EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Veloci e originali: cotolette impanate.. senza uovo

    Ecco per tutti voi una ricetta un po’ diversa dal solito, per portare una ventata di novità in famiglia o con gli amici.. spendendo anche poco. Adatto anche a chi non può mangiare ...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    il tappiro

    di Michela De Rosa | 05 Febbraio 2013 | in categoria/e attualita edizione cartacea il tappiro vergogna

    Non solo rincari, ritardi e soppressioni: chi usa i mezzi pubblici deve rassegnarsi al degrado

    Non solo rincari, ritardi e soppressioni: chi usa i mezzi pubblici deve rassegnarsi al degrado

    Col capolinea siamo... punto e a capo
    In piena campagna elettorale stiamo facendo indigestione di promesse, parole e parole... Ormai nessuno ci crede, tanto che mi sento di consigliare ai vari candidati di raccontarci semmai cosa NON faranno, che quello magari lo rispettano. Innumerevoli le varie promesse disattese, grandi e piccole, nazionali e locali: a rappresentarle ‘una su tutte’ c’è quella segnalata dal nostro affezionato lettore Mario Repetto nonché già Attappirato (Vedi Corfole di ottobre 2012); promessa in ‘stand by’ dal... 1996. E non parliamo di ponti o grandi opere, bensì molto più semplicemente del capolinea di Recco (FOTO1).

    Tutto qui? Direte voi. In effetti è una piccola opera, ma darebbe grande dignità ai tanti cittadini che usano i mezzi pubblici; scelta che oltretutto andrebbe incitata dato che significa meno auto per le strade e quindi meno traffico, meno rumore e meno inquinamento. E meno pericoli. Soprattutto il Liguria, dove per la conformazione geografica, le strade sono poche e quindi molto trafficate. Ma torniamo alla nostra fermata del bus: nel ‘96 Repetto scrisse alla AMT,  segnalando con tanto di foto e minuziosa descrizione, il degrado della suddetta. Pronta la risposta aziendale, che non solo gli dava ragione ma ammetteva che c’era bisogno di spazi diversi anche per gli stessi bus. E si rendeva disponibile a incontri sul posto. Questo, ripetiamo, nel 1996.

    Cosa è successo da allora? Niente.  Anzi no, qualcosa è successo. Ci sono stati gli ovvi peggioramenti. Ce lo racconta lo stesso Repetto: “L’insieme della fatiscente struttura versa in una vergognosa situazione di degrado. In particolare la sala d’attesa (FOTO2) si presenta angusta, fatiscente, praticamente aperta ed esposta alle intemperie, sovente sporca e senza cesto rifiuti, senza illuminazione, senza display per informazioni sulle corriere, senza un orologio. A parte poi l’inesistenza di adeguate strutture per disabili (anche per salire sulle corriere), manca pure un banalissimo portacenere e quindi le cicche abbondano in terra specialmente sul retro oltre la cancellata. Ritengo poco decoroso e civile per Recco continuare ad avere questa struttura. Soprattutto mi sembra una mancanza di riguardo verso i cittadini (...). È così poi che si concretizza la vocazione turistica della capitale rivierasca della focaccia e della gastronomia? “ Ma, come nello spirito di Repetto, è troppo facile chiedere, occorre anche proporre: “Un uso rinnovato, più razionale e intelligente delle aree sotto le arcate del ponte potrebbe eliminare o ridurre gli spazi chiusi da cancellate che diventano indecente ricettacolo d’immondizie.” (FOTO3)

    Michela De Rosa

    ...e in stazione non va meglio
    Non bastano i tagli ai convogli, gli scioperi sempre più frequenti, i ritardi e le disfunzioni delle biglietterie automatiche: i pendolari recchesi e i turisti di passaggio sono costretti a fare i conti con un contesto non proprio edificante riguardo la stazione ferroviaria. La prima sorpresa è il percorso che assomiglia ad una corsa ad ostacoli a causa della pavimentazione sconnessa: il dislivello tra un gradone e l’altro supera il livello di guardia in vari punti e ciò rappresenta un pericolo per auto, moto e pedoni. Come se non bastasse, l’aiuola principale è ormai diventata il regno delle erbacce (FOTO4) e necessiterebbe di maggior cura. Unica consolazione la presenza della vicina area di parcheggio che rappresenta una delle poche zone “a strisce bianche”, ovvero non a pagamento, apprezzata dai pendolari ma presa di mira da ritardatari e automobilisti poco rispettosi. Non di rado, infatti, è possibile notare la presenza di numerose auto parcheggiate al di fuori dei posteggi veri e propri(FOTO5) , regolarmente segnalati e delimitati, un evento che si manifesta prevalentemente il lunedì mattina, con l’arrivo in città del mercato settimanale. La conseguenza di questo comportamento diffuso si ripercuote sulle automobili parcheggiate regolarmente: i proprietari di quest’ultime sono costretti a intraprendere un “tour de force” fatto di innumerevoli manovre per poter uscire dal posteggio. A conti fatti, occorrerebbe un occhio di riguardo nei confronti di questa zona, che rappresenta uno dei principali punti d’accesso della città.

    MAtteo Capurro

     

    Siete stufi di fermate, bus,
    stazioni e treni fatiscenti?
    Inviate le segnalazioni alla nostra
    redazione: recapiti in copertina!

    Tratto da CORFOLE! del 2/2013, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


    Altre immagini collegate alla notizia:


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      #DirittoUtile - BRUCIARE PLASTICA E' REATO

      Ci scrive un nostro affezionato lettore segnalando la cattiva abitudine di alcuni soggetti i quali, nei dintorni della sua abitazione, sono soliti creare roghi bruciando anche materiali plastici.Ebbene, bruciare “plastica”, oltre a produrre gravi effetti dal punto di vista dell’inquinamento ambientale, cos...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...