EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VENDO causa cessazione attività...
    • VENDO vendo chicco 360° seggiol...
    • REGALO nuova enciclopedia illust...
    • VENDO lampadario x soggiorno pr...
    • VENDO cassetta / valigetta in m...
    • IMMOBILIARE cerco garage/magazzino pe...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    COME ERAVAMO - Lo spremicarne: la cura per “deboli” e anemici.

    Sembra uno strumento medievale, ma si trova ancora in commercio

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    attualita, ecologia, edizione cartacea, vergogna

    di Michela De Rosa | 04 Marzo 2014 | in categoria/e attualita ecologia edizione cartacea vergogna

    Lavagna dichiara guerra all'abbandono dei rifiuti: multe e controlli in borghese. Ma perché si deve arrivare a tanto?

    Lavagna dichiara guerra all'abbandono dei rifiuti: multe e controlli in borghese. Ma perché si deve arrivare a tanto?“Da disabile mi è venuta voglia di tirarlo in mezzo alla strada...via dei devoto”.

    La risposta dei cittadini al servizio “porta a porta” è positiva anche se qualcosa va migliorato sia nella gestione (vedi box a lato) sia dal versante dei cittadini. Ma tra il servizio porta a porta, le campane per la differenziata e il servizio gratuito di ritiro a domicilio degli ingombranti (basta prenotarlo al numero verde 800108040) non ci sono più scuse per sopportare chi ancora non si comporta in modo civile. Ecco quindi che Lavagna intensifica i controlli e inasprisce le sanzioni per scovare e punire chi abbandona i rifiuti: Polizia municipale e corpo forestale dello Stato monitoreranno la cittadina 24 ore su 24, sia in divisa sia in borghese. Quelli ambientali sono reati gravi e ci si mette di impegno per scovare i responsabili, come nel recente caso  di alcuni sacchi abbandonati per strada: aprendoli si è risaliti al responsabile che è stato multato. Ricordiamo che i reati ambientali vengono perseguiti con denuncia penale e il proprietario dei terreni usati come discarica può costituirsi come parte civile. Altra pessima abitudine è quella di gettare i rifiuti presso i comuni adiacenti e per questo sono previsti controlli stradali mirati. Capitolo a parte per le imprese: ancora troppe smaltiscono di ingombranti, detriti, etc. nei boschi, nei rivi, lungo le strade di campagna. A parte i conti con la loro coscienza per queste è prevista anche un’ulteriore sanzione da tremila euro per mancata compilazione del “formulario rifiuti”, documento del quale, ricordiamolo, il privato deve esigere una copia.

    MULTE
    >> Per l’abbandono di rifiuti il decreto legislativo 152 del 2006 prevede sanzioni comprese tra i 300 e i 3.000 euro, la multa per chi si disfa in maniera irregolare di rifiuti pericolosi (frigoriferi, amianto) è di 1.200 euro, cui si aggiungono le spese di smaltimento.
    >> Per l’errato conferimento di rifiuti (lo sbaglio che un cittadino può fare al momento di gettare plastica, vetro, carta, generico o umido) le sanzioni vanno da 25 a 500 euro.

    C’è ancora qualcosa da migliorare: i cittadini si scatenano su facebook

    L’avvio della raccolta porta a porta causa sempre qualche disagio perché, come in tutte le novità, occorre abituarsi a nuove  pratiche. Ed ecco che nel gruppo facebook Mugugni  a Lavagna sono scattate segnalazione di disservizi, ma anche di comportamenti incivili da parte dei cittadini. Vediamone qualcuno, partendo dalla prima foto dove l’immagine parla chiaro ma ancora più le parole dell’autore: “Da disabile mi è venuta voglia di tirarlo in mezzo alla strada...via dei devoto”.
    Si prosegue con segnalazioni di furti “Mi hanno fregato il bidocino vuoto della carta” ma anche di denuncia dei malcostumi “Dai nostri bidoni condominiali continua la differenziata selvaggia!” fino alle segnalazioni di materiali discutibili “La prima multa la farei all’incapace che ha progettato i sacchetti grigi con una misura meno del suo bidone”. Chiudiamo con il “reportage” di un cittadino che riassume così la situazione: “Stamattina si poteva vedere l’intera panoramica dei comportamenti di noi Lavagnesi nei confronti del Porta a Porta: 1. Quelli che hanno capito e si adeguano; 2. Quelli che non hanno capito, per incapacità o per pigrizia e conferiscono i rifiuti nei bidoncini stradali oppure sbagliano a differenziare ed i loro sacchetti vengono etichettati come “non conformi”; 3. Gli ignoranti, maleducati, incivili e deficienti (nel senso che molto probabilmente sono in difetto di intelligenza od almeno buon senso) che continuano a fregarsene facendo danno a tutta la collettività. PS. chissà se le potenti ed efficienti telecamere, a detta dell’amministrazione, hanno immortalato i colpevoli visto che i sacchi sono stati ababndonati in un centralissimo punto della città.” Di certo quella dei rifiuti è una questione che va affrontata seriamente, in collaborazione tra istituzioni e cittadini, prendendosi ognuno il proprio pezzo di responsabilità, senza fare... lo scaricabarile.

     

    Tratto da CORFOLE! del 3/2014, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      #DirittoUtile - Sport, scontro di gioco e risarcimento danni

      Giuliano (nome di fantasia per privacy) ci scrive di aver subito un grave infortunio durante una partita di calcio tra amici. In particolare ha rotto i legamenti crociati del ginocchio a seguito di un’entrata in scivolata effettuata da un giocatore avversario. Il nostro lettore chiede se può chiedere al giocatore il risarcimento del danno.

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...