EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VENDO vendo fotocamera reflex n...
    • IMMOBILIARE cerco posto auto/garage/t...
    • VENDO chitarra non da bambini.....
    • VENDO vendo n.6 bicchieri birra...
    • VENDO vendo camera matrimonial...
    • VENDO vendo n. 2 lettini ortope...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    POLLO, PINOLI E CAPPERI

    per 4 persone: 1 pollo di Kg. 1,500, Gr. 50 di capperi sotto sale, Gr. 40 di pinoli, 1 mazzetto di prezzemolo, 2 spicchi d’aglio, 1 bicchiere di vino bianco secco, 2 cucchiai d’olio extrav...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    attualita, games e techno, tempo libero

    18 Maggio 2012 | in categoria/e attualita games e techno tempo libero

    GAME WORLD - E' morto Jack Tramiel, il papà del Commodore 64. Aveva 83 anni

    GAME WORLD - E' morto Jack Tramiel, il papà del Commodore 64. Aveva 83 anni

    Questa è una di quelle notizie che ti lasciano l’amaro in bocca, perchè sembra come aver perso una parte importante dell’adolescenza, quando per la prima volta a 12 anni, spalancai le mandibole davanti a quella strana tastiera marroncina e nera, ma che proiettava sul televisore fantastiche meraviglie ad 8 bit. Per me scrivere queste righe per ricordare Jack Tramiel, non solo è doveroso, ma la sua memoria per me è alla pari, se non di più di tanti altri personaggi più blasonati.

    Eh si, Jack Tramiel è una di quelle persone che hanno davvero fatto la storia della tecnologia. E’ stato il primo a proporre un home computer che fosse per le masse e non per le classi più abbienti … Per la prima volta fu possibile avere in tantissime case, un vero computer con cui anche programmare righe di codice se si conosceva il linguaggio basic. 

    Se siete dei quarantenni come me, non potete non ricordare le serie Commodore che ci ha accompagnato per tutta l’adolescenza, a cominciare dal Vic 20, per passare al Commodore 16 e arrivare al leggendario Commodore 64 (che ho tutt’ora in cantina) …

    La storia di Tramiel è davvero leggendaria, nato in Polonia nel 1928, dopo l’occupazione dei tedeschi, nella seconda guerra mondiale, fu deportato nel campo di concentramento di Auschwitz insieme ai genitori. Poi lui e suo padre furono mandati in un campo di lavoro ad Hannover mentre la madre restò ad Auschwitz. Suo padre morì di tifo poco dopo, e anche Jack  pensava che sarebbe stato ucciso di li a poco, ma venne salvato nel 1945 dagli americani.

    E proprio in America emigrò nel 1947 dove si arruolò nell’esercito ed imparò a riparare macchine da ufficio, soprattutto le macchine da scrivere. Nel 1953 lavorò come tassista e mise abbastanza soldi da parte per comprare un negozio di riparazioni nel Bronx, che chiamò Commodore Portable Typewriter Company. Scelse il nome Commodore, perchè voleva che fosse un nome con affinità militari e soprattutto che ne rispecchiasse i più alti gradi (in italiano significa appunto Commodoro).

    Iniziò con quello che aveva imparato nell’esercito, ovvero riparare macchine per scrivere, ma con l’aiuto di nuovi investitori, Tramiel passò ad acquistare una ditta tedesca che faceva calcolatrici e negli anni 70, la Commodore fu una delle più importanti produttrici di calcolatrici, basate sui famosissimi chip della Texas Instruments. La stessa Texas Instruments però poco dopo entrò nello stesso mercato, producendo da se le calcolatrici, abbattendone anche i costi, poichè la Texas assemblava da sola i propri prodotti.

    A questo punto Tramiel dovette trovare un altro produttore di chip per continuare a stare sul mercato delle calcolatrici e comprò una piccola società nella Pennsylvania che versava in cattive condizioni finanziare, la MOS, che diventò parte della Commodore.

    Proprio un ingegniere della MOS, Chuck Peddle, l’uomo che progettò il chip 6502, convinse Tramiel che le calcolatrici avevano fatto il loro tempo e che i computer ben presto ne avrebbero preso il posto.

