EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • IMMOBILIARE cerco garage/magazzino pe...
    • VARIE cerco tecnico per riparaz...
    • VENDO macchina per maglieria se...
    • VENDO vendo coppia pneumatici m...
    • VENDO vendo 2 gomme semi nuove ...
    • VENDO scarpiera 4 ante tinta le...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    #RICETTA - Arrosto di maiale alla pancetta croccante

    Semplice eppure delizioso e richiestissimo, tanto che c’è perfino chi lo prenota da Savona: ecco uno dei piatti forti della trattoria La Regina d...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    edizione cartacea

    01 Settembre 2008 | in categoria/e cultura edizione cartacea storia locale

    La seconda guerra nel nostro territorio tra drammi e miracoli

    Tutti i deportati tornarono a casa
    La seconda guerra nel nostro territorio tra drammi e  miracoli

    <br(N.B. segnaliamoche sulla versione cartacea appare il titolo errato. Ci scusiamo con i lettori e con l'autore dell'articolo)
    Eccezionale era stata la vendemmia del 1944, a memoria d'uomo, la migliore sia per quantità che per qualità, irripetibile in quanto la filossera avrebbe in seguito decimato le piantagioni.
    C'era la guerra con tutte le conseguenze e in Fontanabuona eventi dolorosi non mancarono. Ricordato che a Gattorna c'era il comando territoriale di un nucleo operativo tedesco, voglio raccontare fatti dei quali sarà bene conservare la memoria. Il 23 settembre una grande folla stava accompagnando all'ultima dimora lo stimatissimo commerciante gattornese 64enne Giovanni Battista Galli, conosciuto come Gianni. Il lungo corteo si snodava per la via verso la chiesa di S.Giacomo e la bara aveva raggiunto l'altezza dell'attuale palestra dove allora c'era un bel boschetto adiacente a quello denominato della "Muleea", quando, con un rombo assordante sbucò dietro le colline un aereo che in picchiata lanciò una bomba che cadde, con un frastuono immenso, a Donega. Non si seppe mai il perché sia stata sganciata quella bomba che fortunatamente non causò né morti né feriti e nemmeno distruzioni di abitazioni. Analogo episodio accadde il 23 aprile dell'anno successivo: tre bombe furono sganciate sul ponte di Gattorna per cercare di ostacolare la ritirata dei tedeschi con lo stesso risultato senza peraltro colpire l'obiettivo. Grande panico, fuggi fuggi generale, la bara fu abbandonata sulla strada e tutti cercarono riparo nei boschi appena descritti. Nei giorni precedenti c'era stata l'uccisione, a Neirone, di tre soldati tedeschi da parte dei partigiani. Questa la ricostruzione dei fatti che circolava allora. I tedeschi ricevettero l'ordine di un rastrellamento a Neirone (zona partigiana) Il rapporto con la popolazione locale era buono in quanto molti conoscevano la lingua tedesca avendo lavorato come giocattolai o avendo addirittura attività commerciali in Germania.
    Si disse che i tedeschi avessero inviato una staffetta ai partigiani perché si ritirassero. La pattuglia stava lentamente e quasi distrattamente entrando in Neirone quando, appostati dietro le mura del Cimitero, i partigiani uccisero tre tedeschi sparendo subito dopo nei folti boschi. A questo punto gli eventi si intrecciarono. I tedeschi andarono sì a Neirone a fare rastrellamento, ma trovarono solo donne e bambini, gli uomini si erano rifugiati sulle montagne, così per rappresaglia incendiarono moltissime case.
    L'eccezionale funerale e la caduta della bomba furono occasione per un insolito affollamento ed un facile modo di rastrellare più di cinquanta persone di Gattorna e non solo. A quel punto l'angoscia prese il sopravvento conoscendo bene i metodi di rappresaglia dei tedeschi: ogni soldato tedesco ucciso, dieci italiani fucilati. Per far capire che non doveva essere addebitato ai gattornesi quello che si era svolto altrove vi furono molte mediazioni di coloro che conoscevano la lingua tedesca, dai Basso ai Castellana, ai Ginocchio, ad altri. Uno dei più attivi fu certamente il parroco don Giovanni Ferrera che sconfortato e deluso per non essere riuscito nell'intento mi disse: " Non vogliono sentire ragione, dicono che i morti ci sono e bisogna vendicarli…" Ebbe tuttavia l'assicurazione che non ci sarebbero state fucilazioni ma solo deportazioni…. E così fu ma pochi sapevano di questo.
    Il giorno dopo, nel tardo pomeriggio, vennero allineati sul ponte di Gattorna fra strazianti urla di dolore di madri, mogli, sorelle, figli, parenti e condotti a piedi al carcere di Marassi dove, i più anziani, tra i quali mio zio, vennero rilasciati. Alcuni vennero rilasciati a Bolzano, gli altri (c'era anche mio fratello) tradotti nei campi di concentramento in Germania. Tornarono tutti! A ricordo di questo fatto fu donato alla chiesa di Gattorna un quadro votivo che non so che fine abbia fatto.
    Sarebbe opportuno fosse rimesso in chiesa a perenne ricordo della tragica pagina di storia, forse la più drammatica dal 1854, e a riconoscenza della protezione della Madonna della Guardia invocata con tanta fede.


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      FISCO E LAVORO -COME FRUIRE DEL NUOVO CONGEDO DI PATERNITÀ

      Con La legge 28 giugno 2012 n.92, è stato introdotto in via sperimentale per il triennio 2013-2015 il nuovo congedo di paternità. Il padre lavoratore dipendente, entro i 5 mesi dalla nascita del figlio, ha l’obbligo di astenersi dal lavoro per un periodo di un giorno, e può astenersi per un ulteriore periodo di 1 o 2 giorni, anche continuativi, previo accordo con la madr...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...