EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • IMMOBILIARE a monleone di cicagna, af...
    • VENDO vendo cancelletto di sicu...
    • VARIE cerco galline collo nudo,...
    • VARIE cerco piantine di lamponi...
    • VARIE cerco gabbia per conigli ...
    • VENDO per smobilito soffitta, c...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Tacchino goloso alle castagne e frutta

    Per 4 persone: 1 petto di tacchino, 1 salsiccia, alcune prugne, noci, castagne, 1 mela, 1 uovo, qualche fetta di pancetta, burro, succo di 1/2 limone, sale, pepe. Spellate e sminuzzate la salsiccia, s...

    Sapevi che... si dice “Piantare in Nasso”?

    ...e deriva da una mitologica tragedia d'amore (sigh!) Eh s&igrav...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    attualita, storia locale

    12 Aprile 2023 | in categoria/e attualita storia locale

    Torna “Lo chiamavano Trinità” e sarà ispirato a Suor Blandina di Cicagna

    Torna “Lo chiamavano Trinità” e sarà ispirato a Suor Blandina di Cicagna

    di Michela De Rosa

    La notizia è doppiamente felice: presto vedremo al cinema il terzo capitolo di una saga che ha fatto la storia del western italiano, “Lo chiamavano Trinità”, e sarà ispirato alla storia di un personaggio originario del Levante, precisamente di Cicagna, Val Fontanabuona. E’ stato lo stesso Terence Hill a dare la notizia, spiegando che la voglia per indossare di nuovo le vesti - o meglio gli stracci - di Trinità gli è venuta leggendo un libro sulla vita di Suor Blandina. Dopo aver lavorato un anno e mezzo alla sceneggiatura il film ha preso forma: “Trinità, la Suora e la Pistola”, dove “la pistola” è il famigerato bandito Billy The Kid.



    Con le sue parole riusciva a disarmare le pistole
     
    Nata a Cicagna il 23 maggio 1850 con il nome di Maria Rosa Segale, all’età di quattro anni emigrò con la famiglia poverissima in America, sbarcando a Cincinnati. A 16 anni entra nelle Sorelle della Carità con il nome di suor Blandina e inizia insegnare nelle scuole locali; a 22 viene inviata a Trinidad (città mineraria del Colorado) per insegnare in una scuola, poi a Santa Fe e ad Albuquerque, nel New Mexico. Si trovò così a viaggiare da sola verso il “selvaggio West”, in terre pericolose e in tempi veramente duri, dove la legge era difficile da far rispettare anche per lo sceriffo. Il linciaggio era difatti una pratica consueta per risolvere i problemi. E uno degli episodi che le è valsa la fama risale proprio al giorno in cui un suo alunno le disse che il padre aveva sparato a un uomo e che la folla inferocita voleva impiccarlo. Suor Blandina corse dall’aggressore e gli fece firmare una confessione, poi corse dalla vittima morente e la convinse a perdonare il suo assassino. Quindi si rivolse alla folla, convincendo tutti a giudicare l’uomo secondo la legge, con la galera. Con le sue parole e con il potere del perdono, ha disarmato pistole e corde.

    Piegò perfino Billy the kid

    Era il periodo dei temutissimi fuorilegge e il più temuto era certamente Billy the Kid. Un giorno uno studente di Suor Blandina corre a informarla che uno dei membri della banda del bandito era stato ferito gravemente e nessun medico voleva dargli soccorso. Senza alcuna esitazione, suor Blandina corse a curarlo, salvandogli la vita. Ma Billy the kid non aveva perdonato i quattro dottori che avevano rifiutato di curare il compagno e fece sapere che sarebbe arrivato a ucciderli. La suora chiese di incontrarlo e gli raccontò i fatti. A quel punto lui le disse che avrebbe ricambiato il favore: vite salvate per vite salvate. Prontamente Suor Blandina chiese in cambio quella dei medici. Onorando la parola data, acconsentì e la salutò con gentilezza.

    Ma quello era solo il primo degli incontri con il famoso bandito: durante un viaggio in diligenza, dopo essersi accorto della presenza della suora, Billy the Kid ritirò l’assalto e la salutò con un segno di rispetto al cappello, sotto gli occhi increduli dei passeggeri. Passano gli anni e Suor Blandina viene trasferita a Santa Fe (New Mexico) dove fonda anche una scuola e un ospedale. E i loro destini si incrociano di nuovo: Billy è stato arrestato e ferito e tocca proprio a lei curarlo.

    I miracoli e la canonizzazione

    Suor Blandina morì a 91 anni nel 1941: tornata a Cincinnati, con sua sorella, Suor Giustina, si dedicò al sostegno dei poveri e di molti immigrati italiani. Avrebbe compiuto anche dei miracoli, tra cui la guarigione «inspiegabile» – a detta dei medici – di un bambino nato prematuro con una valvola cardiaca non funzionante e i polmoni collassati. Dopo che la famiglia ha pregato la suora, i problemi sono spariti. Nel 2015 la causa per la sua canonizzazione è stata approvata dal Vaticano, dandole così il titolo di Serva di Dio.

    Per la beatificazione ci vorranno molti anni, ma oggi grazie a lei, possiamo goderci un altro piccolo piccolo miracolo: il ritorno di Trinità e di quei film puliti ma ricchi di valori, di cui un po’ tutti sentivamo la mancavanza. Come sentiamo la mancanza di Bud Spencer, ma per questa possiamo solo sperare in qualche trucco tecnologico. Le riprese cominceranno in estate in Abruzzo e purtroppo non si ha notizia di riprese qui sul territorio. Certi di interpretare l’affetto di moltissimi per Terence Hill e per questa saga, lo invitiamo a venire a conoscere non solo i luoghi di origine di Suor Blandina, ma soprattutto l’origine di quella tempra fontanina.


    Altre immagini collegate alla notizia:


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO