EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VARIE cerco urgentemente garage...
    • VENDO vendo spolverino vintage ...
    • VENDO vendo giubbino uomo ecope...
    • CERCO LAVORO cerco lavoro part time ne...
    • VENDO vendo poltrona pelle colo...
    • VENDO vendo tastiera yamaha psr...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    L'AIUOLA - Nevicano ravioli

    Visto che siamo in periodo elettorale e avrei troppe cose su cui soffermarmi scappo dall’argomento e mi rifugio in immagini belle, semplici, positive... buon cibo, il caldo del caminetto, le ris...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    attualita, cultura, edizione cartacea

    di Florinda Podestà | 01 Giugno 2010 | in categoria/e attualita cultura edizione cartacea

    Il mistero delle scarpe volanti: una città si risveglia invasa da misteriose scarpe disseminate ovunque

    Il mistero delle scarpe volanti: una città si risveglia invasa da misteriose scarpe disseminate ovunque

    In una soleggiata mattina di fine maggio Sestri Levante si è risvegliata adorna di... scarpe. Dal giorno alla notte - è proprio il caso di dirlo - il centro storico è stato invaso da coloratissime e poetiche scarpe ciondolanti dai fili elettrici fra i palazzi: circa quaranta paia, decorate da altrettanti artisti del luogo sono state le protagoniste indiscusse della vicenda. Scarpe vecchie, usate, vissute, di diverse misure e fattezze che, sollevate dall’uso comune e caricate, grazie all’intervento aristico, di valori e significati inusuali, si preparano a vivere una nuova esistenza. La performance non è certo la prima nel suo genere: lo Shoefiti (termine derivante dalla contrazione di shoe, ovvero scarpa, e graffiti e dunque scrittura, disegno attraverso le scarpe) pratica nata nei bassifondi delle metropoli sudamericane come gesto di delimitazione dei territori occupati dalle bande di quartiere, si è evoluta nel tempo e attraverso i luoghi, assumendo i tratti di un vero e proprio linguaggio.
    La performance sestrese svoltasi all’alba del 21 maggio è stata un vero e proprio raid notturno non preannunciato nè autorizzato, come nella migliore tradizione dello shoefiti. L’operazione di lancio, che richiede particolare concentrazione, precisione e una calibrata potenza, è stata effettuata da alcuni giovani artisti, a volto coperto, guidati dalla mente organizzativa del gruppo che per qualche giorno ha preferito mantenere l’anonimato monitorando la risposta dei cittadini e del Comune alla sua Installazione Artistica Abusiva Urbana: “Ho voluto attendere per capire se, oltre all’effetto sorpresa, fosse arrivato il messaggio d’amore intrinseco all’azione. Amore verso il mio paese e amore per l’arte che può farsi stimolo di una creatività colletiva e partecipata, coinvolgendo le strade, gli oggetti di uso comune e naturalmente le persone in un discorso più ampio” mi racconta Se/ogni.
    No, non c’è nessun errore, l’artista, Stefano, che ora esce allo scoperto svelando solo in parte la propria identità, usa lo pseudonimo Se/ogni, raffinato gioco di parole: Se/ogni può stare per Segni ovvero tracce, elementi reali, cultura; oppure per Sogni, quindi fantasia, creatività e capacità di uno sguardo ‘alternativo’; o ancora per Se Ogni, locuzione del possibile che racchiude i concetti di fato, destino, casualità e imprevisto impliciti nella performance di lancio e nei suoi esiti. Il progetto ha coinvolto tante persone e “ancor più vuole coinvolgerne” continua, deciso, Stefano. Tre mesi di lavoro impegnativo, coaudiovato da molti collaboratori, validi e preparati, che hanno aderito con gioia ed entusiasmo all’idea, credendoci davvero. Tutti uniti in una semplice quanto fondamentale idea di base: tante creatività congiunte in un gruppo che delle singole specificità fa ricchezza e trae valore aggiunto. Nota di merito quindi per questo originale ensemble eterogeneo formato da fotografi, operatori culturali, attori, musicisti, scultori e pittori di Sestri Levante. Stefano continua: “Inizialmente ero preoccupato: temevo potessimo essere fermati durante i lanci o che qualcuno avrebbe storto il naso nel vedere scarpe pendere dai cavi elettrici. Invece le reazioni sono state ottime e già si parla di possibili eventi futuri”. Aggiunge che il desiderio iniziale era quello di spiazzare lo spettatore, stimolando curiosità e interrogativi, ora l’auspicio è quello di poter esporre le scarpe-sculture in pianta stabile e l’ambizione è senz’altro quella di un work in progress, una sorta di piattaforma aperta in grado di accogliere e contenere anche l’altrui creatività, magari un luogo dove la fruizione possa andare di pari passo con l’attiva partecipazione del pubblico chiamato a realizzare le proprie personali creazioni e ad aggiungerle a quelle già esistenti, “Perché partecipare di un’opera collettiva significa partecipare alla vita della comunità”. Prima di salutarci mi ha confidato un piccolissimo avvenimento, di quelli a cui spesso non si fa caso, ma che non sfugge alla sensibilità di chi pratica l’arte in modo puro e appassionato, credendo nel valore delle minime cose che possono divenire grandi, se osservate con sguardo attento: un paio di giorni prima della performance passeggiando in una strada della sua amata Sestri, che si apprestava ad impreziosire con le sue eccentriche calzature, Stefano ha trovato a terra un bigliettino che ha raccolto e conservato come segno di buon auspicio e l cui contenuto pareva scritto apposta per lui: “Se un uomo sogna da solo... è solo un sogno. Se molti sognano insieme... è l’inizio di una nuova realtà” e allora forse una nuova realtà, questa volta, inizia proprio là sul limitare tra mare e cielo, impressa su scarpe bizzarre che sfidano, divertite, le leggi di gravità.


     


    I commenti dei lettori
    maui:

    articolo stupendo..!!!!!


    anonimo:

    che bellissimo articolo!!!


    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      DIRITTO UTILE - Il vicino puòe mettere l'antenna sul mio terrazzo? Dopo quanto scatta l'usufrutto?

      Antenna sulla proprietà altruiCi scrive Nicola (nome di fantasia) riferendoci che un condomino suo vicino intende installare un’antenna satellitare sul terrazzo di proprietà di Nicola, in quanto nell’unità immobiliare del vicino non vi sarebbe spazio per installare l&rs...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...