EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • IMMOBILIARE a monleone di cicagna, af...
    • VENDO vendo cancelletto di sicu...
    • VARIE cerco galline collo nudo,...
    • VARIE cerco piantine di lamponi...
    • VARIE cerco gabbia per conigli ...
    • VENDO per smobilito soffitta, c...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    CUCINO PER VOI - La ricetta facile, veloce e sfiziosa per l'estate! Le fracacce di Fra “manine d'oro”

    Metti un pranzo in giardino, metti che tra gli amici qualcuno azzardi “faccio qualche fracaccia?”. Lui è Francesco, il personaggio è particolare, con il suo cappellino alla V...

    Sapevi che... si dice “Piantare in Nasso”?

    ...e deriva da una mitologica tragedia d'amore (sigh!) Eh s&igrav...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    cultura, edizione cartacea, storia locale

    di Vittorio Rosasco | 10 Luglio 2012 | in categoria/e cultura edizione cartacea storia locale

    RANGHINELLI - Il militare: gli intrighi burocratici, gli incarichi assurdi, ma anche la pacchia e un angelo a cui devo la vita

    RANGHINELLI - Il militare: gli intrighi burocratici, gli incarichi assurdi, ma anche la pacchia e un angelo a cui devo la vitaimmagine di repertorio

    Partendo per il C.A.R. (Centro Addestramento Reclute) di Modena avevo portato con me alcuni libri convinto di trovare il tempo per consolidare e integrare gli studi fatti con le particolari materie proprie dell’indirizzo magistrale al fine di affrontare in seguito l’ardua impresa dell’esame di abilitazione come privatista (avevo avuto a proposito notizie terrificanti!). Illusione! Il periodo del militare, per quanto uno fosse animato da buona volontà, non permetteva di attuare i buoni propositi. Così, centellinando la magra decade, mi permettevo di andare al cinema una volta ogni tanto e a ballare abbastanza spesso anche se molti di noi erano inesperti tanto da decidere di andare a scuola di ballo, a prezzi stracciati, per imparare i passi del tango, del valzer e della mazurca, nella quale divenni abbastanza bravo. Ho raccontato in passato alcuni episodi che mi hanno coinvolto tra incarichi importanti e fortunate coincidenze dovute a lineari e responsabili comportamenti. Una di queste fu la grande delusione quando seppi che non potevo, per un disguido burocratico, andare alla Scuola di telecomunicazioni della Cecchignola a Roma che avevo sognato e che si rivelò, a detta di molti, molto negativa mentre per me si apriva la serena sistemazione in fureria, il più ambito incarico, anche se gravato di una certa responsabilità che certamente non mi spaventava. Era successo che durante le prove psicotecniche avevo espresso il desiderio, pensando ad un possibile futuro impiego nelle poste, di fare un corso di telecomunicazioni. Fu accettato, solo che, fatalità imperscrutabile, il mio cognome  fu confuso con uno simile e quello era già partito per Roma obbligandomi a seguire le prospettive  di uno che nemmeno conoscevo. Grande il rammarico di dover lasciare il comodo incarico in magazzino, un privilegio unico per una recluta, il passaggio ad altra compagnia, e dopo una settimana d’inferno, l’incarico  in fureria. Merita di essere raccontato il primo giorno. Nell’ufficio trovai un caporale che, dopo le normali presentazioni, mi diede un foglio con scritto l’elenco dei nomi di coloro che potevano andare in libera uscita. Con zelo e in bella scrittura preparai i foglietti in poco tempo per far vedere che ero solerte e li consegnai al caporale che mi guardò con stupore, prese i foglietti, li stracciò e li gettò nel cestino lasciandomi allibito: “Caro amico - mi disse sorridente-  adesso rifalli con calma perché qui non c’è altro da fare.” Imparai la lezione che mi servì anche in seguito quando l’incarico mi fu confermato al comando Reggimento di Belluno. Ho raccontato in passato alcuni episodi del periodo militare e tanti altri ne avrei di succosi da raccontare. Forse lo farò in futuro. Adesso vi racconto di quella volta che essendoci le esercitazioni  reggimentali tutta la compagnia dovette partecipare. Non ero abituato ad esercitazioni e a marce, avevo solo partecipato ai tiri nei poligoni di Vignola e Sassuolo sia col moschetto che col mortaio e le bombe a mano classificandomi “tiratore scelto”, così mi avviai, zaino affardellato, verso il luogo designato, Mas di Sedico, ad una decina di chilometri da Belluno. Sarei arrivato…morto se un angelo, nella persona sconosciuta di un ufficiale, non avesse fermato una camionetta, mi avesse fatto salire per portarmi a destinazione alla fureria del campo. Avrei tanto voluto ringraziarlo ma non ebbi mai più l’occasione di incontrarlo. Di lui ancor oggi conservo un ricordo riconoscente.

    Tratto da CORFOLE! del 7/2012, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO