e attualita edizione cartacea storia locale

    60 anni di SECOLO XIX Levante, intervista al Direttore Pettinaroli "Mi ispiro a una donna", ecco chi è

    60 anni di SECOLO XIX Levante, intervista al Direttore Pettinaroli "Mi ispiro a una donna", ecco chi è

    Dal 1959 racconta la vita, i personaggi, la storia e l’attualità del territorio. Da allora ne sono cambiate di cose, soprattutto nell’informazione, che oggi corre alla velocità della luce e si è frammentata tra tv e internet, arrivando direttamente sui nostri schermi. Proprio per questo c’è ancora più bisogno del giornalismo, quello vero, che selezioni ciò che è notizia e sappia raccontarlo. Per omaggiare i colleghi del Secolo XIX edizione Levante per i 60 anni di onorata carriera abbiamo fatto due chiacchiere con Roberto Pettinaroli, Direttore dal 2008.

    Il modello da seguire? E’ una donna
    Il suo ufficio e la scrivania sono come ci si aspetta che siano quelli di chi dirige un quotidiano: pieni di fogli, appunti, ritagli e foto con dediche. Ma su tutto e su tutti, su potenti e famosi, spicca una donna a cui è riservata un’intera parete, Audrey Hepburn. Una presenza quasi palpabile, tanto che non posso non chiedergli cosa rappresenti per lui: “Per me è una vera icona di bellezza esteriore ma ancor più interiore perché ha utilizzato la sua fama per aiutare il prossimo. Un raro esempio di garbo ed eleganza, un vero modello da seguire”.
    Le parole di Roberto sono cariche di verità, si percepisce che non sono frasi di circostanza, perciò gli chiedo se questo modello influisca anche sulle scelte editoriali: “Beh, ora che ci penso sì. Lei è un riferimento stilistico, rappresenta il tipo di messaggio che vogliamo dare col giornale,  ossia stare vicino alla gente senza urlare. Dall’arrivo dei social assistiamo a un imbarbarimento generale, credo che mantenere un linguaggio per quanto possibile garbato e portare il lettore a non limitarsi alla superficie, sia il compito dei quotidiani. Altrimenti perché spendere 1,50 Euro per leggere notizie che sai dal giorno prima? La gente ha bisogno di riflettere e il nostro compito è aiutarli, dare un punto di riferimento, specie nell’oceano inarrestabile delle fake news”.


    Tra Internet e il Papa
    Non sono mancati i momenti difficili in rete anche per il Secolo, come la volta in cui per errore sulla pagina facebook del quotidiano, a corredo di un grave eposidio di cronaca fu messa una foto che conteneva persone di Chiavari assolutamente estranee alla cosa. Ma una volta pubblicata è difficile fermare il tam tam di condivisioni: “Abbiamo patito per mesi per riuscire a far rimuovere  la  foto. E’ stata una cosa difficilissima e complicatissima che ci ha messo di fronte ai pericoli della rete”. Ovviamente ci sono anche un’infinità di episodi curiosi e indimenticabili, come quello del soggiorno di Giovanni Paolo II a Chiavari nel 1998: “Un avvenimento eccezionale per una cittadina di provincia, frutto di una serie incredibile di coincidenze e di cui conservo uno dei ricordi più preziosi“.

    Un gioco di pensiero di squadra
    "Ringrazio i miei maestri da Emilio Cerulli al Lavoro a Federico Canale qui al Secolo. Dall’esterno non si percepiscono le difficoltà in cui si dibatte una piccola redazione di provincia e quindi voglio ringraziare i colleghi che da oltre 10 anni mi sopportano, sostengono e contribuiscono ogni giorno alla riuscita di questo grande quotidiano con un grande lavoro di squadra. Un contributo non solo di articoli ma anche di idee e di pensiero".

    Cosa leggeremo tra 60 anni?
    L’immagine del giornalista da film noir con bloc notes e impermeabile è stata superata da quella più tecnologica, ma conserva lo stesso fascino e attira i giovani: “Alcuni confondono il giornalista con il blogger, ma ci sono ragazzi molto determinati e preparati, a differenza nostra che siamo partiti un po’ artigiani. E d’altronde quale altro lavoro cambia ogni giorno, ti da l’opportunità di conoscere persone, storie, capire e raccontare gli avvenimenti? E’ uno stare dentro la storia mentre accade”.
    Spingendoci più in là, chiedo a Roberto come sarà il Secolo tra sessant’anni: “Immagino l’informazione al 99% sul web, con un ritorno alla qualità dei contenuti. Ma il cartaceo non scomparirà, diventerà uno strumento di nicchia, come i dischi in vinile, perché sulla carta c’è un rapporto diverso, come la differenza tra fast food e ristorante, al primo vai quando hai poco tempo, devi  sfamarti e non guardi tanto cosa stai mangiando, al ristorante vai quando hai tempo, vuoi mangiare bene e badi alla qualità. Quindi l’informazione cartacea ci sarà anche tra 60 anni”.


    Auguri Secolo... un Secolo di questi giorni!

     

    La mostra sui 60 anni dell’edizione Levante del Secolo XIX

    60 pannelli che raccontano la storia, i fatti, i personaggi del territorio, uno per ogni anno dal 1959 a oggi. L’esposizione è visibile all’interno della sede del Banco di Chiavari - Bpm in via Senatore Dallorso a Chiavari


     


    I commenti dei lettori
    Roberto Pettinaroli:

    Non perché venga pubblicato, assolutamente no. Ma volevo ringraziarti di cuore, cara Michela, per la bellissima intervista che hai pubblicato e per l’amicizia che c’é tra noi da tanti anni. Svolgete un ruolo importante, siete la voce di una valle che ha bisogno di sentirsi viva e ascoltata.
    Avanti così!

    Un abbraccio,
    Roberto


    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...