EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VARIE cerco galline collo nudo,...
    • VARIE cerco piantine di lamponi...
    • VARIE cerco gabbia per conigli ...
    • VENDO per smobilito soffitta, c...
    • IMMOBILIARE causa trasferimento,vendo...
    • VENDO vendo letto a castello ma...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Brasato alla piemontese

    Per 4 persone: 1500gr di sottopaletta di vitellone o cappello del prete, 200gr di polpa di pomodoro, 2 cipolle, 3 spicchi di aglio, carote, sedano, rosmarino, salvia, alloro, sale,pepe, brodo ve...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    storia locale

    18 Dicembre 2023 | in categoria/e storia locale

    Perché sull'albero di Natale mettiamo le palline?

    Perché sull'albero di Natale mettiamo le palline?

    Una tradizione che si perde nella notte dei tempi

    Magari la stella del puntale è leggermente sbeccata, ma ci riporta il sorriso dei nonni. E’ vero, il presepe mostra i suoi anni, ma solo vederlo ci ricorda le tavolate allegre con tutti i parenti. Quello in cui si tirano fuori i cartoni con le decorazioni di Natale è uno dei momenti più attesi e più belli dell’anno. Per chi ha la fortuna di avere quelli tramandati in famiglia è anche un momento di dolci ricordi e di contatto con le proprie radici. Certo, quelle palline sono meno brillanti di quelle nuove, ma ci rivediamo quando le mettevamo sull’albero con le nostre mani di bambini. Ma vi siete mai chiesti dove nasce l’usanza di appendere palline all’albero di Natale? Ebbene, affonda le radici in epoche molto antiche. Ricordarli ci permette di rientrare in contatto con il significato di quel gesto, e forse ci verrà voglia di comprare... delle mele.  

    Celebrare luce e rinascita: una ricorrenza antichissima

    Quella di celebrare nel Solstizio d’Inverno “la luce e la rinascita” dopo la più lunga notte dell’anno (orientativamente il 21 dicembre) è una tradizione antichissima che ha attraversato diversi popoli. I Celti ad esempio, celebravano Yule, la rinascita: la casa veniva decorata con rami di sempreverdi a simboleggiare la resistenza contro le insidie dell’inverno e le persone si raccoglievano intorno al fuoco, banchettando e facendo rituali. Tra questi c’era lo scambio dei regali, perlopiù cibi, probabilmente per rincuorarsi che ci fossero scorte non solo a sufficienza ma addirittura da regalarne e quindi di poter sopravvivere fino alla primavera, quando la terra avrebbe ricominciato a dare frutti.

    Le mele del Giardino dell’Eden

    Con l’avvento del Cristianesimo si iniziò, in occasione della Natività, a esporre nel sagrato delle chiese o nella piazza del villaggio, alberi interi decorati con carta, candele e mele rosse. Perché le mele? La tradizione dell’albero potrebbe più propriamente dipendere dalla tradizione Protestante delle regioni tedesche in epoca di Tardo Medioevo, che prevedeva per la vigilia di Natale, la ricostruzione nelle chiese dello scenario del Paradiso in terra con tanto di alberi di mele. Pare sia un chiaro riferimento all’albero della Conoscenza del Bene e del Male del giardino dell’Eden e quindi al peccato originale. Infatti, in origine, il 24 dicembre si celebrava il giorno di Adamo ed Eva. Nei giorni precedenti venivano messe in scena nelle città e nei villaggi particolari rappresentazioni teatrali chiamate Opere Misteriose o Opere Miracolose. Questi spettacoli avevano lo scopo di comunicare i concetti della Bibbia alla gente quasi totalmente analfabeta. In particolare, una delle opere miracolose era l’Opera del Paradiso e raccontava la scena della cacciata Adamo ed Eva dal giardino dell’Eden. La scenografia mostrava al centro un albero sempreverde, simbolo dell’immortalità, e mele rosse che pendevano dai rami. Così si diffuse l’usanza di mettere nei cortili prima e nelle case poi, il cosiddetto “albero del Paradiso” con tante mele rosse appese. Da una parte le mele simboleggiano la tentazione, dall’altra la morte del peccato grazie alla nascita di Gesù.

    Poi un inverno mancarono le mele e un artigiano inventò le palline di Natale

    Fino qui abbiamo visto che si usavano le mele, ma nel 1858 ci fu un inverno così rigido che i raccolti furono drammaticamente scarsi: anche le mele non bastavano per il sostentamento della gente, figuriamoci per decorare gli alberi. Così un artigiano del villaggio francese di Goetzenbruck che ospitava fin dal 1700 una fabbrica specializzata nella produzione di vetri per orologi, ebbe un’idea davvero originale. Poiché nella lavorazione, il vetro veniva tagliato in palline che venivano poi soffiate, l’artigiano pensò che quelle palline di vetro potessero diventare addobbi scintillanti per l’albero di Natale del paese. L’idea riscosse un tale successo che la vetreria del piccolo villaggio iniziò a esportarle in tutto il mondo. La produzione continuò senza sosta fino agli anni ’60, quando iniziarono ad affermarsi le decorazioni moderne di plastica.


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      DIRITTO FACILE - CONDOMINIO infiltrazioni dai terrazzi: chi paga i lavori e i danni?

      Massimo (nome di fantasia per motivi di privacy) scrive di essere proprietario esclusivo di un lastrico solare di un condominio. A causa della scarsa manutenzione alcuni condomini delle unità immobiliari sottostanti hanno subito infiltrazioni di acqua piovana.Massimo ci chiede se debba essere lui in via esclusiva a f...

      Incubi: cosa riflettono della nostra vita reale?

      Sono sogni spiacevoli che ci lasciano un senso di paura, tristezza, ansia. A differenza dei “brutti sogni” scatenano anche delle reazioni...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...