EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • CERCO LAVORO cerco lavoro settore rist...
    • VENDO cell vodafon smart prime ...
    • VARIE cedesi avviata attività c...
    • VARIE socio per attività di res...
    • VENDO vendo lampadario in ferr...
    • VENDO vendesi biliardo carambol...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    edizione cartacea, letture, storia locale

    di Pier Luigi Gardella | 09 Novembre 2018 | in categoria/e edizione cartacea letture storia locale

    RADICI - DEVOTO, un cognome Mariano

    RADICI - DEVOTO, un cognome Mariano

    Alla scoperta dell’origine dei cognomi liguri. Devoto, pur essendo molto diffuso in Liguria ha origini altrove.

    È diffuso soprattutto in Liguria, dove risiedono circa duecento famiglie, in particolare nel chiavarese, in Fontanabuona e nel Tigullio, con un ceppo anche in Sardegna originato probabilmente da emigrati liguri.


    ORIGINE E SIGNIFICATO
    La sua etimologia sembra abbastanza semplice e dovrebbe risalire al nome di persona Devotus, molto in uso nel Medioevo, attribuito dai genitori al figlio al quale si volesse augurare una particolare devozione verso Dio o la Vergine. La famiglia Devoto sarebbe originaria di Tortona risultando nel 1140 tra le famiglie nobili della città. Nel 1200 Guglielmo Devoto è investito della carica consolare ed il 20 maggio sottoscrive col collega Alberto Della Chiesa la convenzione con cui i marchesi Malaspina si impegnano a difendere la Val Borbera. Lo stemma della famiglia raffigura un albero di ulivo con due leoni rampanti (Stemmario Musso – Biblioteca Berio, Genova).

    PERSONAGGI NOTI
    Numerosi sono i personaggi che portarono questo cognome a partire da Luigi Devoto (1864-1936) docente di patologia medica e senatore del Regno nel 1934, originario di Borzonasca, che fondò nel 1910 la prima clinica del lavoro a Milano, centro importante per lo studio delle malattie professionali e dei lavoratori.
    Giacomo Devoto (1897-1974) glottologo e linguista fu tra i massimi esponenti della disciplina linguistica italiana del Novecento. Figlio di Luigi era nato a Genova pubblicò importanti studi linguistici. Fu promotore nell’ultimo dopoguerra del Movimento Federalista Europeo, Presidente dell’Accademia della Crusca e Rettore all’Università di Firenze. Generazioni di studenti hanno utilizzato il suo celebre Vocabolario redatto assieme a Gian Carlo Oli. Il fratello Giovanni (1903-1944) fu direttore centrale della Falck di Sesto San Giovanni. Un altro personaggio da ricordare è Antonio Devoto: nato a Lavagna nel 1833 emigrò in Argentina con la famiglia a 16 anni. Con i fratelli aprì alla Boca un coralon, un grande magazzino di materiali come ferro e cemento, legnami, zinco. Quindi si impegnò nella valorizzazione agricola dei territori della pampa, entrando a far parte con i fratelli dei grandi proprietari terrieri. Ben presto divenne presidente del Banco de Italia y Rio de la Plata restandolo sino al 1916.  Fu tra i finanziatori e presidente dell'ospedale italiano, aperto nel 1872, fece costruire una chiesa e un asilo diventando uno dei membri più importanti dell'élite italiana di Buenos Aires. Dette il suo nome a sobborghi cittadini, scuole, stazioni ferroviarie. Ne è un esempio Villa Devoto, quartiere della capitale, Buenos Aires. Ha una popolazione di circa 70 000 abitanti e si trova nel punto più alto della città. È caratterizzato da case basse, una volta considerato “il giardino della città”, poiché possedeva più alberi che qualsiasi altro quartiere, caratteristica oramai persa. Ha però pochi palazzi alti e scarso traffico veicolare rispetto ad altri quartieri. In questo quartiere abitò durante gli anni ‘90 il calciatore Diego Armando Maradona (nato nella periferia di Buenos Aires) e parte della sua famiglia vive ancora nella zona. Antonio morì a Buenos Aires nel 1916. Con una sua donazione fu completata la Colonia Devoto sul monte Zatta (clicca e leggi l'articolo "horror" di Giulia D'Arrigo), aperta nel 1920 dalla vedova Elina Piombo e funzionante fino agli anni ’70.  E per concludere possiamo citare la grande catena dei Supermercati Devoto, presente in Uruguay e fondata da italiani.


    Tratto da CORFOLE! del 11/2018, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...