EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VENDO causa cessazione attività...
    • VENDO vendo chicco 360° seggiol...
    • REGALO nuova enciclopedia illust...
    • VENDO lampadario x soggiorno pr...
    • VENDO cassetta / valigetta in m...
    • IMMOBILIARE cerco garage/magazzino pe...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    L'oëxinin, quella “ta crusta”, quella "sciocca" e molto altro. Sei cose che forse non sapevi sulla farinata, l'"oro dei ceci"

    Cos’è la farinata? E quali sono le pietanze liguri fatte con la farina di ceci? Se l’è chiesto Cesare Dotti, esperto di storia locale ...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    attualita, cultura, edizione cartacea

    di Simone Parma | 03 Febbraio 2015 | in categoria/e attualita cultura edizione cartacea

    Cos'è il maldikulo? E cosa c'entra l'isola delle rose con le Giovani Marmotte? Scopriamolo con Andrea e Antonio di Rapallo, unici inviati per l'Italia di una tv in Esperanto

    Cos'è il maldikulo? E cosa c'entra l'isola delle rose con le Giovani Marmotte? Scopriamolo con Andrea e Antonio di Rapallo, unici inviati per l'Italia di una tv in Esperanto

    Ĉu vi scivolas lerni novan lingvon? Do ĉi tiu estas la artikolo por vi!
    Antonio kaj Andrea, eksaj lernejaj kamaradoj el Rapallo, nun laboras por nova aŭstralia projekto “Esperanto TV”

    No, non abbiamo spostato la sede della redazione in un paese estero, volevamo solamente provare che effetto fa scrivere in lingua Esperanto. La curiosità ci è nata incontrando per caso Antonio Codazzi e Andrea Chiantore, due rapallesi che, armati di microfono e telecamera, girano servizi nel Levante come unici rappresentanti italiani in Esperanto TV (pagina facebook).
    Sì, avete capito bene, un canale televisivo web parlato interamente in questa lingua.
    Incuriositi, ci siamo fatti raccontare il primo incontro con la lingua e l’arrivo nella TV: «Sicuramente il primo punto di contatto con l’Esperanto fu mio nonno, nato in Francia e trasferitosi in Italia per sfuggire alla Guerra, da sempre molto sensibile al problema della comunicazione fra popoli di lingue differenti, ma la vera svolta è arrivata a sette anni quando nel “Manuale delle Giovani Marmotte” trovai un approfondimento su questa lingua. All’epoca non esistevano ancora i mezzi di ricerca che abbiamo a disposizione oggi e infatti ho saziato quella mia curiosità solo nel 2005, quando ho incontrato il Gruppo Esperanto Tigullio. Ho così iniziato a studiare da autodidatta e a prendere parte attiva nella comunità esperantista, tanto che nel 2013 il fondatore di Esperanto tv mi ha voluto con lui in questa nuova avventura».

    E siccome il progetto è cresciuto rapidamente Antonio ha voluto coinvolgere anche il suo ex compagno di scuola Andrea, con un bagaglio di esperienza come grafico e montatore per la TV, in quel momento a Londra.  Anche Andrea, pur non avendo ancora imparato la lingua ne è rimasto affascinato: «Da sempre amo le culture diverse e l’Esperanto mi ha sempre incuriosito per ciò che rappresenta. Così, quando Antonio mi ha proposto di collaborare al progetto non ci ho pensato due volte ed anche se l’inizio è stato graduale, oggi siamo in piena attività, tanto che in questo ultimo periodo siamo stati presenti a diversi eventi. I nostri reportage, una volta tradotti e sottotitolati in Esperanto, saranno visibili da migliaia di utenti e mi piace molto l’idea che la nostra piccola Rapallo, nel palinsesto sarà affiancata a Sidney e New York ».
    Insomma non si tratta di una “noiosa” televisione didattica, ma di un moderno canale generalista. L’obbiettivo è quello di far conoscere ed incontrare le differenti culture proprio grazie alla TV, che per ora sopravvive grazie a due main sponsor e alle donazioni degli esperantisti sparsi per il mondo. Un bell’esempio di come anche il Tigullio possa diventare il centro del mondo grazie ad una telecamera, due ragazzi e l’Esperanto.

