EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VARIE cerco urgentemente garage...
    • VENDO vendo spolverino vintage ...
    • VENDO vendo giubbino uomo ecope...
    • CERCO LAVORO cerco lavoro part time ne...
    • VENDO vendo poltrona pelle colo...
    • VENDO vendo tastiera yamaha psr...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    COME ERAVAMO - Lo spremicarne: la cura per “deboli” e anemici.

    Sembra uno strumento medievale, ma si trova ancora in commercio

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    benessere

    02 Novembre 2016 | in categoria/e attualita benessere ecologia edizione cartacea

    "Bandiera Marrone 2016": è Recco la cittadina “più impestata” dai ricordini di Fido - Seguono Chiavari e Rapallo

    "Bandiera Marrone 2016": è Recco la cittadina “più impestata” dai ricordini di Fido - Seguono Chiavari e Rapallo

    ll Sindaco non risponde, la minoranza invece accoglie la sfida presentando in anteprima un progetto già in cantiere

     

    Sulla pagina social dei Mugugni di qualsiasi Comune compaiono ripetutamente post corredati di foto dei vari ricordini di Fido su marciapiedi, strade, sentieri, aiuole, parchi etc. Un problema che per molti si sta trasformando in un’emergenza: per i tanti negozianti costretti a pulire ogni giorno l’area di ingresso alla propria attività, ma anche per chi vuole solo fare una camminata in centro, una corsetta lungo i fiumi o portare i bambini al parco. Certo, padroni educati armati di sacchetti e magari anche di bottiglietta di acqua, che raccolgono come dovuto ce ne sono. Ma sono ancora molti quelli da educare. In tutto questo c’è poi a ricaduta il ruolo dell’amministrazione, che dovrebbe  manterere il decoro urbano e sanzionare i trasgressori. Per cui ci siamo chiesti: come sensibilizzare cittadini e amministrazioni sul tema? Beh, visto che tutte le città sono molto felici di ricevere la bandiera blu per il mare o quella arancione per l’ambiente, ci siamo inventati la Bandiera Marrone. Abbiamo lanciato su facebook il concorso “vota il comune più impestato” e, non a sorpresa, Recco ha sbaragliato la concorrenza. Già qualche anno infatti fa la cittadina era stata protagonista di un reportage che eseguimmo sollecitati dalle numerose segnalazioni.  Pare quindi che il problema sia dai cittadini ancora molto... sentito.

    La risposta dell’amministrazione
    Pur spiegando che il “premio” ha un intento ironico e di sensibilizzazione, che va alla città e non all’amministrazione e che avremmo pertanto consegnato la bandiera al primo cittadino in quanto rappresentante istituzionale offrendogli l’occasione per impegnarsi a nuovi provvedimenti, il sindaco Dario Capurro non ha ritenuto di dare risposte (nel caso volesse ripensarci lasciamo sempre diritto di replica). Un vero peccato, perché il segnale da parte dei cittadini è stato chiaro: il problema c’è, eccome. E se è vero che la colpa è dei padroni maleducati è anche vero che l’amministrazione può fare, e tanto. Abbiamo quindi cercato noi qualche spunto guardando cosa si fa in Italia e nel mondo.

    Bisso ritira la bandiera e annuncia la creazione di uno spazio gratuito per l’educazione e la salute canina
    Massimiliano Bisso, della minoranza comunale, ha colto in pieno il significato del “riconoscimento” e ci ha informati che pur avendo ben pochi margini di manovra, grazie al gruppo del Movimento Cinque Stelle proprio su questo problema è stato da poco rilevato un pezzo di terreno abbandonato che verrà riqualificato con uno spazio educativo dedicato all’amico Fido, con incontri con veterinari e specialisti in educazione cinofila. L’accesso sarà garantito senza alcun fine di lucro in una zona centrale della cittadina (Via Liceto) quindi accessibile a tutti. Lo spazio sarà sempre pulito e mantenuto con delle regole basate sul rispetto e l’educazione. Siamo certi che se la bandiera ha dato visibilità a questo problema (ricordiamo che sono stati gli stessi cittadini a votare), questa iniziativa contribuirà a prendere coscienza della necessità di regole e di rispetto per tutti.



    Le soluzioni possibili
    Se dal primo gennaio del 2005 il microchip per il riconoscimento degli animali è obbligatorio perchè non introdurre anche quello della registrazione del DNA? E’ il progetto sperimentale di Napoli, dove vengono analizzati i dna dei cani, dopodiché si analizzano le deiezioni trovate per strada, si risale all’animale e quindi si sanziona il proprietario, aggiungendo le spese. Pare che ciò abbia portato a una riduzione del 70% del fenomeno. A Parigi esistono marciapiedi con strisce che delimitano spazi dove i cani possono lasciare ricordini, mentre a Nizza sono predisposte zone arredate ad hoc. I costi però sono a carico di tutti. In Svizzera invece ricadono solo sui possessori: lo smaltimento delle feci ha causato al comune di Arth perdite pari a 37'000 franchi all'anno, contro 12’500 di entrate dalla tassa sui cani, che nel 2017 passerà quindi da 50 a 100 franchi per cane. A Londra invece i cartelli non solo minacciano multe ma informano che lasciare a terra le feci di un cane può diffondere diverse patologie, anche gravi.


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      DIRITTO UTILE - Comuni e videosorveglianza

       A cura dell'avv. Gabriele Trossarello - Contatti 0185.938009 redazione@corfole.comA seguito dell’entrata in vigore del decreto legge n. 11/09 (in seguito convertito in legge 23 aprile 2009, n. 38) in tema di sicurezza, contrasto ai reati di violenza sessuale e atti persecutori (c.d. stalking), è...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...