EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VENDO causa cessazione attività...
    • VENDO vendo chicco 360° seggiol...
    • REGALO nuova enciclopedia illust...
    • VENDO lampadario x soggiorno pr...
    • VENDO cassetta / valigetta in m...
    • IMMOBILIARE cerco garage/magazzino pe...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Pazzi per stoccafisso e baccalà? Su CORFOLINO 3 scopri tante curiosità e ricette

    Chi li ha inventati e perché? Cosa c’entra Cristoforo Colombo? L&r...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    home

    07 Luglio 2022

    Su e giù per Genova, tra trenini, forti e funicolari! (Per tutto luglio a Genova, metro, ascensori, cremagliere e funicolari sono gratis!)

    Su e giù per Genova, tra trenini, forti e funicolari! (Per tutto luglio a Genova, metro, ascensori, cremagliere e funicolari sono gratis!)

    - di Michela De Rosa

    Ancora per tutto luglio sarà possibile andare letteralmente su e giù per Genova gratuitamente! La Funicolare Zecca-Righi la cremagliera Principe-Granarolo e tutti gli ascensori sono gratuiti tutti i giorni della settimana senza limiti di orario, mentre la metropolitana è gratuità tutti i giorni dalle 10 alle 16 e dalle 20 alle 22.

    Un’ottima occasione per visitare quei posti in cui magari non vi eravate mai spinti, scoprire i tesori del territorio e godere di panorami inediti. Noi abbiamo optato per un’escursione sul sentiero dei Forti, sul quale si può arrivare con alcuni dei mezzi di trasporto più scenografici di Genova: la Funicolare Zecca-Righi o la Cremagliera Principe - Granarolo e lo storico Trenino di Casella (che NON è gratis: www.ferroviagenovacasella.it)

    Noi abbiamo scelto di arrivare in quota con il Trenino e poi scendere con la Funicolare, ma voi potete scegliere l’itinerario che preferite, prendendo perfino tutti e tre i mezzi in un colpo solo! Poi vi spieghiamo come. Pronti per questa avventura? Si parte!

    1) PARTENZA: DA GENOVA COL TRENINO DI CASELLA
    Da Piazza Manin a “Campi”

    Decidiamo di lasciare l’auto in centro, in modo da averla comoda al ritorno quando saremo stanchi. Quindi freschi e pimpanti saliamo Corso Assarotti fino a Piazza Manin (ovviamente si può prendere un bus) e facciamo una prima sosta nella Pasticceria Michelangelo per caffé e brioche con crema e amarene (d’altronde ci aspetta una giornata impegnativa, eh!); allegramente rifocillati, ci dirigiamo verso la Stazione Manin, situata a pochi metri: guardando il distributore di benzina, vedrete delle scale: salite e a pochi passi a sinistra vi troverete in questa che è già una piccola chicca e vi sembrerà di fare un salto indietro nel tempo. Non dovrete nemmeno dannarvi per fare i biglietti on line perché li potete fare a bordo (n.d.r. il trenino di Casella NON rientra tra i mezzi gratuiti fino a luglio). Ore 12.08, si parte! Il trenino (ino-ino-ino) si inerpica tra i palazzi della città, ma in pochi minuti ondeggiando sui binari, ci si ritrova immersi in un panorama inedito: siamo decisamente in montagna e tra ponti e gallerie si vede in lontananza il mare. Una giornata limpida vi assicurerà belle foto panoramiche! Le fermate vanno prenotate: c’è il pulsante da schiacciare, ma comunque la bigliettaia aveva chiesto a tutti la meta, così da dire dove scendere. Vedendo “le fermate” capirete il perché! Ore 12.28, scendiamo alla stazione di Campi: appare come un miraggio ed è praticamente un bar in mezzo al nulla: il bar Bnario, senza i, che con le sedie anni ‘70 e i “divanetti”di pallet invita a una sosta sotto gli ombrelloni, magari leggendo un libro preso dal... frigorifero! In quello grande i libri per i grandi, nel frigo piccolo quelli per intrattenere i bambini. Dopo un fresco chinotto ligure è ora di incamminarci e la coraggiosa Selena (perché per aprire un bar qui  ci voleva coraggio e l’amore di chi è nato tra questi monti) ci indica la via: “Attraversate i binari e salite quel sentierino. In una manciata di minuti sarete su una strada, andate a destra, poi al bivio prendete il sentiero a sinistra”.  Partiamo!

