EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VARIE cerco urgentemente garage...
    • VENDO vendo spolverino vintage ...
    • VENDO vendo giubbino uomo ecope...
    • CERCO LAVORO cerco lavoro part time ne...
    • VENDO vendo poltrona pelle colo...
    • VENDO vendo tastiera yamaha psr...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Pasqua senza uova e agnello? La ricetta vegana del numero scorso ha destato interesse in molti di voi: ecco allora un approfondimento con Lorenzo Podestà e una nuova ricetta

    Rinunciare ad una saporita bistecca alla fiorentina, a un piatto di lasagne al ragù appena sfornate o a una prelibata orata al forno che fa venire l'acquolina in bocca solo a guardarla? Per i b...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    attualita, edizione cartacea, sport

    di Michele Ianfascia | 09 Novembre 2012 | in categoria/e attualita edizione cartacea sport

    MIO FIGLIO E' UN FENOMENO: come l'ansia ‘da prestazione' di genitori troppo orgogliosi o frustrati possono generare mostri, dentro e fuori dal campo

    MIO FIGLIO E' UN FENOMENO: come l'ansia ‘da prestazione' di genitori troppo orgogliosi o 
frustrati possono generare mostri, dentro e fuori dal campo

    In questo periodo sul web è apparsa una simpatica e al tempo stesso eloquente immagine (in foto): una società calcistica con un breve comunicato, invita i genitori aventi dei figli “di classe e indiscusso valore”, a non presentarli ai provini. Nel mondo sportivo ed in particolare in quello calcistico, a fronte di genitori che consentono di far praticare l'attività ai propri figli al solo fine di  concedergli ore di divertimento, crescita e salute, esiste una frangia convinta di aver dato i natali a tanti Maradona. Questi genitori sono un problema serio: non solo non permettono al figlio di cogliere il lato educativo dello sport, ma nemmeno di apprendere il senso della squadra, focalizzandolo sull’aspetto egocentrico del ‘tu sei un campione, gli altri sono schiappe’. Inoltre questi genitori sono deleteri per la tifoseria, perché creano un clima di agonismo sfrenato, spesso arrogatnte e aggressivo se non addirittura violento. Ovviamente tutto questo si riflette in campo., con risultati disastrosi. Ed allora un po' per scherzo e un po' seriamente, al fine di mettere in condizione tutti di poter individuare questi genitori (ma anche nonni!) esagitati e riportarli sulla via del buon senso, abbiamo diviso i genitori dei bambini delle leve più piccole o della scuola calcio, nelle seguenti tipologie:

    * Il padre-dirigente
    in genere si sobbarca pazientemente lunghe trasferte (con la sua macchina piena di bambini) ed alcune ore di bordocampo, magari sotto la pioggia, con la bandierina in mano, fasciato in un’improbabile cerata, facente funzioni di guardalinee. Utilizza il figlio come pretesto per fuggire da interminabili domeniche in casa con moglie e suocera. In genere fugge dopo la partita per attaccarsi subito a Sky tv perché non può aperdersi Besiktas-Olympiakos. Ha un sogno segreto: che arrivi un fax da qualche società professionistica per portarci il figlio. Nel frattempo guida e si bagna felice.

    * Il padre-procuratore
    viaggia sempre in giacca e cravatta, al seguito del figlioletto-fenomeno (in genere sui sedici anni) che propone come “fuoriquota” alle varie squadre che di costoro necessitano. Inizia col descrivere le sue virtù calcistiche, su come il cucciolo abbia rifiutato una chiamata di Prandelli per motivi di studio, finisce col “bussare” (altro neologismo per “chiedere”) fior di quattrini a titolo di “rimborso spese” (verrà in elicottero?) al malcapitato direttore sportivo di turno.

    * Il padre-presidente
    Casualmente in cinque anni tutta la squadra, il Mister, il direttore sportivo, il massaggiatore ed il magazziniere sono cambiati, la squadra è retrocessa inesorabilmente, ma il figlio è sempre lì che gioca. In attesa della chiamata di Prandelli, ovviamente.

