EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VENDO vendo spolverino vintage ...
    • VENDO vendo giubbino uomo ecope...
    • CERCO LAVORO cerco lavoro part time ne...
    • VENDO vendo poltrona pelle colo...
    • VENDO vendo tastiera yamaha psr...
    • REGALO regalo struttura letto ma...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Ricetta afrodisiaca.. pollo 'dolceforte' al cioccolato

    Ingredienti: 1 l. brodo di pollo, 3 cucchiaini da te’ cacao amaro, 2 cucchiaini da te’ cannella, 1 cipolla, 2 cucchiaini da te’ concentrato di pomodoro, 4 cucchiai da tavola farin...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    cultura, edizione cartacea, letture

    di Silvia Franchi | 05 Aprile 2011 | in categoria/e attualita cultura edizione cartacea letture

    Carlo Chendi, da Rapallo alla conquista del mondo.. della fantasia: è autore di Topolino, "il Giornalino", Ok Quack, Umperio Bogarto, Paperino agente QQ7 e altri amatissimi personaggi

    Carlo Chendi, da Rapallo alla conquista del mondo.. della fantasia: è autore di Topolino, "il Giornalino", Ok Quack, Umperio Bogarto, Paperino agente QQ7 e altri amatissimi personaggiEcco a voi il creatore dei mondi paralleli: Carlo Chendi, cartoonist di fama mondiale, rapallino di adozione

