EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Ricetta delle feste - Il tacchino ripieno

    Per 4 persone: una tacchinella baby di circa 2,5 kg, 200gr di salsiccia di maiale, 2 fette di lardo, 100gr id burro 500gr castagne arrosto, 2 prugne secche, 2 grosse mele, 1/2 bicchiere di vino bianco...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    il tappiro

    01 Aprile 2012 | in categoria/e il tappiro

    ASL 4 SCANDALOSA - Dal 1 aprile niente trasporto per i dializzati: e non è uno scherzo

    ASL 4 SCANDALOSA - Dal 1 aprile niente trasporto per i dializzati: e non è uno scherzo
    ASL 4 SCANDALOSA - Dal 1 aprile niente trasporto per i dializzati: e non è uno scherzo

    La storia di Maria Basso, detta Giulietta, abitante della Val Fontanabuona è uno scandalo sanitario locale che non ha paragoni. Il 9 marzo durante una seduta di dialisi (lunga e pesante terapia con cui si eliminano le scorie dall’organismo quando i reni non sono più in grado di farlo) presso l’ospedale di Sestri Levante, l’unico nel comprensorio delegato a questa pratica, riceve dalle mani del Direttore U.O.C. nefrologia e dialisi P. Patrone una lettera con la quale si comunica che a far data dal 1 aprile gli oltre trenta dializzati dovranno recarsi a effettuare la terapia con mezzi propri anzichè accompagnati con l’auto della Croce Rossa.
    Giulietta riceve una piccola pensione di sussistenza da coltivatrice diretta, soffre di cuore e ha avuto una perdita di peso di oltre quaranta chili, per la maggior parte liquidi assimilati nel corpo a causa dell’insufficienza renale che l’ha portata a dover intraprendere tre sedute di dialisi settimanali di tre ore l’una. Comprensibile la sua amarezza quando ci confida candidamente “secondo l’ASL4 dovrei prendere tre mezzi pubblici per arrivare all’Ospedale di Sestri Levante, senza contare che il problema maggiore è il ritorno, momento in cui si è estremamente debilitati”.
    Tra l’altro, fanno notare i militi della Croce Rossa, con un’unica macchina e con un unico viaggio si trasportano tre persone della zona e l’ottimizzazione delle risorse è già li messa in evidenza. La cantonata dell’ASL4 pare essere grossolana in quanto nelle altre ASL liguri questo avviso non è pervenuto ad alcuno, inoltre le pubbliche assistenze e le CRI hanno saputo di questa novità solo dai pazienti dializzati, senza ricevere alcuna comunicazione ufficiale da parte della struttura sanitaria. La cittadinanza intanto si sta mobilitando: chi abita sulla costa si chiede perchè non venga aperto un reparto di dialisi pure a Rapallo, mentre chi risiede molto lontano come Varese Ligure o Santo Stefano d’Aveto resta ancora più allibito.
    Intanto sul fronte politico si sono attivati con una lettera al direttore generale dell’ASL4 Cavagnaro e una all’Assessore alla Sanità Montaldo, entrambe sottoscritte da Armando Ezio Capurro, Ezio Chiesa, Stefano Quaini, Valter Ferrando, Marco Limoncini a fianco di un’interrogazione da parte dei consiglieri di minoranza Matteo Rosso e Roberto Bagnasco. Si spera che queste azioni portino ad un rapido dietro front, “con la salute non si scherza” sembra essere il coro bipartisan e molti si chiedono cosa ci sia dietro il silenzio del ““Comitato Malati del Tigullio” che dovrebbe essere il primo a scendere in campo a fronte di questa grave situazione.
    Giansandro Rosasco


     


    I commenti dei lettori
    D.F.:

    Informatevi!!!! Prima di accusare la ASL! Forse, i tagli li hanno fatti altri (regione). Chi ci rimette? naturalmente il cittadino debole e malato! Noi continuiamo a pagare per servizi non corrisposti dallo stato! Forse sarebbe opportuno fare qualcosa di pi&ùgrave;!
    Penso che il Comitato Ass. del Tigullio non possa fare niente.
    forse se il governo mantenesse le promesse fatte, potremmo avere altri servizi, i dializzati non dovrebbero pagare i servizi....
    Le P.A., siamo sicuri che non abbiano interessi!!!


    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      DIRITTO UTILE- Testamenti non validi ed eredità... vendute

      TESTAMENTO OLOGRAFO SCRITTO COL COMPUTER: è valido?Luisa (nome di fantasia) ci scrive del testamento di una parente scritto con il computer, stampato e poi sottoscritto (firmato) di proprio pugno. Luisa ci chiede se il testamento è valido: no e può essere annullato da un giudice. Infatti il testamento olografo deve necessariamente essere scritto, datato e ...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...