EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VENDO vendo lampadario in ferr...
    • VENDO vendesi biliardo carambol...
    • VENDO vendo moto honda vfr750 ...
    • VENDO pantaloni uomo taglia 52 ...
    • VENDO causa traslocco avendo a ...
    • VENDO vendo cucina economica m...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    attualita, edizione cartacea, itinerari, tempo libero, uscire

    di Michela De Rosa | 26 Giugno 2017 | in categoria/e attualita edizione cartacea itinerari tempo libero uscire

    #CORFOLETRAVEL TOUR PORTOGALLO - Coimbra in 2 giorni: la città universitaria e la biblioteca più antica con a guardia i pipistrelli!

    #CORFOLETRAVEL TOUR PORTOGALLO - Coimbra in 2 giorni: la città universitaria e la biblioteca più antica con a guardia i pipistrelli!

    Coimbra è una bella cittadina storica, sviluppata tra il fiume Mondego e la collina, in cima alla quale si trovano la maggior parte delle attrazioni. Sgambettando un po' queste si visitano in un giorno, ma sarete tramortiti, specie se ci andate in un periodo caldo e affollato, e vi perdereste anche il gusto di vivere la dolce atmosfera di questa cittadina pacata anche se piena di giovani: infatti qui c'è l'Università più antica del Portogallo e tra le più antiche d'Europa. Quindi il nostro consiglio è di fermarvi due giorni e visitare i vari monumenti nelle ore meno frequentate, ossia la mattina appena aprono e verso sera, quando in molti ripartono. Questo vi eviterà sia le insolazioni sia le lunghe code!
    Innanzitutto, se arrivate in treno, sappiate che ci sono due stazioni: Coimbra A, praticamente ai margini del centro cittadino e Coimbra B, che invece è lontana. Alcuni treni fermano solo nella stazione B, quindi nel caso dovrete prendere un altro treno per arrivare alla A o più semplicemente prendere un taxi, che qui sono piuttosto economici (circa 5€ per andare in centro)

    Pronti? Come abbiamo scritto nelle info utili per il Tour in Portogallo, mi raccomando SCARPE COMODE, ANZI COMODISSIME, e via!

    GIORNO 1 - Cominciamo la visita proprio dall'università (a questo sito trovate i prezzi dei vari biglietti: consigliamo pacchetto che comprende tutto) che occupa gli spazi dell’ex palazzo reale in cui vissero i primi re del Portogallo che stabilirono a Coimbra la capitale del regno. Fondata nel XIII secolo e Patrimonio mondiale dell'Unesco insieme a Rua da Sofia e alla parte alta della città. Appena varcherete il portone vi troverete nel Pátio das Escolas, una spianata gigantesca da cui potrete ammirare da un lato la cittadella universitaria e dall'altro il panorama della città fino al fiume.

    Qui l’università è una cosa molto seria e gli studenti amano indossare la tradizionale divisa nera con tanto di mantello. E considerando che a maggio già faceva caldo e noi pativamo in maniche corte, è evidente che ci tengono davvero molto! Ne avrete la conferma visitando il Palazzo Reale, in cui si trova la maestosa Sala dos Capelos, dove vi potrà accadere di vedere studenti dare gli esami in un’atmosfera solenne.



    Nel giro visiterete diverse stanze nobili ma il punto che ci è piaciuto di più è la passeggiata sulla lunga balconata a strapiombo del palazzo, da cui si gode una fantastica vista!


    Una volta usciti potete visitare la Capela de São Miguel una piccola cappella ma riccamente decorata di azulejos e con un imponente organo barocco con 3.000 canne!
     

    Pochi metri più avanti c'è la Biblioteca Joanina, tra le più importanti del mondo e che sembra uscita da un film. A preservare gli oltre 300.000 preziosi volum idisposti su bellissimi scaffali decorati con talha dourada (legno intagliato ricoperto da una lamina d’oro) ci sono... i pipistrelli, predatori degli insidiosi insetti ‘mangiacarta’.


    A questo punto se, come avvisa il cartello, siete in buona salute, non soffrite di cuore, di vertigini o di claustrofobia, potete salire i 184 scalini che occorrono per arrivare in cima al
    la torre, dove si trovano le campane che segnavano il ritmo delle lezioni e ammirare la splendida vista a 360º.



    DOVE MANGIARE?

