EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VENDO vendo mobile arte povera ...
    • VENDO camera a ponte in legno t...
    • VENDO tavolino bianco in legno ...
    • REGALO ho tagliato 2 abeti di ci...
    • VENDO vendo 4 ruote per suzuki ...
    • VARIE cerco gatto bengala masch...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    attualità

    30 Gennaio 2012 | in categoria/e attualita

    Ecco come ci vedono all'estero

    mentre impazza la polemica per cui dopo il disastro Costa gli stranieri ci vedono come poco raccomandabili, c'è chi di noi continua ad avere la giusta considerazione
    Ecco come ci vedono all'estero

    Una terra folcloristica, un po’ disorganizzata (mica possiamo negarlo!), ma molto vivibile, gente simpatica, certo chiassosa, soprattutto nel parlare. Così ci reputano gli stranieri. E del resto non ci sorprende: è quanto vedono in televisione, quando compariamo sullo schermo come personaggi gesticolanti, “caciaroni”, o “invesgendoni” per dirla alla ligure, confusionari insomma, ma sempre di buon cuore, legati alla famiglia e leali con gli amici. Insomma, piacciamo e anche molto. Noi, e anche la nostra Italia: lo assicurano Lorena De Caro e Graziella Molinari, titolari del Sema Italian Language and Culture Centre di Sestri Levante. Loro, che portano in giro per il Tigullio tedeschi, belgi, svizzeri, americani per imparare l’italiano in un modo divertente e rilassante, unendo lo studio alla vacanza. Ora, attraverso l’idea di un concorso fotografico, ci hanno permesso di scoprire come gli stranieri concepiscono l’Italia, la sua terra, la sua gente e le sue abitudini. “L’Italia in un click” è il titolo della competizione, riservata a stranieri o italiani residenti all’estero, giunta quest’anno alla seconda edizione: “La finalità è quella di avvicinare gli stranieri alla cultura e alla lingua italiana e di promuovere all’estero la Liguria e in particolare Sestri Levante – spiega De Caro – In palio mettiamo i nostri corsi: non ci rivolgiamo infatti solamente a chi in Italia c’è già stato e può inviare fotografie scattate qui, ma anche a chi non c’è mai stato e attraverso uno scatto può comunicarci in che modo immagina il nostro Paese”.
    E mentre si attendono le fotografie relative al bando appena aperto, sul tema “Bellezze italiane: arte, cultura e moda”, insieme a Lorena riflettiamo sugli esiti della prima edizione, il cui argomento è stato quello della gastronomia. Un ambito nel quale, di certo, la facciamo da padroni: “Sono tutti innamorati della cucina italiana e anche ligure; i nostri allievi solitamente rimangono deliziati dai piatti della nostra tradizione: ci chiedono spesso le ricette e abbiamo cominciato a organizzare anche minicorsi di cucina per insegnare loro a realizzarne qualcuno”. E anche dalle immagini inviate è emerso che siamo più che “pizza e mandolino”: negli scatti i partecipanti hanno prediletto immagini di frutta, verdura, pesce, trasmettendo un’idea di freschezza, genuinità e colore, con un’attenzione per la storia, che si fonde con la gastronomia. E forse è proprio la tradizione che si accompagna ai nostri piatti chiave a stuzzicare la curiosità e la fantasia degli stranieri. Emblematico, e divertente, il caso del russo Konstantin Kotelnikov, che dalla città di Azov ha inviato uno scatto intitolato “Se mangi la  pizza - memoria non si strizza”, con tanto di spiegazione: “Mi trovo alla via Genovese vicino a cosidetto “Muro Genovese”, resto della fortezza antica. Mangiando una pizza, mi faccio ricordare gli italiani che abitarono qua in Medioevo”. A lui, meritatamente, è andato un premio speciale proprio per la simpatia.

    Francesca Vulpani
    Commenta e inoltra

    Tratto da CORFOLE! del 1/2012, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


     


    I commenti dei lettori
    anonimo:

    Io non sono in grado di sapere come ci vedono all'estero, ma in primo luogo penso come mi vedo ida Italiano, siamo un popolo che vive sulle emotività e in parte molto frivolo, con però tanta gente seria e attivamente operosi, e molto capaci, anche molto intelligenti, ma è il sistema Italia che in questi ultimi decenni ci ha peggiorato, se penso alla cultura che ofre la televione in genere, è da piangere, L'Isola dei famosi, il Grande fratello, i teleromanzi, il pallone che è solo questioni di sldi e profitti televisivi ecc. non abbiamo i soldi per la Sanità, per la Scuola per lo sviluppo dell'occupazione dei giovani e non solo ma neanche i meno giovani trovano lavoro. Sono stato marittimo nella mia gioventù, son arrivato a 2° Macchinista su navi mercantili, ho visto cicloni spaventosi nel 1957 e dove vicino a noi era affondata una nave Scuola Tedesca di nome Pamir che era un veliero, un'altra volta siamo andati en secca in Sierra Leone, abbiamo sfondato i doppi fondi dal n° 3 al n° 7 sono intervenuti con aerei da Marsiglia e con cuscini gonfiabili e sub e siamo riusciti ad andare a Abijan in Costa d, Avorio cia hanno messo un pò di PEZZE e siamo ripartiti porto fino a Genova dove abbiamo fatto 21 giorni di bacino per rimettere a posto la Nave. quello che volevo dire, che in Italia manchiamo di razionalità, e di riflessione, questo lo dico non per condannare qualcuno che può aver sbagliato, ma siamo una società basata sulle corporazioni, dove queste difendono qualunque che sia un loro iscritto, anche nei casi più evidenti, e questo non ci fà certo onore. Ho sentito a caldo il primo comento del Circolo Capitani o Comandanti sul caso Concordia, mi ha lasciato molto amaro dentro di me. io ho navigato con il Comandante Gerolamo Delfino di Varazze e altri, i quali mi hanno insegnato tante cose che ricorderò sempre, come esempio di vita e di lavoro. Grazie saluti GB


    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      FISCO E LAVORO - AFFITTI: obbligo di tracciabilità

      La legge di Stabilità 2014 prevede dal 1° gennaio l’obbligo di effettuare i pagamenti riguardanti i canoni di locazione abitativa con strumenti tracciabili. Sono quindi esclusi dall’adempimento i canoni degli immobili destinati ad essere utilizzati come uffici (A10), negozi (C/1), ovvero altri immobili ad uso non residenziale (categorie D ed E). L’espressione generica ...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...