EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    cultura, edizione cartacea, tempo libero

    12 Luglio 2018 | in categoria/e cultura edizione cartacea tempo libero

    LETTURE SOTTO L'OMBRELLONE - I segreti di Nervi, i misteri di un poliziesco a Genova, l'ironia e il dialetto di Chiavari e il fantasy d'esordio di una sedicenne di Santa

    LETTURE SOTTO L'OMBRELLONE - I segreti di Nervi, i misteri di un poliziesco a Genova, l'ironia e il dialetto di Chiavari e il fantasy d'esordio di una sedicenne di Santa

    Sofia Brizzi: esordisce con un romanzo a soli sedici anni
    La sammargheritese debutta con “L’angelo dalle ali di pietra”, il primo volume di una trilogia esplosa nella sua mente quando di anni ne aveva solo dodici

    Da piccoli fantastichiamo tutti, poi si cresce e quel mondo finisce nei ricordi, svanendo come sabbia tra le dita. Ma ci sono eccezioni in cui col tempo quelle storie si solidificano, i personaggi prendono carattere, i luoghi una forma precisa e come per magia diventa una realtà parallela. Da cogliere e raccontare. E’ quello che è successo a Sofia Brizzi, che si è ritrovata con un romanzo “già bell’e pronto nella testa, come un film da proiettare. Poi mi è bastato scriverlo”. Anzi, con una trilogia, dal titolo “La regina della torre”. In pochi mesi ha finito il primo volume, “L’angelo dalle ali di pietra”, il seguito è già a buon punto e quindi passerà al terzo e conclusivo. Studentessa del secondo Liceo D’Oria, cintura nera di karate, allieva di pianoforte, Sofia è anche educatrice presso la diocesi di Santa Margherita e a Villanoce, frazione di Santo Stefano d’Aveto: “Quando sono a contatto coi bambini tutto scompare, è come se fossi dentro a una bolla: mi dimentico della mia vita di tutti i giorni, e mi dedico completamente a queste creature duttili e sensibili a qualsiasi insegnamento”. Una ragazza con i piedi per terra, anche in amore: “Non mi voglio bruciare con un ragazzo superficiale, preferisco aspettare, anche perché la maggior parte dei miei coetanei sono immaturi”. Sofia ha tanti sogni: “Mi piacerebbe diventare scrittrice, ma anche sperimentare diverse arti. Credo che la vita vada vissuta fino in fondo, lasciando sempre uno spazio all’imprevisto”. E di sorprese Sofia ne sta vivendo parecchie.

    IL LIBRO

    L’angelo dalle ali di pietra, uscito lo scorso 18 giugno e presentato alla libreria Feltrinelli di Genova, racconta la vita di Emily, un’adolescente che si trasferisce in un college, fa amicizia, si innamora, e vive tutte le esperienze di una ragazza della sua età. Gli inserti fantasy, sotto forma di sogni e di visioni, porteranno a domande sul passato della protagonista e stravolgeranno completamente la trama, con finale a sorpresa. Grazie a questo romanzo l’autrice è riuscita a conoscersi, a trovare i valori morali, i piccoli gesti d’amore verso se stessi e gli altri.


    “Nervi in cartolina, mare cielo e fiori” di Pier Luigi Gardella e Filippo Patanè

    Il volume raccoglie un centinaio di cartoline ognuna delle quali è pretesto per scrivere un po' di storia della Passeggiata, a partire da quando non era che un sentiero sul mare, trasformato a fine Ottocento nello splendido lungomare. Si parla del porticciolo, dei parchi, delle due torri di segnalazione (il Castello e la Torre Gropallo), dei vecchi prestigiosi alberghi ormai quasi tutti trasformati in condomini. La nuova edizione è stata ampliata con una escursione a S. Ilario, Comune autonomo sino al 1926, e oggi parte della Grande Genova. Sono piccole note di storia che fanno rivivere gli antichi splendori della cittadina formulando l’augurio che Nervi possa ritornare quel gioiello, conosciuto in tutto il mondo.


    “Palaseomnost”  di Sergia Monleone

    Cresciuto in Piemonte di famiglia siciliana, il commissario Primo Miraggio studia a Genova, e lì intraprende la carriera in polizia. In questo nuovo libro, che si muove all'interno dei 15 anni raccontati per sommi capi in “Primo Miraggio” uscito nel 2016, la sua vita non trascorre placida – posto che tale si possa considerare l’esistenza di un uomo come lui – in attesa della tanto agognata pensione, anzi! Questa volta Primo faticherà non poco, per tirare Mirna fuori dai guai. E che guai! Primo e Mirna sono reciproca fonte di sorpresa, gioia, preoccupazione, paura, complicità, confidenza, rispetto, considerazione e amore, ma stavolta, anche troppo, perché «ciò che nasce tondo non muore quadrato. Può diventare ovale, se proprio lo vuole… ». Due indagini complesse che traggono spunto da fenomeni sociali, come nella migliore tradizione noir: commercio di organi, e traffico di mogli, perché a conti fatti, sono affari di tutto rispetto.


    “Ciavai: Biteghe, fainâ, careghe”



    Vincitore del Premio O LEUDO per la sezione “Slogan pubblicitario della Liguria”, questo libricino è un concentrato di ironia, magistralmente bilanciata tra zeneize e italiano. Silvano Marini, chiavarese classe ‘37, ex bancario ora in pensione, dedica la sua attenzione alle vicende cittadine: dalla spazzatura ai ravioli, dal barbè di un tempo alla vita col computer. Non mancherà di strapparvi dei sorrisi, ma anche delle riflessioni. Ecco un assaggio.

    Spûssa de cementu!

    Stamattinn-a u Gian Ernestu
    u l’è andou, za bellu prestu,
    là, in-ta, Ciassa di coi,
    a catà, fa in giu, e poi,
    anda in po in-scia “Colmata”.
     “Cos’a l’è sta’ belinata,
    perché  tûttu stu rumure
    pe nu fa u depurature?”
    u se diva, camminandu,
    cian cianin, tra le pensandu .
    Tuttassemme,  
    gh’è in seu amigu
    (un de quelli là du figu!),
    che u ghe dixe
    “Vegni, andemmu
    in po a vedde, cusci semmu
    in pittin cose i veuan fà
    e perché tantu crià.”

    Sente dì, u Gian Ernestu
    (che de testa u l’è ben lestu),
    che purtà  in-scia ”Colmata“
    veuan a merda da vallata,
    tutta a spussa de Cicagna
    e anche quella de Lavagna,
    tutta a merda de Casarsa
    e de Sestri l’aegua marsa!
    (anche quella, poi, de chì
    e de Zuagi che u l’è lì).

    “Tutta a spûssa che a l’è in giu
    a vegnià da u nostru niu!“
    Cuntra, i dixan (se l’è vea),
    che “lì gh’emmu in-na minea,
    scì che a Ciavai tutti ricchi,
    scì  saiemu, e tantu ricchi! “
    Gian Ernestu, pe in mumentu,
    u stà lì c’u nasu au ventu,
    poi, da sulu “Mah! M’o-u sentu:
    saià spûssa de cementu!

    Tratto da CORFOLE! del 7/2018, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...