EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    A scuola vestiti da Napoleone o Ipazia? Un liceo ha usato il cosplay come metodo di studio: lo vorreste nelle nostre scuole?

    Un’idea che sarebbe lecito... copiare!Grazie a questo fenomeno i giovani stanno anche risc...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Impara l'arte (di cucinare) e non tenerla da parte! Continuano i mini corsi tematici tenuti dallo chef Giovanni Bottino. Qui ricetta per i "Canestrelli"

    Si apprendono le basi della cucina, si assaggia, si chiacchiera, si brinda e ci si diverte: il senso di questi incontri è migliorare le proprie capacità culinarie e socializzare, senza p...

    A scuola vestiti da Napoleone o Ipazia? Un liceo ha usato il cosplay come metodo di studio: lo vorreste nelle nostre scuole?

    Un’idea che sarebbe lecito... copiare!Grazie a questo fenomeno i giovani stanno anche risc...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    cultura, edizione cartacea, sport, storia locale, tempo libero

    di Simone Parma | 02 Marzo 2016 | in categoria/e cultura edizione cartacea sport storia locale tempo libero

    Carina Massone Negrone: la donna che conquistò il cielo. La storia dell'aviatrice di Bogliasco che sfidò il mondo (maschilista) del fascismo

    Carina Massone Negrone: la donna che conquistò il cielo. La storia dell'aviatrice di Bogliasco che sfidò il mondo (maschilista) del fascismo

    di Simone Parma

    Prima si dedicò al nuoto, allo sci, al tennis, alla pesca sportiva, al ciclismo e all’alpinismo e considerando che erano gli anni ‘30 poteva già essere abbastanza per essere considerata una donna all’avanguardia, visto che le donne dovevano essere relegate al ruolo di madre, casalinga “piacevole distrazione” e “spalla del marito”. Una mentalità stretta, come la Liguria, chiusa tra mare e monti. E anche se i paesaggi sono magnifici capita di sentirsi soffocare. Forse fu proprio quella la sensazione che ispirò Carina Massone Negrone ad appassionarsi al volo e agli aeroplani. Così, non paga delle sue esperienze, a 22 anni conseguì il brevetto di volo. Ma a Genova nel 1933 non esistevano né aeroporti, né piste di atterraggio e la sua prova di abilitazione partì direttamente "dallo specchio acque sotto la Lanterna"! Da quel giorno Carina iniziò a sfidare se stessa e il cielo conquistando diversi primati mondiali di altezza e di distanza.
    Per capire meglio l'audacia di questa donna dovete pensare che a quell'epoca, oltre alla quasi totale assenza di piste, radar e torri di controllo, gli aeroplani erano di legno. Solo legno ricoperto da stoffa, un posto a sedere, busto esposto all'aria e al freddo (a più di 5.000 metri la temperatura arriva anche a - 64!) e testa protetta soltanto da un elmetto di cuoio. Ma erano aspetti che già conosceva visto che già aveva all’attivo un record di volo, ottenuto raggiungendo la quota di oltre 5000 metri a bordo di un velivolo anfibio.
    Con queste premesse, nel 1935, Carina, decise di sfidare un’aviatrice francese che deteneva il record di altezza, con quota 11.289 metri. Per prepararsi all’impresa si sottopose a mesi di pesante allenamento, lo stesso praticato dai suoi colleghi maschi. L’aeroplano che dovrà pilotare è il biplano Caproni Ca.113, modificato con un motore più potente col quale l’anno precedente un altro famoso recordman dell’aviazione italiana, Renato Donati, aveva conquistato il record di altezza superando i 14.000 metri. Per la cronaca, subito dopo l’atterraggio Donati svenne. Forse anche per questo i medici consigliarono a Carina di non superare l’altezza di 11.000 metri, rinunciando al record qualora avesse avvertito difficoltà respiratorie. Carina effettua un perfetto decollo, sale in quota, la temperatura scende fino a -35° e l’ossigeno diminuisce sensibilmente... comincia ad avvertire un certo stordimento, ma lei continua imperterrita a salire, finché sente di aver raggiunto il suo limite; allora livella il velivolo e inizia la discesa, fino al perfetto atterraggio.
    I dati di volo confermano che Carina ha toccato quota 12.043 metri, 754 metri in più del record precedente, segnando un record ancora imbattuto per la categoria degli aeroplani ad elica. Il successo le viene riconosciuto con una medaglia d’oro al valore sportivo, ma soprattutto la colloca nella storia italiana del volo. Le voci dell'impresa arrivarono sino ad Italo Balbo, esponente di vertice dell'aviazione fascista, che, in barba alla visione maschilista di quel periodo, celebrò pubblicamente Carina, con tanto di foto ricordo e dedica. La definì addirittura "signora dei cieli", una vera rarità per quell'epoca.



    Continua sotto














    Di quando si trovò per caso a un raduno di Vespa... e lo vinse!
    L'altezza però non era sufficiente per placare la sua sete di avventura. Così nel 1954 volò da Ghedi (Brescia), sino a Luxor in Egitto. Quasi 3.000 chilometri in tredici ore e 34 minuti, da sola, sorvolando tutta l'Italia e il Mar Mediterraneo. Carina era così, tenace, imprevedibile e un po' folle. I racconti su di lei narrano che nel 1955 fu incaricata del trasporto di un aereo Piaggio da Genova al principe di Monaco. Una volta giunta nel principato si imbatté in un raduno di vespisti ed in una gara di nuoto. Partecipò ad entrambi e indovinate un po'? Li vinse! A 44 anni!  
    Come se non bastasse  questa vita intensa e ricca di avventure Carina è rimasta nella storia italiana e ligure in particolare perché, alle 10:27 del 30 Settembre 1959, fu la prima a far atterrare un aeroplano sull’appena costruito Aeroporto Cristoforo Colombo di Genova, di cui era stato promotrice e accanita sostenitrice sin dal primo momento.
    Rimase attiva nel mondo del volo per tutta la vita: partecipò a molte competizioni internazionali, conquistò vari primati mondiali e fondò una scuola di pilotaggio.
    È scomparsa nel 1991, all’età di 80 anni, a Bogliasco, dove era nata. Nel 1996 le Poste Italiane le hanno dedicato un francobollo della Serie “Donne famose”.



    Tratto da CORFOLE! del 3/2016, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Impara l'arte (di cucinare) e non tenerla da parte! Continuano i mini corsi tematici tenuti dallo chef Giovanni Bottino. Qui ricetta per i "Canestrelli"

    Si apprendono le basi della cucina, si assaggia, si chiacchiera, si brinda e ci si diverte: il senso di questi incontri è migliorare le proprie capacità culinarie e socializzare, senza p...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      BUONMESE di Giansandro Rosasco - Terremotati (si nasce)

      Sto giro voglio parlare dei terremotati, non delle povere anime del centro Italia ma dei personaggetti che non perdono occasione per dimostrarsi tali. Da quella del Gr...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...