EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Ossibuschi alla milanese

    Per 4 persone: ossibuchi di vitello (anche di vitellone a condizione che non sia carne appena macellata), 50 grammi di burro, 1 cucchiaio di olio extra vergine d'oliva, farina, 100 grammi di cipolla, ...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    il tappiro

    di Giansandro Rosasco | 03 Aprile 2013 | in categoria/e attualita edizione cartacea il tappiro

    Il “PATTO DI STUPIDITÀ”-Europa sempre più sanguisuga, fa pagare a noi gli sprechi di altri e così i Comuni virtuosi si ritrovano a non poter spendere un Euro: Tappiro ai Sindaci, a Roma per protestare

    Il “PATTO DI STUPIDITÀ”-Europa sempre più sanguisuga, fa pagare a noi gli sprechi di altri e così i Comuni virtuosi si ritrovano a non poter spendere un Euro: Tappiro ai Sindaci, a Roma per protestare

    Con il Patto di Stabilità e Crescita (PSC) stipulato ad Amsterdam nel 1997 i Paesi membri dell’Unione Europea hanno aderito al controllo dei rispettivi bilanci e delle politiche connesse, con l'obiettivo di mantenere i requisiti di adesione all'Unione Economica e Monetaria europea (la famosa Eurozona), ossia di rispettare i criteri fissati nel 1992 con la sottoscrizione del Trattato di Maastricht. A tal fine gli Stati aderenti sono tenuti a presentare, periodicamente, dei programmi di stabilità, finalizzati a garantire il pareggio di bilancio. Nel caso in cui un Paese aderente dovesse presentare un deficit di bilancio eccessivo, incorrerebbe in una sanzione.

    Ma tutto questo come si cala nella realtà dei nostri piccoli Comuni?
    La contestazione da parte delle amministrazioni comunali locali avvenuta a Roma nel mese di marzo è una promanazione dell'ennesima castroneria europea: il Patto di Stabilità Interno che è da intendersi come l’insieme delle disposizioni con cui lo Stato Italiano definisce gli impegni che gli enti decentrati devono rispettare, affinché il Paese possa mantenere l’impegno assunto con l’adesione al suo ‘fratello maggiore’, il sopra citato Patto di Stabilità e Crescita. Nell'idea del legislatore il Patto di Stabilità Interno è lo strumento con cui si mira a contenere l’aumento incontrollato della spesa pubblica, adeguandola alle effettive possibilità di spesa, quindi si propone lo scopo di ridurre l’indebitamento ma oggi, praticamente, si traduce nella paralisi totale dell'amministrazione pubblica locale perchè, paradossalmente, potrebbe avere le risorse finanziarie per realizzare nuove opere ma di fatto non può eseguirle in quanto non potrebbe pagarle perché tenuto al rispetto dal limite imposto dal Patto di Stabilità. è evidente che questo sistema restringe decisamente l’autonomia dei comuni, che gli impedisce di realizzare nuove opere pubbliche o di realizzare interventi di manutenzione straordinaria.

    Sei un Comune virtuoso? Allora ti blocco tutto
    E dal primo gennaio 2013 tutto è peggiorato: anche i piccoli comuni (da 1000 a 5000 abitanti) concorrono alla "stabilizzazione" del debito generale italiano verso l'Europa e tra questi ci sono comuni definiti "virtuosi" come quello di Moconesi in cui alla fine dell'anno, invece di avere una perdita (disavanzo) si ha un risparmio (avanzo di bilancio): "Normalmente  il nostro avanzo di bilancio negli anni scorsi si aggirava sui 150 mila Euro - spiega il Sindaco Gabriele Trossarello - un gruzzoletto con il quale si poteva andare a rispondere alle esigenze concrete dei cittadini: nel 2012 essendo virtuosi siamo riusciti ad estinguere i mutui precedenti ed accenderne altri per nuove opere. Ora con il patto ci impediscono di usarli. Noi potremmo iniziare molti lavori domattina (alcuni sono addirittura già cantierabili) ma non possiamo usare i nostri soldi!". In pratica, se non cambierà nulla il cittadino rischia di sentirsi sbattere la porta in faccia per tutte le richieste perchè lo stato di fatto è questo: non si può spendere 1 Euro per lavori (nemmeno per coprire una buca o per sistemare delle piccole ma pericolose frane così come spesso accade) se non dopo aver incassato 60 mila Euro di oneri; in un momento in cui non costruisce nessuno significa che il lavoro del sindaco e della Giunta rimarrebbe limitato alla sola parte corrente di bilancio, senza nessuna possibilità di amministrare. "Tanto vale allora che mandino un Commissario Prefettizio - conclude il Sindaco di Moconesi -  perchè così si è svuotato di fatto la possibilità di amministrare un Comune.  Per non parlare degli imprenditori che hanno già fatto i lavori e non possono essere pagati: un'assurdità! “

    Bloccati anche i soldi della beneficenza
    Un altro esempio recente delle difficoltà poste alle Autonomie Locali, è costituito dalle copiose nevicate avvenute in alcune zone d'Italia, la cui gestione ha comportato da parte dei comuni spese assolutamente necessarie e straordinarie, in aperto conflitto con quanto previsto dal Patto di Stabilità: addirittura i comuni emiliani e quelli alluvionati si sono trovati a non poter neppure incassare i soldi avuti in beneficenza così come avvenuto a Bondeno (Ferrara) comune terremotato con 1.200 sfollati. Qualora il comune non rispettasse il Patto di Stabilità, sarebbe soggetto a sanzioni molto pesanti, quali: la drastica riduzione dei trasferimenti finanziari annuali da parte dello Stato; la riduzione delle opere di manutenzione ordinaria, dei servizi assistenziali; il divieto di assunzione di personale, a qualunque titolo; il divieto di contrarre mutui per il finanziamento di opere pubbliche. Un'altra cialtronissima legge europea per il bene di chi?

    Tratto da CORFOLE! del 4/2013, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


     


    I commenti dei lettori
    Gino de Barbieri :

    a me non risulta che i comuni della fontanabuona siano virtuosi.
    Però magari sbaglio


    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      DIRITTO UTILE - Le invenzioni brevettabili

      A cura dell’avv. Gabriele Trossarello Contatti: Tel 0185.938009 redazione@corfole.com All’interno del nostro ordinamento si definisce “invenzione” (dal latino invenire, cioè trovare) quella particolare ed originale soluzione di un problema di tipo tecnico ovvero quell’idea o realizzazione che porta ad ...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...