    MOS Technology aveva infatti prodotto l’anno precedente il MOS KIM-1, essenzialmente una scheda madre di test per aiutare gli sviluppatori che utilizzavano il MOS 6502. Questo prototipo di computer, venduto a 245 dollari, aveva però riscosso un successo superiore alle aspettative, venendo comprato anche da semplici amatori.

    Tramiel vide le potenzialità di questo nuovo mercato e dette il via libera a Peddle per la realizzazione di un home computer derivante dal KIM-1. Peddle studiò quindi una macchina basata su quel prototipo, a cui aggiunse un chip video per la visualizzazione dei dati su monitor, 4 KB di RAM, un interprete BASIC della Microsoft, ed assemblò il tutto in un case che includeva lo stesso monitor, una tastiera ed un registratore a cassette. Nacque così il Commodore PET, venduto ad un prezzo di 599 dollari. Il PET fu presentato a gennaio del 1977 nella catena di negozi Radio Shack, nella previsione che fosse venduto anche lì, e poi alle successive fiere West Coast Computer Faire e Chicago Consumer Electronics Show. In quell’anno furono presentati anche altri home computer quali l’Atari II o il TRS-80, ma la Commodore ebbe il grosso vantaggio di riuscire a distribuire il PET a livello mondiale nel giro di pochi mesi. Il PET fu un successo soprattutto in ambito didattico grazie al fatto che incorporava tutto il necessario per funzionare: una tastiera per immettere i dati, un monitor per vedere i risultati, un registratore per salvare i programmi.

    Ma mentre i prezzi calavano i clienti si accorsero che il monitor monocromatico del PET (testo verde su sfondo nero) non era il massimo visti anche i colori disponibili sulle offerte dalla concorrenza, come l’Apple II o l’Atari 800, che potevano addirittura essere collegati ad un comune televisore come sostituto economico di un monitor dedicato. La Commodore rispose nel 1980 presentando il Commodore VIC-20, un computer dotato di un nuovo chip grafico con un supporto elementare ai colori che ebbe un grande successo. Nel 1982 nacque il Commodore 64, il computer più diffuso di tutti i tempi, con 30 milioni di unità vendute. Nel 1984 i ricavi delle sue vendite superarono il miliardo di dollari.

    Fu durante quel periodo d’oro per la Commodore che Tramiel coniò la sua famosa frase “Dobbiamo costruire computer per le masse, non per le classi” (We need to build computers for the masses, not the classes) ….

    E direi che Jack c’è riuscito alla perfezione, anche se poco dopo, iniziò il declino, poichè fu costretto ad abbandonare la società da lui stesso fondata per attriti tra lui e uno degli investitori più importanti  (Jobs ha replicato lo stesso destino).

    Ma io voglio ricordarlo così, come colui che riuscì a farci entusiasmare per primo alla tecnologia, ad avere la soddisfazione di giocare a casa con giochi che all’epoca riempivano i bar in cui buttai tutte le mie paghette …

    Ad avere la gioia di far funzionare le mie prime righe di codice, acquistando le prime riviste in edicola tutte dedicate al mitico Commodore 64 …

    Ciao Jack … grazie infinite per tutte le tue intuizioni e per aver contribuito fortemente a trasformarmi in ciò che oggi faccio anche per lavoro, ma soprattutto per passione  … Grazie per averci reso protagonisti di questo fantastico mondo della tecnologia !

    Fonte Michele aka PhenoMik
    http://techcrunch.com/2012/04/09/jack-tramiel-founder-of-commodore-international-dies-at-83/?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+Techcrunch+%28TechCrunch%29




     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      FISCO E LAVORO - IL BONUS MOBILI E ARREDI

      E’  anche online sul canale YouTube delle Entrate un nuovo filmato che illustra come e quando poter richiedere la detrazione delle spese sostenute per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici da utilizzare per l’arredo di un immobile ristrutturato. L’agevolazione  ripartita in 10 anni è pari al 50% delle spese effettuate e va calcolata su un importo massimo...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...