EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • REGALO nuova enciclopedia illust...
    • VENDO lampadario x soggiorno pr...
    • VENDO cassetta / valigetta in m...
    • IMMOBILIARE cerco garage/magazzino pe...
    • VARIE cerco tecnico per riparaz...
    • VENDO macchina per maglieria se...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Metti in tavola le nocciole di Chiavari: dopo decenni di abbandono riprende l'antica produzione locale, ora tutelata da un marchio (RICETTA BISCOTTI DELLA GIOIA!)

    Il forno acceso, le mani in pasta, il profumo di dolci in tutta la casa... cosa c’è di più festoso? Abbiamo pensato allora di proporvi una ricetta ...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    cultura, edizione cartacea, itinerari, storia locale, uscire

    di Cristina Parente | 07 Luglio 2014 | in categoria/e cultura edizione cartacea itinerari storia locale uscire

    Stranezze locali: a Santa Margherita le statue... camminano

    Stranezze locali: a Santa Margherita le statue... camminano

    A Santa Margherita molte statue sono state realizzate come pretesto per costruire grandi opere pubbliche o... per evitarle. Sontuosi busti e valorosi uomini a cavallo non sono soltanto onorificenze per gloriosi personaggi storici e politici, ma nascondono curiosità e aneddoti al limite del surreale. Lo racconta Renato Dirodi, ex assessore all’urbanistica del comune, ora commerciante e soprattutto studioso di storia locale, nel suo libro “Statue che camminano”, storia inedita dei monumenti sammargheritesi, discusso a fine giugno presso l’Associazione “Spazio Aperto” .

    I Giardini a mare? Si devono alla genialata di una statua a cui non si poteva dire di no
    Gli importanti mutamenti urbanistici che hanno interessato Santa Margherita a cavallo tra 1800 e 1900 sono stati resi possibili grazie all’ingegnosa attività politica di Angelo Rainusso, nominato ben sette volte sindaco tra il 1880 al 1923, periodo durante il quale trasformò la cittadina “da“umile borgata a doviziosa città”, come riportato sulla sua tomba. Una delle sue principali realizzazioni urbanistiche fu quella dei Giardini a mare. Qui il progetto di riempire il vecchio porto, caduto in disuso dopo la costruzione del nuovo nel 1860, non era stato approvato  a seguito dell’opposizione del Ministero, sollecitato  dai  proprietari dei palazzi antistanti. La “genialata” dell’acuto sindaco fu di riproporre il progetto prevedendo la collocazione di una statua di Vittorio Emanuele II al centro del riempimento. All’epoca regnava Umberto I (foto 1) e quindi nessuno poteva opporsi all’innalzamento di un monumento a favore del padre del re e fautore dell’unità d’Italia. Nel 1912 fu la statua di Cristoforo Colombo (foto 2), inaugurata il 12 ottobre 1892 in Piazza del Comune in occasione del quarto centenario della scoperta dell’America, ad essere spostata nella zona dei giardini. La statua era stata pagata dalla Società istruttiva margheritese ligure Cristoforo Colombo fondata da 116 emigrati da Santa a Buenos Aires, e il cui primo presidente Domizio Lastreto fu, una volta rientrato definitivamente in patria, eletto sindaco nel 1914, oggi sepolto vicino al sindaco Rainusso. Al posto di Colombo in Piazza del Comune, venne posato nel 1913 la statua del senatore Giacomo Costa (foto 3 l'originale e foto 4 quel che ne rimane oggi), oriundo di Santa Margherita, ministro di grazia e giustizia nel governo Rudinì. Il monumento fu in seguito traslocato in Piazza San Siro e poi demolito il basamento. Ne restano le statue che giacciono pressoché abbandonate nel giardinetto di Villa delle rondini di proprietà comunale, e proprio Renato Dirodi,  nel suo intervento di sabato scorso, ha chiesto alla nuova amministrazione, rappresentata dall’assessore alla cultura Betty Tassara di ricercare una più degna collocazione per il concittadino Costa.

    ..di come la statua di Tizio si trasfmormò in quella di Caio per bloccare la costruzione di una caserma
    Ma abbiamo anche il fenomeno opposto, ossia innalzare una statua con lo scopo di vietare un’opera pubblica. E’ il caso del monumento a Umberto I, fatto realizzare con il preciso intento di non far costruire la caserma della Guardia di Finanza dietro il porto. Si costituì un comitato pro-monumento che si diresse nelle cave di marmo di Carrara per commissionare la statua ma, ahimè costava troppo, così la leggenda, o, se vogliamo, la storia tramandata di padre in figlio, dice che un commerciante di monumenti aveva in magazzino una statua raffigurante il generale Belgrano, eroe nazionale argentino. Ebbene, con un mirato restyling gli cambiarono i connotati per farne un Umberto I (foto 1) a costo abbordabile.

    Mazzini sfrattato dalla prima strada per Rapallo
    Prima del Novecento la viabilità di Santa Margherita era scarsa anche a causa dei tre torrenti che la percorrevano: San Siro, Magistrato e Nozarego. Il corso d’acqua San Siro divideva la zona Ghiaia dal centro e anche qui un monumento, quello a Giuseppe Mazzini (foto 5) , venne utilizzato per indurre il demanio a concederne celermente la copertura.  Quando venne poi realizzata la strada per S. Lorenzo, che attraverso corso Rainusso, sfociava  proprio  nello spazio davanti all’odierno cinema Centrale,  dov’era collocata la statua del grande repubblicano, la stessa fu spostata nella piazza del Municipio “sfrattando”, come abbiamo detto prima, il povero Giacomo Costa.
    Se le statue potessero parlare, come nel celebre film di Silvio Soldini, Il comandante e la cicogna, sarebbero in grado di raccontarci la vera storia di tante città, città che hanno cambiato volto grazie ai tanti volti che le rappresentano.



    Tratto da CORFOLE! del 7/2014, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


    Altre immagini collegate alla notizia:


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      La mediazione civile e commerciale diventa obbligatoria: ecco perché

      Con il Decreto del FARE il Governo ha inserite importanti novità correttive rispetto al vecchio sistema introducendo l’obbligatorietà ad affrontare le controversie con l’ausilio della mediazione civile. Il motivo è molto semplice: da una parte la mediazione offre al cittadino uno strumento più semplice e veloce con tempi e costi certi, dall’altra ha l&...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...