    Entrare nello studio rapallese di Carlo Chendi è come percorrere un viaggio a ritroso e tornare bambini. Le immagini del burbero zio Paperone, dello sfortunato Paperino, di Topolino e di tutti gli altri personaggi che hanno popolato la fantasia di intere generazioni, da Mafalda ai simpatici Peanuts, si affacciano in ogni dove da mensole e scaffali. Lui, fumettista di fama mondiale sorride seduto alla scrivania, gli occhi che brillano nel ripercorrere le tappe principali della sua lunga carriera.
    Come nasce questa passione?
    Avrei dovuto diventare geometra e lavorare nella ditta edile di mio padre, nel ferrarese. Ma dopo la guerra, nel 1946, rimase senza nulla. Ci siamo quindi trasferiti a Rapallo, dove ho iniziato a lavorare negli ambiti più disparati: sono stato fattorino, aiuto elettricista, manovale e muratore. Poi ho capito che avrei voluto fare altro nella vita. Per il primo lavoro come autore di fumetti ho ricevuto un assegno da 16 mila lire: la metà della mia paga da muratore. Ma erano i primi soldi guadagnati facendo ciò che mi piaceva. Fu una soddisfazione enorme.
    Com’è iniziata la sua attività di cartoonist?
    I miei esordi risalgono al 1952. Quando è stato pubblicato il mio primo lavoro su Cucciolo e Tiramolla non avevo ancora compiuto 19 anni. Quella collaborazione mi permise di “farmi le ossa”. Tanto che due anni dopo ho iniziato a lavorare per Topolino. E ho cominciato a scrivere le storie dei personaggi Disney. Poi sono arrivate altre collaborazioni: da Il Giornalino di Famiglia Cristiana, fino a quelle con editori stranieri.
    Come nasce un personaggio?
    Beh, Umperio Bogarto, investigatore privato che dal 1980 fa parte dei paperi della Disney, è una satira di alcuni personaggi cinematografici interpretati da Humphrey Bogart. Il disegno è opera di Giorgio Cavazzano, così come nel caso di “Ok Quack”, personaggio davvero speciale: un papero extraterreste che raggiungeva la Terra a bordo del suo disco volante, che riusciva a rimpicciolire con il tocco del dito indice fino a fargli raggiungere le dimensioni di una monetina. Tanto che il disco aveva finito per perdersi in mezzo alle monete di Paperone. “Ok Quack” è stato uno dei primi personaggi “ecologici”: ad esempio, si batteva per la salvaguardia dei boschi. Molto attuale e molto ingenuo.
    Quanto c’è di lei nei suoi personaggi?
    Non ho mai lavorato in base a ciò che potrebbero pensare i lettori. Quando scrivo una storia lo faccio in base alle mie emozioni. Faccio un esempio. Per un periodo ho scritto fotoromanzi: a volte, nel narrare scene come la morte di uno dei protagonisti, mi veniva il groppo in gola. Se una cosa piace ed è sentita è più facile comunicarla ai lettori. Anche se l’uso di un linguaggio semplice è altrettanto importante.
    Qual è il suo preferito in assoluto?
    Mi sento molto Paperino. Credo sia uno dei personaggi più amati proprio perché rappresenta l’uomo medio.
    Mai sofferto di crisi creative?
    Certo! È un po’ quello che accade a voi giornalisti quando si tratta di trovare l’incipit di un articolo davanti al foglio bianco. Una volta trovato lo spunto iniziale, il resto viene da sé.
    Lei è famoso in tutto il mondo ed è annoverato tra i cittadini più illustri legati a Rapallo. Come vive la sua celebrità?
    Mi sento una persona qualunque e ancora mi vergogno se vengo avvicinato per strada. Certo, ricevere su Facebook messaggi da persone che si dicono emozionate di essere in contatto con me, uno dei miti della loro infanzia, fa indubbiamente piacere.
    Che rapporto ha con Rapallo?
    Non sono granché interessato alla vita locale: sarà che il mio è un lavoro creativo che si può svolgere indipendentemente dalla città in cui ci si trova. Anche la “Mostra internazionale dei Cartoonists” che “Rapalloonia!” (l’associazione culturale da lui presieduta) organizza da anni nelle sale del Castello sul Mare è di fatto una manifestazione che non coinvolge tutta la città: è volutamente “mirata” al mondo dei fumettari. Però ho riprodotto Rapallo in alcune storie di Paperino.
    Il ministro per l’Economia, in tempi non sospetti, ha affermato che “non si fanno i panini con la Divina Commedia”. Qual è la situazione del vostro settore in tempi di crisi economica e tagli alla cultura?
    Per ora non ci sono state ripercussioni. E per quando mi riguarda non sono mai stato bersagliato dalla censura: mi sono sempre mosso all’interno dei “paletti” che già sapevo di incontrare. Per esempio, se scrivi per “Il Giornalino” di Famiglia Cristiana sai già in principio come impostare le sceneggiature dei fumetti. Ma non è solo il mio caso: basti pensare al modo in cui svolge il suo lavoro Antonio Ricci, ideatore di “Striscia la Notizia”, che tra l’altro è un caro amico.  
    Ha qualche rimpianto?
    Nel mio settore no. E non ho mai cercato di sfondare altrove, vedi cinema o tv. Ho fatto tutto ciò che mi piaceva fare, pur restando nel mio ambito. È un po’ come produrre la pasta: la sostanza è sempre quella, ma le qualità che si possono realizzare sono innumerevoli. Ho 78 anni, ma l’entusiasmo è quello di sempre!

    Tratto da CORFOLE! del 4/2011, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


    Altre immagini collegate alla notizia:

    Carlo Chendi con l'amico Antonio RicciCarlo Chendi con l'amico Antonio Ricci
    una tavola della storia di Paperino che si svolge a Rapallouna tavola della storia di Paperino che si svolge a Rapallo

     


    I commenti dei lettori
    matteo:

    grande Carlo! ti seguo da quando ero 'giovane' :)


    ste da chiavari:

    ma dai, non sapevo che uno dei miei miti abitasse vicino a me


    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      DIRITTO UTILE - REATO DI CLANDESTINITA' E REGOLARIZZAZIONE DEI CITTADINI STRANIERI

      A cura dell'avv. Gabriele Trossarello - Contatti 0185.938009 redazione@corfole.comL’ultimo biennio è stato caratterizzato da un crescente impegno daparte del Legislatore finalizzato ad un maggiore contrasto al fenomenodell’illegalità e ad un adeguamento della normativa alle sempre più...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...