EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Petto di pollo agli asparagi

    (piatto unico) Ingredienti per 4 persone: 1 petto di pollo, 200gr di asparagi, 150gr di prosciutto crudo, 2 carote, 50gr pane grattuggiato, 50gr di grana grattuggiato, salvia, burro, sale e pepe.P...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    attualità

    05 Marzo 2012 | in categoria/e attualita

    Terremoto e maremoto: quando arrivarono i sopravvissuti alla catastrofe del 1908

    Terremoto e maremoto: quando arrivarono i sopravvissuti alla catastrofe del 1908

    “Stamani, alle 5.21, negli strumenti dell’osservatorio è incominciata un’impressionante e straordinaria registrazione. Le ampiezze dei tracciati sono state così grandi (oltre 40 cm) che non sono entrate nei cilindri. Da qualche parte sta succedendo qualcosa di grave!”. Questa annotazione degli addetti dell’Osservatorio San Giovannino o Ximeniano di Firenze (Ente scientifico autonomo, fondato a Firenze nel 1756 dal gesuita Leonardo Ximenes) forse può rendere l’idea di quanto accadde il 28 Dicembre 1908: in quel momento Messina veniva rasa al suolo da una spaventosa scossa che durò oltre 30 secondi raggiungendo il 7° grado della scala Richter. Al centinaio di scosse successive si sommò l’effetto devastante del maremoto: il mare si ritirò per 200 metri e poi, con tre gigantesche ondate, cancellò quel poco che era rimasto. Il bilancio fu di oltre 80.000 morti e di un numero incalcolabile di feriti.  
    Ai soccorsi parteciparono navi e volontari di tutto il mondo; le macerie erano talmente alte che era impossibile attraversarle. Nella corsa agli aiuti che da tutto il Paese raggiunsero la Sicilia anche la cittadina di Pieve Ligure, allora Pieve di Sori, diede il suo contributo, con il gesto generoso di Angelo Fulle (o Folle): era il comandante del piroscafo Stella, il cui armatore era Luigi Mezzano di Sori, zio della moglie. A bordo lavorava come nostromo un siciliano di Messina, Mariano La Camera. Quando seppe del terremoto, si trovavano poco lontano, perché provenienti da Sfax in Tunisia; Fulle disse al nostromo che si sarebbero fermati per cercare i suoi parenti e di non  preoccuparsi perché a Pieve disponeva di un appartamento sfitto, dove avrebbero potuto andare ad abitare. Mariano La Camera ebbe la fortuna di ritrovare, in una Messina sconvolta, la sua famiglia miracolosamente ancora viva: la moglie Grazia Libro e cinque figli, Pina, Carmela, Giovanna, Carmelo e Girolamo (detto Girò), più un fratello scapolo. Nel terremoto avevano perso tutto, salvarono solo, curiosamente, una pezza di stoffa nera, che, in seguito, regalarono ai Fulle. Giunti a Pieve, trovarono un appartamento pronto per loro. Leggenda vuole che abbiano fatto trovar loro anche la tavola apparecchiata e il minestrone già pronto. I nuovi venuti, chiamati in paese ‘i messinesi’, si ambientarono perfettamente e senza difficoltà. Grandi lavoratori, onorarono sempre i loro debiti - Angelo Fulle aveva garantito per loro nei negozi - e si fecero benvolere da tutti. I figli impararono rapidamente il dialetto, e addirittura ne parlavano una variante più pura ed antica di molti nativi di Pieve. Mariano La Camera continuò a lavorare come nostromo sulla nave, anche dopo che Angelo Fulle si era ritirato, e tutti furono sempre riconoscenti verso il loro benefattore. Dopo qualche anno i La Camera ebbero altri tre figli, giungendo ad un totale di sette. Il caso volle che i La Camera, con tante figlie femmine, abitassero vicino ai Montobbio, che avevano sette figli maschi. Tre delle loro figlie sposarono altrettanti Montobbio. Alcuni discendenti vivono ancora a Bogliasco e a Pieve Ligure.

    PierLuigi Gardella

    Tratto da CORFOLE! del 3/2012, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      DIRITTO UTILE -Cedo un terreno, devo sempre pagare l'IRPEF?

      Alcuni lettori ci chiedono quali conseguenze fiscali vi siano a livello di imposta sul reddito relativamente alla cessione di un terreno.In maniera molto semplice possiamo rispondere: se il terreno non è edificabile, non dovrò pagare nessun tributo a livello di imposta sul reddito; ma se è edificabile la legge prevede che si debba pagare un tributo calcolato sul valore che...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...