EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    CALENDARIO EVENTI FEBBRAIO: sagre, mercatini, concerti, spettacoli, teatro, mostre, corsi, ristoranti e molto altro

    Clicca sull'immagine per ingrandirla.(Il calendario si riferisce agli eventi noti alla chiusura del numero)

    CALENDARIO EVENTI FEBBRAIO: sagre, mercatini, concerti, spettacoli, teatro, mostre, corsi, ristoranti e molto altro

    Clicca sull'immagine per ingrandirla.(Il calendario si riferisce agli eventi noti alla chiusura del numero)

    IL MERCATINO DEL LEVANTE

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    CALENDARIO EVENTI FEBBRAIO: sagre, mercatini, concerti, spettacoli, teatro, mostre, corsi, ristoranti e molto altro

    Clicca sull'immagine per ingrandirla.(Il calendario si riferisce agli eventi noti alla chiusura del numero)

    CALENDARIO EVENTI FEBBRAIO: sagre, mercatini, concerti, spettacoli, teatro, mostre, corsi, ristoranti e molto altro

    Clicca sull'immagine per ingrandirla.(Il calendario si riferisce agli eventi noti alla chiusura del numero)

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    attualità

    03 Maggio 2011 | in categoria/e attualita

    In ricordo di Vittorio III Arata, detto Banni - Un uomo granitico, anzi di pietra, anzi tenero

    In ricordo di Vittorio III Arata, detto Banni - Un uomo granitico, anzi di pietra, anzi tenero'Banni' con una delle nipotine

    Vittorio III Arata è nato il 20 ottobre del 1933 a Cicagna ed è mancato il 18 maggio 2010 spiazzando un po’ tutti, perché nonostante la malattia che da tempo lo debilitava aveva quella tempra da ‘uomo tutto d’un pezzo’ che lo faceva sembrare... granitico. E l’associazione della sua figura a una pietra non potrebbe che renderlo felice perché è vero che quella degli Arata è una storica famiglia di ardesiaci, ma la sua passione per le pietre andava ben oltre il lavoro. ‘Ne conosceva ogni minima caratteristica’, racconta la figlia Federica, oggi al timone dell’azienda insieme alla madre Maria Teresa, facendosi portavoce anche della sorella Annamaria che vive in Svizzera.  Ed ecco la prima curiosità: oltre ad essere i precursori nel settore dell’oro nero della Fontanabuona gli Arata avevano una delle tante piccole centrali elettriche che allora davano energia al territorio e che fu loro confiscata negli anni ‘60 per realizzare il servizio nazionale: ‘Mio padre era quindi abituato ad avere la corrente gratuita e così mia madre passò gli anni ad andargli dietro di stanza in stanza per spegnere le luci che lui puntualmente lasciava accese.’
    Ma la personalità di questo uomo si racchiude nei suoi nomi: tanto è ridondante quello ufficiale, Vittorio III Arata, tanto è semplice quello con cui tutti lo conoscevano, ‘Banni’. Una duplicità che si manifestava nella vita come nel lavoro. Per lui niente completo ingessato tipico dei capitani di azienda ma abiti da lavoro; le mani non erano quelle curate dei manager, ma sempre impolverate come quelle dei suoi operai. Perché l’azienda la dirigeva partendo dalla cava e seguendo la ‘sua’ ardesia in ogni passaggio. Mani sporche sì, ma mente lucida. Da vero condottiero. E non sorprende quindi che chiedendo a Federica quale fosse la caratteristica principale di suo padre la risposta sia ‘l’inesauribile curiosità’.  Curiosità e manualità, un’accoppiata che ha decretato il suo successo: ‘Aveva la passione per l’invenzione e i macchinari, andava a tutte le fiere meccaniche e prendeva più manuali  possibili per poi studiarseli. Con i fratelli Bisso e altri amici si divertiva a immaginare nuove macchine e poi realizzarle.’
    Nel settore ardesiaco è stato infatti un precursore inventando nuovi macchinari e modi di lavorare. Voleva sempre l’avanguardia: alla Euroslate per prima sono arrivati il controllo numerico, le fotocellule e i primi robot antropomorfi (ossia i robot che ricalcano sembianze e lavori umani). E seppur costruita negli anni ‘60, la fabbrica stessa è una struttura all’avanguardia: oltre ad avere tutti gli impianti sotto al pavimento in modo da non avere cavi e tubi ad intralciare pericolosamente i passaggi, ha una capriata unica che permette di non avere neanche un pilastro e poter così utilizzare il carro ponte per tutta la lunghezza della fabbrica. Un vantaggio impressionante per un’azienda che mobilita lastre di pietra di tonnellate. Però la merce si deve anche caricare e scaricare agevolmente e per questo per Banni ‘una fabbrica senza porte non vale niente’. Poi tante finestre, per lavorare con la luce naturale. Instancabile fisicamente e mentalmente, in azienda era onnipresente: arrivava per primo e se ne andava per ultimo e aveva un metodo molto particolare per iniziare la giornata: ‘guardava in faccia gli operai e se qualcuno aveva sonno lo spediva a casa a dormire perché era consapevole della pericolosità del lavoro, e che non si può affrontarlo da addormentati. Sulla sicurezza era intransigente.’
    E dopo una giornata di lavoro, tornava a casa e si metteva a leggere, se non a studiare: a 40 anni ha voluto imparare l’inglese per parlare col mondo e a 70 il portoghese per gestire i contatti in Brasile. Una mentalità proiettata verso il mondo e il futuro: ‘Ci ha fatto studiare all’estero e voleva che ci trasferissimo in America perché vedeva molte opportunità. E poi, per chi come lui ha dovuto strappare qualche metro di piano a una terra montuosa, vedere tutta quella pianura era spiazzante. Ricordo una volta a Pisa, si guardò intorno e disse ‘ma guarda quanta pianura per costruire hanno qui!’. Era il suo cruccio. Il mio ricordo è cristallizzato nel suo amore per la conoscenza e la sua condivisione. Leggeva la stampa estera perché diceva che non si può vivere senza sapere cosa accade nel mondo. Ci raccontava tutto quello che sapeva e tutto quello che gli passava per la testa. Con lui ho passato la vita a formarmi’.  Il suo unico vezzo erano le auto, ‘ogni anno il pellegrinaggio al Salone di Ginevra. E quando sono uscite le ibride (motori carburante ed elettrico) ci ha obbligati a passare a quelle’.
    E come spesso accade con gli uomini del suo genere, riservava alla famiglia il suo lato più intimo: ‘A dispetto dell’apparenza era un uomo tenero. Amava la natura, era pieno di attenzioni, si commuoveva e giocava per ore con le nipotine Giulia e Virginia Maria, facendosi quasi comandare da loro’
    Durante questa lunga chiacchierata Federica ha spesso ricordato che suo padre ‘non aveva un bel carattere’. In effetti nelle occasioni in cui l’ho incontrato mi ha dato l’immagine di una persona quantomeno difficile. Così questo ritratto intimo è ancora più sorprendente. E me lo immagino a disquisire con San Pietro sul numero delle chiavi, che si sa, un Paradiso senza porte non vale niente...
    Michela De Rosa
    Commenta e inoltra


    Tratto da CORFOLE! del 5/2011, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


     


    I commenti dei lettori
    SERGIO MARIA REDAELLI:

    PIU' CHE UN COMMENTO, QUALCHE AFFETTUOSO, NOSTALGICO RICORDO.
    ERAVAMO NON SOLAMENTE COMPAGNI DI SCUOLA MA ADDIRITTURA COMPAGNI DI BANCO...!!! BONARIE GOMITATE E CALCI NEGLI STINCHI. - AI COMPITI IN CLASSE ARRIVAVA SEMPRE SENZA I FOGLI E IO A PRESTAGLIELI... MAI RESI! MA ALTRETTANTO SE AVEVI BISOGNO NON SI TIRAVA INDIETRO. ANDAVAMO, AVEDERE PASSARE IL GIRO D'ITALIA SULLA COLLINA DELLE GRAZIE. IO BARTALIANO, LUI COPPISTA. UN GIORNO IN OCCASIONE DEL PASSAGGIO DEL GIRO, SCHERZANDO, AVEVO DETTO CHE AL PASSAGGIO DI COPPI GLI AVREI TIRATO UNA CIAPPA NEI RAGGI DELLA BICICLETTA, SI ERA INCAZZATO COME UN MATTO TANTO E' VERO CHE HO PREFERITO...SPARIRE! (ALMENO PER TUTTO QUEL GIORNO) - COMPAGNO DI BANCO A SCUOLA FIGURIAMOCI, CI SAREBBE DA SCRIVERE UN ROMANZO. MI HA FATTO TANTO PIACERE RICORDARLO, ANCHE SE DAI TEMPI DELLO STUDIO, NON CI SIAMO PIU' VISTI NE FREQUENTATI, ALL'INFUORI DI QUALCHE SPORANEO BREVE INCONTRO. COME E' PASSATO IL TEMPO...!!!


    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    CALENDARIO EVENTI FEBBRAIO: sagre, mercatini, concerti, spettacoli, teatro, mostre, corsi, ristoranti e molto altro

    Clicca sull'immagine per ingrandirla.(Il calendario si riferisce agli eventi noti alla chiusura del numero)

    CALENDARIO EVENTI FEBBRAIO: sagre, mercatini, concerti, spettacoli, teatro, mostre, corsi, ristoranti e molto altro

    Clicca sull'immagine per ingrandirla.(Il calendario si riferisce agli eventi noti alla chiusura del numero)

    CALENDARIO EVENTI FEBBRAIO: sagre, mercatini, concerti, spettacoli, teatro, mostre, corsi, ristoranti e molto altro

    Clicca sull'immagine per ingrandirla.(Il calendario si riferisce agli eventi noti alla chiusura del numero)

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      FISCO E LAVORO -COME FRUIRE DEL NUOVO CONGEDO DI PATERNITÀ

      Con La legge 28 giugno 2012 n.92, è stato introdotto in via sperimentale per il triennio 2013-2015 il nuovo congedo di paternità. Il padre lavoratore dipendente, entro i 5 mesi dalla nascita del figlio, ha l’obbligo di astenersi dal lavoro per un periodo di un giorno, e può astenersi per un ulteriore periodo di 1 o 2 giorni, anche continuativi, previo accordo con la madr...

      CALENDARIO EVENTI FEBBRAIO: sagre, mercatini, concerti, spettacoli, teatro, mostre, corsi, ristoranti e molto altro

      Clicca sull'immagine per ingrandirla.(Il calendario si riferisce agli eventi noti alla chiusura del numero)

      CALENDARIO EVENTI FEBBRAIO: sagre, mercatini, concerti, spettacoli, teatro, mostre, corsi, ristoranti e molto altro

      Clicca sull'immagine per ingrandirla.(Il calendario si riferisce agli eventi noti alla chiusura del numero)

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      CALENDARIO EVENTI FEBBRAIO: sagre, mercatini, concerti, spettacoli, teatro, mostre, corsi, ristoranti e molto altro

      Clicca sull'immagine per ingrandirla.(Il calendario si riferisce agli eventi noti alla chiusura del numero)