EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VENDO mobile sala/cucina con ta...
    • VENDO camera matrimoniale lett...
    • VENDO vendesi girello ortopedic...
    • VENDO vendesi cassapanca legno ...
    • VARIE cerco appassionato automo...
    • VENDO legna secca di faggio alt...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    attualità

    01 Novembre 2010 | in categoria/e attualita

    Offizieu, una tradizione che va ormai scomparendo

    Offizieu, una tradizione che va ormai scomparendo

    Festività di Ognissanti e commemorazione dei Morti, tradizioni che vanno e che vengono. Se oggi prevalgono i festeggiamenti alla Halloween con tanto di zucche e pipistrelli importati dall’America, un tempo, e molti lo ricordano ancora, si accendevano gli “offizieu”, chiamati anche “‘mocchetti” o “mucchetti” (cioè piccoli moccoli), lumini in cera che per molto tempo in terra di Liguria ebbero grande popolarità nella settimana dei morti.  Lunghi cerini bianchi, trafilati con grande precisione, e poi avvolti su forme di legno, per formare scarpette, libretti, cestini, borsine e altro ancora, nascevano dalla mani di abili artigiani, ingentiliti da piccoli fili d’argento: “Erano tutti pezzi unici, fabbricati nelle cererie del Tigullio” ricorda Laura Mercati nel dvd “Nostalgia”, un piccolo gioiello sulla tradizione realizzato alcuni anni fa in collaborazione con  Fidapa, il 1° Circolo didattico chiavarese, la Consulta Femminile del Tigullio e l’associazione culturale O Castello. Venivano fabbricati in Val Fontanabuona, dove sembrano siano nati, in un convento di monache a Varese Ligure e nella Cereria Bancalari di Chiavari. “Davanti alle botteghe, erano delizio e sospiro di tutti i bambini. Usate per commemorare i defunti, venivano fatti ardere nel corso delle orazioni serali e dell’immancabile, obbligatoria, recita del S.Rosario con la famiglia riunita davanti alle immagini dei propri cari defunti. Oppure in Chiesa, durante le funzioni religiose del primo e due novembre, memorabili, dicono i più anziani, le sgridate per la cela colata sui pavimenti”. Un Natale anticipato per molti bambini del territorio. E un’usanza seria, perché, come dicevano i morti, “bisogna accendere  i cerini per dare luce ai morti”. La tradizione degli offizieu nel Tigullio ma anche in molte parti della Liguria si è cominciata a spegnere dagli anni 70 in poi: tra le motivazioni, il troppo lavoro che comportava il rimuovere la cera dei pavimenti, la scarsa affluenza dei bambini nelle feste dei santi e morti e la conseguente scarsa richiesta nella produzione. Oggi, purtroppo, gli offizieu rimangono solo una tradizione da raccontare e tramandare ai bambini: anche i depositari della tecnica di realizzazione si contano sulle punta delle dita. Un peccato.
    Claudia Sanguineti
    Commenta e inoltra


     


    I commenti dei lettori
    carlo queirolo orero:

    mia zia carla, li acquistava da bancalari a chiavari e una buona parte glieli bruciavamo con mio fratello e mia sorella, che bei ricordi..ne conservo ancora uno


    carlo queirolo orero:

    mia zia carla, li acquistava da bancalari a chiavari e una buona parte glieli bruciavamo con mio fratello e mia sorella, che bei ricordi..ne conservo ancora uno


    marialuisa:

    Semplicemente stupendi, a Lumarzo noi bambini si andava in chiesa e si tenevano accesi durante la funzione religiosa del Vespro...
    Ne vorrei tanto avere uno, sapete se esistono da qualche parte?????
    Il mio preferito era la casetta.
    Grazieeee per avermi concesso questa botta di dolce malinconia.


    Anna Bianca Gardella:

    Quanti bei ricordi!!!Mia zia me lo comperava sempre e la sera dei morti,tagliavamo a pezzetttini,l'offizieu e mettevamo le candeline in fila su un bastone le accendevamo e le lasciavamo spegnersi lentamente.Quanti anni erano che non ne vedevo più ! Ma ci ho sempre pensato con tanta nostalgia........Grazie di avermelo ricordato...


    anonimo:

    gli “offizieu”! Un bel ricordo della mia infanzia, peccato che non si trovino più, e peccato che quest'articolo non si può condividere su facebook.


    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...