EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VENDO camera a ponte in legno t...
    • VENDO tavolino bianco in legno ...
    • REGALO ho tagliato 2 abeti di ci...
    • VENDO vendo 4 ruote per suzuki ...
    • VARIE cerco gatto bengala masch...
    • VENDO vendo cyclette modello at...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    VINI DI LIGURIA -Le “Cantine Bregante” di Sestri Levante:una storia iniziata nel 1876

    Tutto ha inizio nel 1876 quando Bartolomeo Bregante, trisavolo di Ferdinando, l’attuale titolare, iniziò a navigare nel Mediterraneo con una piccola flotta di Leudi, tipica imbarcazione r...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    edizione cartacea, storia locale

    di Simone Parma | 13 Dicembre 2016 | in categoria/e edizione cartacea storia locale

    L'alloro addobbato con pasta e fichi secchi, le scarpe nuove "per finta", il rito del pandolce e tra i regali più attesi zucchero a cubetti e i canditi: Albertina ci racconta il Natale di una volta

    L'alloro addobbato con pasta e fichi secchi, le scarpe nuove "per finta", il rito del pandolce e tra i regali più attesi zucchero a cubetti e i canditi: Albertina ci racconta il Natale di una volta

    La stufa economica, qualche candela, i rami di ginepro o di alloro addobbati con pasta e fichi secchi. Fuori probabilmente nevicava, più che oggi. E i doni, semplici ma preziosi, li portava Gesù Bambino.
    Albertina ci riporta a quell’atmosfera, raccontandoci gli usi, le speranze e le tradizioni

     

    GUARDA IL VIDEO E ASCOLTA I SUO RACCONTO

    La porta chiusa a chiave e la fetta di pandolce per i viandanti
    Il giorno di Natale il padre di famiglia chiudeva la porta a chiave cosicché nessuno potesse disturbare la quiete. Il tempo si fermava, scandito dai rituali: la poesia, la preghiera, i cibi tradizionali. Il pandolce era uno delle cose più attese e veniva preparato settimane prima, poi custodito nelle cantine e nelle dispense. Ma la fame quando si è piccoli difficilmente riesci a controllarla: «La tentazione di assaggiarlo prima di tutti era troppo forte, così con altre due amiche ne prendemmo uno, che era anche il più grosso! Ne mangiammo l’interno, aprendo il fondo e scavandolo, lasciando intatto il resto così quando mia nonna se ne accorse diede la colpa ai topi, ma la interruppi e le dissi: “Nonna i ratti siamo stati io e le mie amiche!”». C'erano poi gesti ormai perduti: era sempre il più vecchio a tagliare la prima fetta di pandolce, che poi si lasciava per il povero, il viandante, che ne avrebbe potuta chiedere una passando fuori da casa. Un successe per davvero: «eravamo tutti seduti a tavola quando un povero suonò alla porta e lì per lì ci spaventammo, poi gli portai il piattino con la fetta di pandolce e lui si mise a piangere dalla commozione».
     
    Tra i regali più attesi lo zucchero a cubetti e i canditi
    Spesso erano fatti in casa, ma ce n’era qualcuno davvero speciale: «una scatola di zucchero a cubetti era un regalo molto apprezzato, mentre per mio padre non era Natale senza i canditi di Romanengo, così si concedeva il lusso di comprarne alcuni, ma erano davvero cari!». Per noi bambini era Gesù Bambino a portare i doni, anche se non sempre riusciva a soddisfare tutti: «un anno chiesi gli acquarelli e mi aspettavo una grande scatola, invece ne arrivò una così piccola che pensai che Gesù Bambino quell’anno proprio non mi aveva vista!».

    Alla messa di mezzanotte con le scarpe nuove. O nuove per finta
    «Era l’evento più importante dell’anno e ci si teneva ad andarvi bene vestiti, ma non sempre si riusciva a comprare le scarpe nuove, così si spalmava su quelle vecchie un’intera scatola di “lustro” per farle tornare come nuove».

    Qual era lo spirito del Natale?
    «Quel giorno non pensavamo di essere poveri e nella nostra povertà eravamo gran signori, perché eravamo contenti e ci piaceva tutto quello che il Signore ci permetteva di mettere sulla tavola. Quando eravamo piccoli nessuno ci ha mai chiesto "cosa volete da mangiare" oppure "ti piace questo?", quello che trovavamo mangiavamo. E quella volta che tolsi tutti i fagioli dal minestrone, una volta finito mio padre me li rimise tutti nel piatto e mi disse "Quella è roba tua" e ho dovuto mangiarli tutti!».
    Un Natale con pochi fronzoli e senza strade illuminate, ma mentre ce lo racconta sono gli occhi di Albertina ad illuminarsi.



     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      DIRITTO UTILE - RUMORI E LORO TOLLERABILITA'

      A cura dell’avv. Gabriele Trossarello Contatti: Tel 0185.938009 redazione@corfole.com Buona parte delle liti condominiali riguardano lamentele sull’eccessiva rumorosità proveniente dalle altrui unità immobiliari. In questo senso va ricordato che esistono specifiche norme che tutelano il riposo e la tranquillità dei vari...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...