    2) DA CAMPI AL RIGHI
    5 km, 2 ore, soste comprese

    Il sentiero è facile, adatto a tutti e praticamente in piano. In parte è inserito nel bosco e in parte esposto al sole, per cui mi raccomando: acqua, cappello e protezione solare! Dopo pochi minuti troverete l’indicazione per la neviera (che potete scendere a vedere), un sistema per produrre ghiaccio che serviva per conservare i cibi, ma anche per alleviare febbre e contusioni. Vi trovate sul percorso dell’acquedotto che porta l’acqua potabile da Lago Val Noci a Genova e lungo il tragitto ogni tanto vedrete affiorare le tubazioni. Ma la cosa più importante è la natura: siete in montagna, c’è profumo di aghi di pino, eppure là davanti si staglia il mare. Anche la flora è particolarmente variegata creando l’habitat perfetto per le farfalle: ne abbiamo incontrate a centinaia! Lungo il sentiero troverete anche le indicazioni per i Forti: noi non li abbiamo raggiunti, ma se volete visitarli e ammirare il panorama in costa, mettete in conto una scarpinata in salita per ognuno.

    3) IL PARCO DEL PERALTO, LA FUNICOLARE e il presepe
    Passeggiando tra antiche mura

    Alla fine del sentiero ci si trova su una strada asfaltata che porta al Parco delle Mura, l’Area Naturale Protetta che deve il nome alle Mura Nuove, erette nel Seicento a difesa della città e del suo bacino portuale: con i suoi 12 km è la cinta muraria più lunga d’Europa! Sbuchiamo quasi subito in un’area di sosta attrezzata con tavoli per pic-nic e vista panoramica. Proseguiamo Via del Peralto in discesa, tra le mura antiche e all’ombra degli alberi. Attraversiamo una delle porte di Forte Castellaccio, poi un ponte (forse era un ponte levatoio?), passiamo davanti all’Osservatorio Astronomico del Righi (www.osservatoriorighi.it) e a ville storiche, ed eccoci quindi alla Funicolare Zecca - Righi. Potete affacciarvi alle tante terrazze panoramiche e godere la vista da Levante a Ponente. Saliamo e inizia la discesa con la sua forte pendenza e il passaggio stretto tra i bei palazzi con i loro giardini nascosti, poi cunicoli, gallerie e portoni che sembrano affacciarsi sul nulla. Scendiamo alla fermata Madonnetta per una visita all’omonimo Santuario dell’ordine dei Padri Agostiniani Scalzi con il suo Presepe perenne. Alla fermata ci si trova tra scale, crouze e mulattiere: in un paio di minuti raggiungiamo le mura a cerchio che celano un bellissimo risseu. La storia di questo Santuario è antichissima e molto importante e ci ricorda che Genova è una città “votata alla Madonna”. Eretto nel 1696 in soli 15 mesi su indicazioni di Padre Carlo Giacinto Sanguineti, per secoli questo Santuario è stato il centro religioso ufficiale della Repubblica genovese e vi era la tradizione della novena del 15 agosto per celebrare l’Assunzione di Maria Vergine.
    Con la seconda guerra mondiale questa tradizione si perse ma è stata ripresa nel 2012 e da allora vede una numerosa partecipazione di fedeli. Gli interni sono opulenti, ma è sotto il pavimento che si celano i due tesori più ammirati: la statua della Pietà a opera del Maragliano (1732), con il volto di Maria talmente espressivo da sembrare vero: gli occhi in particolare vi lasceranno a bocca aperta: sono lucidi e sembra che la statua stia davvero piangendo. Ed entriamo nelle ex catacombe, dove un tempo erano conservati i resti di oltre ventimile defunti! Negli anni ‘70 furono traslati al cimitero di Staglieno, tutta l’area fu bonificata e vi si realizzò un bellissimo presepe perenne, composto da 5 grandi scene che si svolgono nei luoghi e nelle situazioni più caratteristici di Genova e delle sue Valli.

    4) RIENTRO IN CENTRO
    In funicolare fino a Largo Zecca poi due passi in centro

    E’ stata una giornata davvero entusiasmante ed è tempo di rientrare. Riprendiamo la funicolare fino a Largo Zecca e da qui ci godiamo ancora una bella passeggiata in città, passando in Via Garibaldi con i suoi meravigliosi palazzi storici e l’atmosfera elegante. Decidiamo di goderci la serata fino in fondo e ci fermiamo per una cena veloce e due passi in centro...


    Altre immagini collegate alla notizia:


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      DIRITTO UTILE - Diamo uno sguardo al "Pacchetto Sicurezza"

      A cura dell'avv. Gabriele Trossarello - Contatti 0185.938009 redazione@corfole.comIl recente Consiglio dei ministri tenutosi il 21 maggio 2008 a Napoli ha dato il via libera al cosiddetto "pacchetto sicurezza", composto dal Decreto Legge 23/5/2008 n.92 (entrato in vigore a seguito della pubblicazione in Gazzetta U...

      Pazzi per stoccafisso e baccalà? Su CORFOLINO 3 scopri tante curiosità e ricette

      Chi li ha inventati e perché? Cosa c’entra Cristoforo Colombo? L&r...

      Pazzi per stoccafisso e baccalà? Su CORFOLINO 3 scopri tante curiosità e ricette

      Chi li ha inventati e perché? Cosa c’entra Cristoforo Colombo? L&r...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...