EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • REGALO nuova enciclopedia illust...
    • VENDO lampadario x soggiorno pr...
    • VENDO cassetta / valigetta in m...
    • IMMOBILIARE cerco garage/magazzino pe...
    • VARIE cerco tecnico per riparaz...
    • VENDO macchina per maglieria se...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Pazzi per stoccafisso e baccalà? Su CORFOLINO 3 scopri tante curiosità e ricette

    Chi li ha inventati e perché? Cosa c’entra Cristoforo Colombo? L&r...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    attualita, ecologia, edizione cartacea

    di Simone Parma | 23 Giugno 2016 | in categoria/e attualita ecologia edizione cartacea storia locale

    ORERO E IL BIO-DIGESTORE INDIGESTO - E' ecologico o inquina? Porta vantaggi o solo grane? E' utile per la comunità o fa gli interessi di pochi? Facciamo chiarezza

    ORERO E IL BIO-DIGESTORE INDIGESTO - E' ecologico o inquina? Porta vantaggi o solo grane? E' utile per la comunità o fa gli interessi di pochi? Facciamo chiarezza

    di Simone Parma

    Un nuovo impianto per lo smaltimento dei rifiuti sembra dover approdare in Val Fontanabuona, dopo quello di Rio Marsiglia. Non una discarica, non un inceneritore, ma questa volta un bio-digestore. La zona scelta dalla Città Metropolitana è Piana di Orero, ed è appunto qui che il 30 Maggio si è svolto un incontro aperto al pubblico organizzato dalla lista “Insieme per Orero” con molti dei diretti interessati (mancava il Sindaco, pare non invitato). Corali le voci degli abitanti, rotte dalla paura per gli effetti dell’impianto: odori, rumori, camion, container, inquinamento, deprezzamento, impossibilità di proseguire con attività di ricezione turistica e gestione di situazioni di emergenza come le alluvioni sono le domande che tutti hanno rivolto ai relatori, anche se le risposte sono state generiche. Quel che è certo è che è un impianto che nessuno vuole. Non lo vuole il Sindaco Gnecco, non lo vuole l’antagonista Bacigalupi e non lo vorrebbe nemmeno la Città Metropolitana. Alla fine però o tutti i contrari si uniranno facendo fronte comune, oppure l’impianto potrebbe davvero essere costruito e mal digerito da tutti.


    Il consigliere della Città Metropolitana
    Enrico Pignone

    La Città Metropolitana aveva il compito di trovare una zona plausibile per il posizionamento di un impianto di biogas entro il 15 di Maggio e così, dopo tutte le valutazioni tecniche, la scelta è ricaduta su Orero, soprattutto perché il Project Financing previsto dalle precedenti valutazioni del Comune risultava già depositato. Per noi si è trattato di un tacito assenso del comune, che aveva in precedenza già mostrato la sua volontà. In ogni caso i cittadini, il Comune stesso e quelli limitrofi potranno portare alla nostra attenzione tutte le osservazioni del caso, anche perché esiste la possibilità che gli impianti già costruiti siano sufficienti a sostenere il fabbisogno provinciale. Ora la competenza passa alla Regione Liguria, che dovrà redarre una Valutazione Ambientale Strategica, con un iter che sicuramente non si concluderà prima di Dicembre 2016.

    Il sindaco di Orero
    Mino Gnecco

    Negli anni abbiamo valutato due differenti proposte relative a un impianto di questo genere nel nostro territorio, ma entrambe non sono mai state approvate. La prima fu rifiutata, mentre per la seconda non ci fu la possibilità di proseguire, anche viste le considerazioni relative all'impatto ambientale e al deprezzamento immobiliare della zona in caso di costruzione dell'impianto. Questa volta però non siamo stati avvisati e solo a cose fatte è arrivata la telefonata dalla Città Metropolitana, senza nemmeno permetterci di esprimere il nostro parere contrario all'impianto. Essendo in piena campagna elettorale ci è sembrato un modo di procedere poco trasparente.


    ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

    Il parere del Tecnico
    ING. Luca Ricci
    Quello previsto ad Orero sarebbe un impianto produttore Biogas (formato da metano al 55/60%) mediante fermentazione anaerobica della frazione organica raccolta nei differenti comuni. Questo metano può essere venduto come biometano,  o bruciato in motore per produrre energia elettrica (come previsto per l’impianto di Orero) e le implicazioni di questa ultima opzione sono diverse:

    1. Lo spazio: minimo richiesto è di circa 20.000 m2 con una altezza di circa 13 metri e un un diametro di 24 metri. Lo spazio ad Orero sarebbe davvero sufficiente?
    2. Il metano prodotto viene purificato e bruciato producendo energia elettrica, funzionante almeno 5000 ore/anno, ovvero 210 giorni/anno 24 ore su 24, il che produce una emissione di circa 7,6 tonnellate all’anno (emissione giornaliera dall’impianto pari a a 6000 automobili che percorrono 20 km) di sostanze inquinanti.
    3. Per spargere le 7,000 tonnellate di digestato (scarto di lavorazione, assimilabile al compost) occorrerebbero 400 ettari di terreno agricolo.
    4. Per il funzionamento dell’impianto occorrono 19.000 tonnellate/anno di FORSU (Frazione Organica di Rifiuti Solidi Urbani) derivati dalla raccolta differenziata porta a porta (che produce la migliore qualità). Per il trasporto di tale materiale occorrono dai 3 ai 5 containers scarrabili al giorno.
    Tanto per fare un esempio, Lavagna, che ha la raccolta differenziata al 65%, raccoglie circa 950 tonnellate di FORSU all’anno, quindi per arrivare alla quantità a regime di 19.000 tonnellate/anno occorre un bacino di utenti pari a 220.000 abitanti, che facciano tutti la differenziata dell’umido, quindi siamo ben oltre il comprensorio del Tigullio e relativo Entroterra, per questo si parlava di necessità di utilizzare anche la raccolta proveniente da Genova.

    --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

    L’antagonista al sindaco
    Jolanda Bacigalupi

    Quello che più stupisce è il fatto che il progetto di finanziamento per la costruzione di un tale impianto fosse già stato previsto e che i cittadini non ne sapessero nulla. Si sarebbe dovuto convocare un’assemblea a suo tempo, spiegandone le implicazioni, invece non si è fatto. Noi (lista Insieme per Orero) siamo contrari a questo impianto, oltre che per l'impatto sulla zona di Piana anche per i molti camion che attraverserebbero la valle, giorno e notte, vista la già precaria situazione delle nostre strade. Invitiamo anche i comuni limitrofi a prendere posizione su questa vicenda, che interessa tutti.


    IL CONSIGLIERE REGIONALE M5S
    Gabriele Pisani

    Dalla serata è emerso che è una scelta sconsiderata, gestita malissimo dalla Città Metropolitana e fatta praticamente “sulla carta”: Orero infatti è il posto peggiore per un impianto del genere, sia perché è in mezzo alle case sia perché esiste già l’impianto di Rio Marsiglia. La scelta dovrebbe essere di potenziare quello, che essendo aerobico, produce compost di qualità per le colture.


    IL CONSIGLIERE REGIONALE PD
    Sergio Rossetti

    L’obiettivo primario di tutta la valle dovrebbe essere quello di muoversi come comprensorio e capire davvero cosa ha intenzione di fare la Regione.
     






     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      DIRITTO UTILE - CESSIONE DI IMMOBILE E PRELAZIONE

      Marzia (nome di fantasia) ci scrive di essere proprietaria di un appartamento attualmente concesso in locazione.La nostra lettrice ci rappresenta altresì la propria volontà di addivenire alla alienazione dell’immobile ad una sua amica, per immediate esigenze di liquidità.Marzia ci chiede se prima della alienazione all’amica debba proporre al conduttore l’...

      Pazzi per stoccafisso e baccalà? Su CORFOLINO 3 scopri tante curiosità e ricette

      Chi li ha inventati e perché? Cosa c’entra Cristoforo Colombo? L&r...

      Pazzi per stoccafisso e baccalà? Su CORFOLINO 3 scopri tante curiosità e ricette

      Chi li ha inventati e perché? Cosa c’entra Cristoforo Colombo? L&r...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...