EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    A scuola vestiti da Napoleone o Ipazia? Un liceo ha usato il cosplay come metodo di studio: lo vorreste nelle nostre scuole?

    Un’idea che sarebbe lecito... copiare!Grazie a questo fenomeno i giovani stanno anche risc...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VARIE cerco una vecchia bici da...
    • VARIE buondi sun rapallin sulu ...
    • VENDO vendesi cassapanca genov...
    • VENDO vendesi nuovissimo , mai ...
    • VENDO vendo cell doro liberto b...
    • VENDO angoliera ikea in pino no...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Basta bastoncini: con "Il pesce dimenticato" riscopriamo il bonito, il sugarello, il potassolo, la cavalla, la boga, la palamita e i lanzardi

    Ri-imparare a conoscere il pesce, la sua provenienza, la freschezza, i tempi e i modi di cottura, ma ancor più ricominciare a riconoscere anche le varietà meno pregiate e note, ma spesso...

    A scuola vestiti da Napoleone o Ipazia? Un liceo ha usato il cosplay come metodo di studio: lo vorreste nelle nostre scuole?

    Un’idea che sarebbe lecito... copiare!Grazie a questo fenomeno i giovani stanno anche risc...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    diciamocelo

    Altro che Bandiere Blu, ecco quella Marrone! Il "riconoscimento" meno ambito del mondo va al comune più impestato (dai ricordini di Fido). Quale cittadina se la merita di più? Votate!

    Altro che Bandiere Blu, ecco quella Marrone! Il "riconoscimento" meno ambito del mondo va al comune più impestato (dai ricordini di Fido). Quale cittadina se la merita di più? Votate!

    Da tempo volevamo trattare questo argomento ma non sapevamo come fare perché la questione è sporca, molto sporca. Riuscire a raccontare il nocciolo del problema senza equivoci non è facile, anche se a dir la verità chi equivoca in queste situazioni ha la coscienza altrettanto sporca. Già otto anni fa (aprile 2008) avevamo lanciato una provocazione inventandoci la notizia dell’arrivo dell’”autovelox dei cani”, capace di cogliere Fido sul fatto e scattargli una foto insieme al padrone, che avrebbe così ricevuto una salatissima multa. Una goliardata per sensibilizzare le persone, ripresa persino da alcuni media nazionali. Ma da allora poco è cambiato.
    Anzi, aumentando il numero dei possessori di cani, aumenta la problematica. Ormai sulla pagina Facebook dei MUGUGNI di qualsiasi Comune compare ripetutamente qualche post corredato persino di foto dei vari ricordini su marciapiedi, strade, sentieri, aiuole, parchi e perfino negli androni dei palazzi! Gli amministratori fanno spallucce “perché i veri problemi sono altri” (in effetti il decoro urbano e il rispetto per i turisti qui in Liguria sono “un di più”...). E si limitano a mettere dei cartelli minacciando ipotetiche multe.

    Non che un giornale come il nostro, gratuito e volutamente senza appoggi e finanziamenti pubblici, debba risolvere i problemi, ma offrire consigli alla politica locale per tentare di migliorare quello spicchio di società in cui viviamo e lavoriamo è quasi un dovere.
    Così a questo giro abbiamo deciso di “farla grossa” e ci siamo inventati la BANDIERA MARRONE, da consegnare al “Comune più impestato del Levante”.

    Per una volta non un vessillo farlocco come quelli turistici che i Comuni comprano e poi strombazzano ai quattro venti, ma un riconoscimento votato dalla gente, senza filtri o censure come nel DNA del nostro giornale.

    Alla fine “premieremo” l’amministrazione con la bandiera che ha l’obiettivo di scuotere la coscienza in maniera continua. Sì perché se è vero che la colpa è principalmente dei padroni maleducati è anche vero che l’amministrazione può fare e tanto. Così come si multano le macchine se posteggiate fuori dagli spazi di pochi centimetri ecco che si possono multare davvero i padroni maleducati. Succede in altre nazioni, quindi è solo una questione di volontà politica ed è l’unico modo per avere le strade pulite. Con questa azione quindi non si vuole contestare l’animale in sé ma il comportamento di certi padroni animaniaci, neologismo che descrive coloro che ritengono gli animali superiori all’umanità e mettono in atto comportamenti del tutto asociali come lasciare ovunque i ricordini del loro beneamato.

    QUAL è IL COMUNE PIU' IMPESTATO? VOTA!
    La modalità è come sempre molto semplice:
    1) Vai alla pagina Facebook
    2) Metti MI PIACE alla pagina
    3) Vai all’album “BANDIERA MARRONE” e cerca la foto del Comune che vuoi votare. Si possono votare più comuni: ad es. quello in cui si abita e quello in cui si lavora, etc.
    > Si può votare fino alle ore 18 del 14 ottobre.
    > Tra tutti i votanti del Comune “vincitore” verranno estratti tre nominativi a cui verrà consegnato un simpatico premio!





     


    I commenti dei lettori
    :

    Buongiorno, nell'articolo vada dove ci sono le modalità per votare (sottolineate in giallo) e clicchi sulla scritta "BANDIERA MARRONE" (in blu). Verrà reindirizzato automaticamente alal pagina dell'album dove basta andare sulal foto del suo comune pe rmettere MI PIACE alla foto, valido come voto


    FEDERICO MARRE' BRUNENGHI:

    non riesco a trovare e quindi entrare nell'album "BANDIERA MARRONE".
    Come devo fare per votare il mio comune?
    Grazie-


    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      BUONMESE di Giansandro Rosasco - Terremotati (si nasce)

      Sto giro voglio parlare dei terremotati, non delle povere anime del centro Italia ma dei personaggetti che non perdono occasione per dimostrarsi tali. Da quella del Gr...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...