EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VARIE cerco urgentemente garage...
    • VENDO vendo spolverino vintage ...
    • VENDO vendo giubbino uomo ecope...
    • CERCO LAVORO cerco lavoro part time ne...
    • VENDO vendo poltrona pelle colo...
    • VENDO vendo tastiera yamaha psr...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Ricetta delle feste - Il tacchino ripieno

    Per 4 persone: una tacchinella baby di circa 2,5 kg, 200gr di salsiccia di maiale, 2 fette di lardo, 100gr id burro 500gr castagne arrosto, 2 prugne secche, 2 grosse mele, 1/2 bicchiere di vino bianco...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    cultura, edizione cartacea, letture, storia locale

    04 Giugno 2012 | in categoria/e cultura edizione cartacea letture storia locale

    IL LIBRO DEL MESE - “Il paese dove son nato”: da una canzone dei Nomadi il titolo del libro dedicato a Casarza

    IL LIBRO DEL MESE - “Il paese dove son nato”: da una canzone dei Nomadi il titolo del libro dedicato a Casarza

    Grandi risaie, filari di pioppi
    e all’orizzonte montagne maestose
    non si può dire che sia il paradiso
    ma è il paese dove sono nato.
    La gente è chiusa e un poco scontrosa
    ma quando ama sa amare davvero
    ci sono senz’altro dei posti migliori
    ma è il paese dove sono nato...

    Sostituendo alle ‘grandi risaie’ le parole ‘campi di pesco’, questa canzone sembra fatta apposta per Casarza e per la sua gente: ecco perché il titolo dell’ultimo libro di Angelo Perrone si intitola “Il paese dove son nato” come la canzone degli anni ’70 dei Nomadi. Dimenticate i noiosissimi libri di storia e le loro pedisseque descrizioni di eventi in successione e aprite bene gli occhi: le 477 immagini che vedrete scorrere, pagina dopo pagina, vi guideranno alla scoperta non solo di Casarza e dei suoi abitanti, ma anche dei suoi segreti, delle sue abitudini e di quell’affetto e calore umano che da questo paese della Val Petronio è partito per raggiungere altre parti d’Italia e del mondo.
    Quando ci si vestiva come i pionieri
    Il viaggio inizia dalla metà dell’800 con le  prime cartoline e foto della cittadina, per passare alla gente: “In questa sezione- spiega Perrone- ho raccolto tutte le immagini che raffigurano gruppi familiari casarzesi e mi sono stupito di quanto siano simili in tutto e per tutto ai pionieri del Far West, persino nell’abbigliamento con quei grandi cappelli”. Tra queste immagini, anche quella, datata 1863, di un neonato, nel quale un signore già anziano ha riconosciuto il padre. Il viaggio prosegue tra le ville storiche e la panoramica sulle varie frazioni, comprendendo anche Novano e Francolano, che nei tempi che furono non erano neppure dotate di una propria Chiesa.
    La guerra e i sorrisi
    La gente di Casarza torna ad essere protagonista con i capitoli sui conflitti mondiali visti dai casarzesi e con i casarzesi: ”Sono riuscito a mettere insieme le foto di tre fratelli - spiega Angelo- uno dei quali indossa la divisa canadese e che hanno partecipato alla Grande Guerra. Sono riuscito anche e a raccogliere le immagini dei partigiani, con relativi nomi di battaglia, che hanno partecipato alla Resistenza”. Una curiosa immagine dei primi anni ’40 richiama l’attenzione del lettore: datata 1942, rappresenta tre soldati in pantaloni corti, tutti sbrindellati e con il moschetto in mano; uno dei tre ha tre pernici attaccate alla cintura e sul retro uno dei tre ha scritto ”Digli ad Armando che qui in Africa si prendono delle ottime pernici anche con il moschetto, altro che il suo centrale (doppietta n.d.r.)”. Angelo sorride: “Anche in momenti storici difficili come quelli immortalati le persone avevano voglia di scherzare; chi riceveva le cartoline riceveva anche un po’ di affetto e di quel calore umano rimasto nella sua casa lontana”.
    La fede e le tradizioni
    Il viaggio prosegue attraverso le immagini che testimoniano la radicata religiosità dei casarzesi: processioni, chiese e una croce, recentemente recuperata anche grazie agli amici del Motoclub Stella Corse: “Si tratta di una croce in ferro situata sul confine parrocchiale con Bargone, dal quale si benedivano i campi come auspicio per avere un buon raccolto: le persone accompagnavano in processione il parroco fino a qui, dando vita al rito delle rogazioni. In occasione dell’ultimo Mula Trial è stata posta una targa con le parole che il parroco pronunciava alla benedizione dei campi: Dai fulmini e dalla tempesta, dalla peste, dalla fame e dalla guerra, Liberaci o Signore!”.
    Lo sport e la vita sul fiume
    Dopo le pagine dello sport, che Casarza ha sempre cullato con passione tra le sue colline, con il ciclismo, il motociclismo, il calcio, la caccia e il tiro al piattello, e quelle dei personaggi- tra cui il Battista, raffigurato sul murales posto ai piedi della strada che sale alla Chiesa - la memoria storica delle immagini si sofferma sul Petronio. Acque che hanno permesso il funzionamento di mulini e frantoi un tempo presenti lungo tutto il corso del torrente, sfamando moltissime famiglie, e allo stesso tempo acque che, con le loro piene, hanno distrutto e devastato.
    Le famiglie storiche
    ”Purtroppo non tutte sono presenti nel libro: a quei tempi esistevano solo due studi fotografici- a Sestri e Chiavari- e pochi avevano la possibilità di farsi fotografare”. Anche qui l’aneddoto non manca: ”Una di queste immagini, peraltro antichissima, ritrae padre, madre e un bambino con la gonna (che all’epoca veniva fatta indossare anche ai bambini) in piedi su una sedia mentre con il piede schiaccia la mano alla sorellina. La signora che mi ha portato questa foto è quella bambina e ricordava molto bene il momento in cui era stata scattata perché sentiva il dolore ma non poteva muoversi visto che il fotografo continuava ad urlare “Fermi! Fermi!”.
    QUANDO SI VENIVA PAGATI CON LE ‘TEGOLE’
    L’immagine che più è rimasta nel cuore di Angelo è quella (in foto) che raffigura una ragazza che lavorava nelle miniere di Bargone, seduta su alcuni gradini di pietra, che il giorno della paga conta “le tegole”- così venivano chiamate, per le loro dimensioni, le mille lire. A chiudere il libro è una cartolina spedita da Verici a Forte dei Marmi datata “12 settembre 1942, Ventesimo anno fascista”, che reca il seguente messaggio “Sto tornando a casa e bordeggiando mi fermo qua e là bevendone un gotto”. E chissà quanti “gotti” si è fatto prima che la cartolina arrivasse a destinazione!

    Tratto da CORFOLE! del 6/2012, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


    Altre immagini collegate alla notizia:


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      COME AVVIARE UNA CONCILIAZIONE: semplice, veloce ed economico.

      Risolvi senza i costi e i problemi di un’azione legale.La procedura di conciliazione risolve le questioni attraverso un percorso che utilizza al meglio le limitate risorse economiche e umane delle strutture giudiziarie. Ciò permette due enormi vantaggi: costa poco e si conclude in qualche ora o al massimo in qualche giorno e lascia nei contendenti, in caso di esito positivo, ...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...