EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • REGALO nuova enciclopedia illust...
    • VENDO lampadario x soggiorno pr...
    • VENDO cassetta / valigetta in m...
    • IMMOBILIARE cerco garage/magazzino pe...
    • VARIE cerco tecnico per riparaz...
    • VENDO macchina per maglieria se...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    L'oëxinin, quella “ta crusta”, quella "sciocca" e molto altro. Sei cose che forse non sapevi sulla farinata, l'"oro dei ceci"

    Cos’è la farinata? E quali sono le pietanze liguri fatte con la farina di ceci? Se l’è chiesto Cesare Dotti, esperto di storia locale ...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    storia locale

    05 Marzo 2018 | in categoria/e edizione cartacea storia locale

    Il sacrificio del Ponte di Gallinaria: fu fatto saltare per fermare la ritirata delle truppe tedesche, così per attraversarlo qualcuno imprvvisò una strafia

    Il sacrificio del Ponte di Gallinaria: fu fatto saltare per fermare la ritirata delle truppe tedesche, così per attraversarlo qualcuno imprvvisò una strafia

    Percorrendo la Provinciale che in Fontanabuona sale da Cicagna a Ferrada, passato il ponte che sta all’ incrocio con la strada per Cornia, dopo una curva a sinistra ci si trova in una stretta gola dove non giunge mai il sole; il Lavagna scorre in fondo ad essa tra le rocce, e c’è un altro ponte dopo il quale sale la vecchia strada per il centro di Ferrada. Questo ponte é stato protagonista di uno dei tanti piccoli episodi dell’ultima guerra che si vanno dimenticando con la scomparsa dei testimoni. Non ricordo l’anno esatto, forse l’ultimo della guerra, ma una notte questo ponte venne minato e fatto saltare, per intralciare la ritirata delle truppe tedesche verso Nord.

    SULLA STRAFIA... IN BICICLETTA
    Così tra Cicagna e Ferrada non esisteva in quel punto altra possibilità di transito carrabile: per passare a piedi bisognava arrampicarsi per mulattiere  ripide e tortuose, per cui qualche spirito ingegnoso trovò la soluzione. In questa valle esiste una lunga tradizione di teleferiche (‘e strafìe) che  servivano per la legna, il fieno e soprattutto le ardesie: qualcuno pensò bene di impiantarne una che collegasse le due rive. Allora non erano ancora state emanate le norme 626 sulla sicurezza, e quindi fu facile realizzarla artigianalmente: c’era un cavo d’acciaio fissato sulle due sponde, sul quale correvano due pulegge, alle quali era sospeso un pianale fatto con due tavole di legno. Un sistema di vai-e-vieni con una corda e due ruote con una maniglia costituiva il meccanismo di traslazione del carrello, sul quale saliva un passeggero per volta, seguito poi, se l’aveva, dalla bicicletta. Ricordo tutto questo perfettamente perché mio padre doveva, per lavoro, utilizzare giornalmente questo mezzo aereo di trasporto; e tutto ciò sino a che non venne costruita una passerella in legno. Non ricordo più chi fosse il sagace imprenditore di tale  impianto, che probabilmente era anche il manovratore che, per una modesta mercede, eseguiva i trasbordi.

    BAMBINI A GIOCARE CON GLI ORDIGNI
    Tornando al motivo della distruzione del ponte; questo fece sì che non fosse possibile per i tedeschi in ritirata eseguire lo sgombero di una grande catasta di cariche e proiettili per  cannone da 88 che era stata abbandonata in un prato vicino. Si diceva, allora, che  questo deposito sia tornato utile a chi, in seguito, aveva bisogno di esplosivi per i lavori di cava o per altri usi. Ognuno di questi ordigni era contenuto in un tubo di cartone catramato, e noi ragazzini ci divertivamo a farli rotolare  per tutto il prato. Facevamo anche delle strisce con le bacchette di cordite (l’esplosivo delle cariche) che attraversavano la strada, per poi darvi fuoco di nascosto e spaventare i rari passanti. Ancora una volta l’ingenua incoscienza infantile riusciva a trasformare le calamità della guerra in motivi di svago...

    Testimonianza di
    Carlo Pasquali,
    Chiavari




     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      DIRITTO UTILE -Il giudizio di divisione

       A cura dell'avv. Gabriele Trossarello - Contatti 0185.938009 redazione@corfole.comQuante volte abbiamo dovuto affrontare i vari problemi relativi al fatto di essere legati a terzi da una comunione, magari ereditaria.. Per sciogliere questo nodo, la legge prevede il diritto di ciascuno dei compartecipi di ad...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...