    Per il pranzo o per uno spuntino vi consigliamo... la mensa dell’università! Non è uno scherzo, anzi dopo aver visto molte persone mangiare soddisfatte e avendola provata noi stessi, abbiamo scoperto che è una meta "nota" (ai più curiosi ;) ) perché si mangia bene e si spende pochissimo. Noi abbiamo preso una strana combinazione di carne e vongole e del manzo con patate: tutto ottimo! Per il caffé scendete nel bar due piani sotto e potrete godervelo in un ambiente suggestuivo, tra colonne antiche, vetrate futuristiche e il panorama della città. E poi volete mettere l'emozione di sentirsi ancora degli studenti!? ;)



    Una volta usciti dall'università a poche decine di metri alla vostra sinistra troverete il Museu Nacional Machado de Castro
    che conserva una collezione di sculture di grande valore, e fa conoscere la storia della città. Immancabile la foto tra gli archi del patio, meglio ancora se al tramonto.



    Dall'altro lato della strada troverete la Cattedrale Sé Nova e alle sue spalle il museo della scienza e della tecnica, che si divide in due sedi: in una potrete vedere strumenti scientifici antichi (e bellissimi!), l'aula antica tutta in lengo dove ancora oggi si tengono le lezioni, e un'impressionante collezione di animali impagliati e scheletri, tra cui quello enorme di una balena. Oggi la sensibilità verso gli animali porta giustamente a non approvare questo tipo di conservazione, ma occorre pensare che a quei tempi non c'erano altri modi per capire la natura e che se oggi possiamo capire così bene i nostri amici animali è proprio perché qualcuno li ha resi meno misteriosi.



    Ehmmm... questa imbalsamazione non ci sembra uscita molto bene: sembra una famiglia di leoni col botulino! :D


    Poi la guida ci ha spiegato le motivazioni, che risalgono al tipo di tecnica utilizzata all'epoca.

    Infine, scendendo verso la Baixa, la città bassa, troverete la Sé Velha, la cattedrale vecchia.


    GIORNO 2 -

    Lo potete dedicare alla Baixa, la città bassa, zona di negozi, le ottime pastellerie (pasticcerie) e caffè storici, come il Cafè de Santa Cruz, che conserva l'originario stile liberty e che si affaccia sulla piazza e sul Mosteiro de Santa Cruz che accoglie il sepolcro del primo re del Portogallo, Afonso Henriques.



    Le repúblicas - Passeggiando vi capiterà di vedere dei palazzi con graffiti, stendardi e oggetti che penzolano dai muri: si tratta delle Repúblicas. Edificati appositamente nel XIV secolo per dare alloggio agli studenti ad affitti accessibili, sono considerati anche delle vere e proprie occasioni di crescita e responsabilizzazione perché permettono ai ragazzi di imparare ad autogestirsi, fissare regole e organizzare eventi, acquisendo così anche un ruolo attivo nella vita della città. Ma le “repúblicas” sono state anche rifugio e protezione, un luogo dove la polizia non poteva entrare e che dava protezione a chiunque la cercasse, come i contestatori durante la dittatura. Sono quindi un simbolo di libertà, rispetto, responsabilità e solidarietà: un patrimonio simbolico di Coimbra e del Portogallo, dove il tipico casino giovanile non è malvisto ma anzi ben accetto.

     

    E per finire la giornata, una passeggiata nel verde e tra le attrazioni sull'altra sponda cittadina e una gita sul fiume.
    Iniziate visitando il padiglione Centro de Portugal nel Parque Verde del Mondego all'interno del bellisssimo e moderno Mondego Green Park dove potrete rilassarvi un po'. Poi attraversate il ponte pedonale Pedro e Inês, e vi troverete dall'altra parte della città dove potrete visitare
    il Mosteiro de Santa Clara-a-Velha, recuperato e salvato dalle acque del fiume che lo hanno più volte sommerso nei secoli, il Portugal dos Pequenitos, un parco che riproduce su scala ridotta i principali monumenti portoghesi, e i giardini Quinta das Lágrimas, scenario della storia d’amore fra D. Pedro e Inês de Castro. Per godere di una vista diversa della città consigliamo una gita in barca sul fiume Mondego, godendovi un meritato e il tramonto che colora le facciate di Coimbra e si riflette nell'acqua...





    Secondo un fado cantato dagli studenti, “Coimbra ha più fascino nell’ora dell’addio”, ma forse non sarà necessario arrivare a quel momento per scoprirlo …




    Se vi sono piaciuti non applaudete, ma.. tossite! A Coimbra il modo tradizionale di applaudire è con un colpo di tosse. Quindi se vi capitasse di sentire un "concerto" di tosse non siete capitati in mezzo a dei moribondi!

    LEGGI ANCHE
    > TOUR DEL PORTOGALLO: DA PORTO A LISBONA



     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...