    Ah, adesso possiamo rivelarvi il titolo dell’articolo:
    Siete curiosi di conoscere una nuova lingua? Allora questo è l’articolo che fa per voi!
    Antonio e Andrea, ex compagni di classe di Rapallo ora lavorano al giovane progetto australiano “Esperanto TV”. 
    In fondo non era così difficile, vero?

    “Maldikulo" e altre Vidindaĵo (Curiosità)
    Esperanto: nasce come lingua internazionale nel 1887, con l’obbiettivo di creare comprensione, pace e di semplificare le relazioni fra popoli con idiomi differenti, ma non volendosi mai sostituire ad esse. Una lingua che rappresenta l’idea di una società migliore, un ponte culturale che tutti dovremmo attraversare, che in passato è stato soppiantato dall’inglese e in futuro chissà da quale altra lingua figlia della cultura dominante.
    Ma chi parla Esperanto?  Secondo le stime della Federazione Esperantista Italiana viene parlato da 2 milioni di persone in tutto il mondo, soprattutto come seconda lingua.
    Esperanto TV: nasce a Sidney in Australia lo scorso anno grazie all’iniziativa di Richard Dalamore con l’appoggio di un’associazione culturale e le trasmissioni iniziano ufficialmente il 1 Aprile 2014 anche se «sulle prime – confessa Antonio – in molti lo ritennero un pesce d’Aprile». La Web TV invece continua a crescere con visualizzazioni da tutto il mondo, ed è qui che la lingua senza nazione (o di tutte le nazioni) esprime le sue vere doti di unione fra mondi diversi.
    “Maldikulo” e altre tradukoj (traduzioni) strambe!
    caffè = kafo; mare = maro; pane= pano.
    Se sei un ragazzo magro allora sarai un “maldikulo”, mentre se sei una ragazza magra potrai definirti più finemente “maldikulino”. Insomma un koŝmaro (incubo) di traduzione!


    Storie davvero bizzarre! Repubbliche autoproclamate, micro-stati e principati esperantisti
    Il primo ad adottare l’Esperanto come lingua ufficiale fu il micro-stato europeo Moresnet, in vita dal 1816 al 1919. Incredibile a dirsi, ma anche ai giorni nostri sopravvive una nazione che ha scelto come idioma quello esperantista, si tratta del Principato di Hut River, 20mila anime nell’ovest dell’Australia che dal 1970 battono moneta, possiedono il loro inno e un servizio postale! Ma la storia più incredibile è quella della Repubblica Esperantista dell’Isola delle Rose (Esperanta Respubliko de la Insulo de la Rozoj) che si proclamò stato indipendente, nel nome dei valori di democrazia, libertà e internazionalità e proprio per questo adottò l’Esperanto come lingua principale. Si dotò di una propria valuta e addirittura di francobolli ufficiali, ma... venne abbattuta dopo pochi mesi su ordine delle autorità italiane. Infatti altro non era che una piattaforma costruita nel 1968 nelle acque internazionali al largo della Provincia di Forlì, nel Mar Adriatico! Fu fondata dall’ingegnere bolognese Giorgio Rosa, progettista e costruttore della piattaforma stessa, nonché ideatore ed ispiratore dell’entità statale, oltre che dalla sua volontà di «veder fiorire le rose sul mare».  Una vicenda talmente incredibile che le sono state dedicate libri, film, documentari, fumetti  e spettacoli teatrali!

    Tratto da CORFOLE! del 2/2015, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      DIRITTO UTILE - RENDITA CATASTALE e CARTELLA EQUITALIA, due casi da voi lettori

      ATTRIBUZIONE NUOVA RENDITA CATASTALE COME DIFENDERSI?Alcune persone ci hanno segnalato che l’Agenzia del Territorio ha notificato loro degli atti con cui si riclassificava catastalmente un immobile di loro proprietà. Tale atto, di per sé legittimo, deve però contenere una motivazione esaustiva circa le ragioni che hanno portato al nuovo classamento. In particolare la...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...