EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • REGALO regalo fossa biologica in...
    • VENDO vendo pelliccia visone ta...
    • VENDO vendo 6 bichieri birra al...
    • VENDO vendo kit fumatori per au...
    • VENDO vendo stufa a pellet cade...
    • VARIE cerco incubatrice per pul...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Altro che luna di miele... impara a farlo! La chiamano ‘ape maia' e vi spiega tutto sulle api e il loro nettare

    Nel quartiere di Ri basso la chiamano Ape Maia. Lei è Elisabetta Gorlero e coltiva l’amore per le api: un mondo tanto affascinante quanto ricco di segreti e lei, con grande trasporto, off...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    cultura, edizione cartacea, storia locale

    di Claudia Sanguineti | 03 Febbraio 2015 | in categoria/e cultura edizione cartacea storia locale

    Sapete che ci sono diverse luci, intermittenze e che non sono tutti uguali? Fari, le sentinelle luminose: alla scoperta di quelli presenti sul nostro territorio.

    Sapete che ci sono diverse luci, intermittenze e che  non sono tutti uguali? Fari, le sentinelle luminose: alla scoperta di quelli presenti sul nostro territorio.

    Ognuno ha una sua personalità, un suo segnale preciso e un posto, spesso particolare e unico che lo ospita. Può essere un dirupo, una scogliera isolata o un'isoletta:  quel che è certo è che ognuno ha la sua particolarissima luce e porta con sé un alone di fascino e mistero che lo rende unico. Stiamo parlando dei fari.

    Ognuno è diverso
    Come fa notare l’associazione culturale chiavarese Il Sestante, ogni faro ha una sua “caratteristica della luce” che lo contraddistingue dai fari vicini, in modo che possa essere riconosciuto con certezza dal navigante: composizione variabile di tipo di luce, colore e periodo. Il tipo di luce può essere fissa, intermittente, isofase, a lampi, scintillante. Può essere di vari colori, in conformità con le prescrizioni del sistema di segnalamento marittimo unificato Aidm – Iala (International Association of Lighthouse Authorities). Sull’Elenco ufficiale dei Fari i colori sono indicati con delle lettere che sono le iniziali della parola inglese: W (White) = Bianco, R (Red) = Rosso, G (Green) = Verde e Y (Yellow) = Giallo – Arancione – Ocra.  

    Il mondo dei fari è vastissimo: una visita ai nostri due “gioielli” del Tigullio, tanto per cominciare, potrebbe essere un ottimo punto di partenza per inoltrarsi in un mondo molto affascinante! In particolar modo ne vogliamo segnalare due: 1675 e il 1692. Non stiamo dando i numeri! E' come sono classificati ufficialmente dalla Marina Militare che tra l'altro sul suo sito mostra un'interessante mappatura di tutti i fari d'Italia. Entrambi i fari sono collocati in due postazioni mozzafiato – uno su una scogliera, l'altro sul molo abbracciato dal borgo – e si possono raggiungere con facilità.

    Il faro di Portofino (n.1675)
    Per arrivare al faro, situato appunto su una scogliera, basta una quindicina di minuti partendo dalla famosa piazzetta di Portofino, o meglio, piazza dei Martiri dell'Olivetta: un percorso incantevole, a picco sul mare, tra il verde della natura e le rocce sul mare, che si conclude sulla punta del noto promontorio. Il faro di Portofino  (è ad ottica fissa) è stato costruito nel 1870 e si presenta con una torre bianca, quadrata con tronco piramidale, alta 12 metri: non è la sola struttura, comprende anche una casetta bianca di servizio a due piani. La sua lanterna si trova a 40 metri sopra il livello del mare. Ad accudirlo ci pensa un guardiano, lo stesso della Lanterna di Genova, che una volta alla settimana si reca sulla scogliera per controllare se tutto è a posto. Il faro è stato ed è un preciso riferimento per chi va per mare, essendo l’avamposto del piccolo un porto naturale ottimamente protetto dai venti e dai marosi.  


    Il faro di Camogli (n.1692)
    Per arrivare al faro di Camogli che pur essendo più piccolo di quello di Portofino si trova comunque in un contesto affascinante – il porticciolo – basta arrivare dal borgo. Già presente nei primi del '900,  è stato distrutto diverse volte dal mare in tempesta: negli anni 70  è stato ricostruito con una bianca torre di cemento alta 11 metri e sulla cima collocata  una  lanterna bianca, spesso il soggetto preferito dei fotografi. Il faro in questione ha un fanale a luce ritmica.

    Faro o... faretto? Come distinguerli
    Occorre fare distinzione: gli ausili per la navigazione, cioè tutti quei sistemi atti ad assistere il navigante nella condotta della nave, possono classificarsi in segnalamenti marittimi (i fari, i fanali, i nautofoni e i segnalamenti diurni, cioè quelli che sono direttamente utilizzati dall’uomo con i sensi della vista e dell’udito) e ausili radioelettrici (radiofari marittimi e i risponditori radar  - racons - che possono essere utilizzati solo con apparati ricevitori: radiogoniometri e radar).


    Fonte: faro Camogli © Riproduzione vietata


    Altre immagini collegate alla notizia:

    faro Portofinofaro Portofino
    faro Portofinofaro Portofino

     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      La SEPARAZIONE: come renderla più amichevole o perfino evitarla

      Anche le vacanze spesso sono un terreno di attrito tra i coniugi e sono tante le lettere che stiamo ricevendo per avviare procedure con le quali un coniuge invita l’altro al tavolo della mediazione al fine di ricucire un rapporto o di redigere un verbale di separazione consensuale, o meglio di sistemazione patrimoniale. I torti e le ragioni inseriti nell’oggetto della controversia e le...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Altro che luna di miele... impara a farlo! La chiamano ‘ape maia' e vi spiega tutto sulle api e il loro nettare

      Nel quartiere di Ri basso la chiamano Ape Maia. Lei è Elisabetta Gorlero e coltiva l’amore per le api: un mondo tanto affascinante quanto ricco di segreti e lei, con grande trasporto, off...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...