    * Il genitore “ultras”
    Ex-giocatore da campo in fango, presenzia a tutte le partite urlando improperi vuoi al figlio vuoi agli avversari: “spaccagli una gamba!” è in genere la sua esortazione preferita. Famoso nel dopo-partita per incendiare risse fuori dalla porta dell’arbitro nell’attesa della riconsegna dei documenti.

    * La casalinga “incazzata”
    urla come una poiana ossessa per 90 minuti. Non conosce la sacra regola del fuorigioco, ma dice quando la squadra deve “salire” o la punta deve “tirare”: in genere ad almeno 40 metri dalla porta, che neanche Cristiano Ronaldo ci arriverebbe. Pericolosissima per “enandiare” (neologismo calcistico per “scatenare”) rissa con gli altri genitori.

    * Il nonno “tattico”
    ha giocato in prima categoria negli anni ’50, ora insiste nel suggerire al povero mister di turno che il suo nipotino (dai 6 ai 10 anni) “non può giocare in quel ruolo, da mezz’ala” perché secondo lui è nato “centromediano metodista”. In genere usa un vocabolario calcistico che risulterebbe obsoleto a Nicolò Carosio.

    LA CARTA DEI DIRITTI DEL BAMBINO NELLO SPORT
    Per capire i danni che i bambini possono riportare a causa di genitori troppo ansiosi (o frustrati ), riportiamo questo decalogopubblicato dall’Unesco -Service des Loisirs, Geneve, nel 1992.
    1- Diritto di divertirsi e di giocare come un bambino
    2- Diritto di fare lo sport
    3- Diritto di beneficiare di un ambiente sano
    4- Diritto di essere trattato con dignità
    5- Diritto di essere allenato e circondato da persone qualificate
    6- Diritto di seguire allenamenti adeguati ai propri ritmi
    7- Diritto di misurarsi con giovani che abbiano la stessa probabilità di successo
    8- Diritto di partecipare a gare adeguate
    9- Diritto di praticare il suo sport nella massima sicurezza
    10- Diritto di avere tempi di riposo
    E aggiungiamo noi l'11 comandamento: Diritto ad essere felice anche se non alza la coppa del Mondo. Meditate genitori, meditate...

    Tratto da CORFOLE! del 11/2012, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


     


    I commenti dei lettori
    Michele Mancini:

    Fantastico!!! Io E mia moglie ci siamo imbattuti in una tipologia di mamma tifosa giustiziera,ora ti spiego. Il nostro bimbo durante una partita dei pulcini ha avuto una marcatura a uomo da un suo avversario,manco fosse Pazzini ,durante il match la mamma ultras aizzava tutti ad atterrarlo,ed effettivamente qualche bimbo era un po' piu duro nei contrasti.Ma ci sta,se non che a fine partita la giustiziera è andata negli spogliatoi dei nostri bimbi ed ha minacciato ed insultato il bomber. All'uscita degli spogliatoi il bomberino piangeva visibilmente scosso. Abbiamo cercato ,e trovato, la signora in questione che per tutta risposta ci ha insultato ,logicamente mia moglie ha risposto per le rime. Come è andata a finire ? Dopo tre mesi è arrivata una denuncia ,per minacce e ingiurie...non so come finira' ! Certo che da parte" lesa" ,ora siamo imputati. Ora alle partite ci mettiamo in un agolino in silenzio !


    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      BANCA E FISCO - Mutuo insostenibile? Ecco cosa fare

      Da che abbiamo iniziato questa attività, i casi maggiormente riscontrati sono quelli di famiglie alle prese con la rata del mutuo che, aumentando mese per mese, è arrivata ad essere  insostenibile. Queste vicende riflettono forti sofferenze umane che vedono come epilogo il pignoramento o una svendita del bene primario. Quando una famiglia deci...

      Pasqua senza uova e agnello? La ricetta vegana del numero scorso ha destato interesse in molti di voi: ecco allora un approfondimento con Lorenzo Podestà e una nuova ricetta

      Rinunciare ad una saporita bistecca alla fiorentina, a un piatto di lasagne al ragù appena sfornate o a una prelibata orata al forno che fa venire l'acquolina in bocca solo a guardarla? Per i b...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...