EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    benessere, cucina, edizione cartacea, locali, tempo libero, uscire

    di Michela De Rosa | 05 Ottobre 2017 | in categoria/e benessere cucina edizione cartacea locali tempo libero uscire

    Dal pascolo alla tavola: in Val Cichero, tra carne a KM0, gutin de vin e allegria

    Renato Casella con un pezzo di succulenta carne che a poca distanza diventa una gustosa tagliata, preparata al momento (su prenotazione) da Isa e Gabry della Trattoria Colomba. Più a chilometro zero di così!
    Dal pascolo alla tavola: in Val Cichero, tra carne a KM0, gutin de vin e allegria

    La piccola macelleria di un paesino è diventata la meta dei buongustai; e nei locali vicini si possono gustare la loro carne e altri prodotti locali

    Con quella faccia un po’ così, quel sorriso un po’ così che abbiamo noi della Val Cichero...Perché la prima cosa che si nota è che sono tutti gioviali, salutano per strada anche gli estranei, ti accolgono col sorriso e ci scappa perfino il bicchiere di vino. Sarà il panorama, sarà la natura così presente, sarà che mangiano bene. Che qui il “chilometro zero” è di casa. Una vera istituzione in questo senso è la macelleria Casella (aperta il sabato 07:00-12:00 e 15:00-19:00 e domenica 07:00-12:00 Tel 0185.357744 - 340.3210881),  meta di pellegrinaggio per i buongustai e per chi cerca carne sana e genuina. Si raggiunge camminando per qualche metro su una caratteristica stradina acciotolata, tra belle case in pietra, con i fiori sui balconi e il profumo di stufa accesa. Si arriva così in questa bottega fuori dal tempo, dove un lungo bancone fa mostra dei tagli del giorno, molti introvabili nei negozi commerciali.

    A svettare su tutto ci sono loro, i fratelli Renato e Davide (nell foto, a cui si aggiunge Paolo, assente quel giorno), due omoni con le guance rosse di montagna e la stazza di chi è abituato al lavoro all’aria aperta: quello con le loro 150 mucche “piemontesi” e “limusine”, che vengono portate a pascolare libere da marzo a novembre. Un’attività importantissima anche per l’ambiente perché ripuliscono ogni anno 80 ettari di terreno. Dove passano loro incendi non se ne sviluppano. Una attività di famiglia, iniziata trent’anni fa e decollata negli ultimi anni, grazie alla crescente consapevolezza nel consumatore del lato oscuro degli allevamenti intensivi, crudeli per gli animali e pericolosi per l’uomo, visto l’utilizzo di ormoni della crescita e antibiotici. Invece qui è tutta un’altra musica: campi, vacche, zeneize e un guttin de vin, de chellu bun. Perché nella bottega dei Casella, oltre all’assaggio della fettina di carne cruda “così sente com’è fresca che si scioglie in bocca”, tra una chiacchiera e l’altra e quelle risate sonore ci può scappare perfino il bicchiere di vino in allegria. E dove vi ricapita?

    I fratelli Davide e Renato Casella con la nuova generazione, già aiutanti nell'attività di famiglia: Ilaria, Alberto e Alessia.

    Si vende solo misto: così ce n’è per tutti
    “Sì, ma chissà che prezzi”, direte voi. Vi stupiremo: solo undici Euro al chilo, per una carne freschissima e soprattutto davvero sana e genuina. E c’è un’etica anche nella vendita:  per far sì che tutti trovino anche un po’ dei tagli più pregiati, qui si acquista in modalità “misto”, in modo che ad esempio il filetto non finisca in una sola casa ma ne resti per tutti. Per cui, ad esempio, insieme alla fiorentina da un chilo va preso anche mezzo chilo di bollito, di macinato o di spezzatino. E’ anche un modo per cucinare piatti sempre diversi, e il cliente abituale ormai ben gradisce questa condizione. Poi il primo martedì del mese c’è l’offerta speciale e i prezzi arrivano a otto Euro al chilo. E ora che è autunno arriva anche il maiale, con i suoi derivati.

    Dal pascolo alla tavola: dove gustare la carne della Val Cichero
    Come dicevamo, in Val Cichero mangiano bene e non fanno eccezione gli agriturismi e le trattorie. Nella vostra gita gastronomica avrete di strada due posticini dove ritroverete gli ingredienti locali, dalle verdure al miele, dai formaggi ai salumi e ovviamente la carne. E anche un’altra caratteristica locale: la giovialità. Così sia da Liliana e Renzo dell’agriturismo Cason de Larvego (333.2121161) che da Isa e Gabry della trattoria la Colomba (in foto - 0185.357740) non solo farete un pasto genuino, ma vi sentirete subito a casa.

    Tratto da CORFOLE! del 10/2017, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...