EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VARIE cedesi avviata attività c...
    • VARIE socio per attività di res...
    • VENDO vendo lampadario in ferr...
    • VENDO vendesi biliardo carambol...
    • VENDO vendo moto honda vfr750 ...
    • VENDO pantaloni uomo taglia 52 ...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    attualità

    di Michela De Rosa | 28 Marzo 2019 | in categoria/e attualita edizione cartacea

    Finanziamenti per riaprire le botteghe nei paesi montani: obiettivo, contrastare lo spopolamento

    Finanziamenti per riaprire le botteghe nei paesi montani: obiettivo, contrastare lo spopolamento

    Ma non arriveranno ad alcun comune del Levante: ecco perché.

    Avete presente quei bar latteria con bottega dove un tempo si potevano trovare i prodotti di primo consumo magari dopo aver fatto due chiacchiere davanti a un caffé? Ecco, nei paesini montani dell’entroterra erano un servizio vitale oltre che un prezioso luogo di ritrovo. Un vero servizio pubblico. Ma come possono restare aperti se vengono comparati per adempimenti e tassazione a quelli di città? Infatti non esistono quasi più e questo crea un circolo vizioso perché non avendo nemmeno i servizi basilari restare sui monti o anche nella primissima collina diventa difficile. Così, mentre le amministrazioni sono concentrate a riqualificare costantemente le zone centrali, interi borghi si spopolano, riempiendo le città e lasciando abbandonati immobili e terreni. Un’emergenza che a ricaduta riguarda l’intera collettività perché mantenere questi paesi vivi significa cura del territorio, mantenimento delle tradizioni, salvaguardia dei paesaggi rurali e diminuzione del rischio idrogeologico.

    Fondo integrativo nazionale per i Comuni montani
    Proprio a questo fa riferimento il sostegno per aiutare gli Enti locali a garantire migliori servizi e fermare quindi lo spopolamento nelle aree interne. Si tratta di 11 milioni di euro per finanziare iniziative di sostegno alle attività commerciali e consentire di implementare servizi a favore del terzo settore. Reintrodotto nella legge di bilancio 2014 ha richiesto un lunghissimo iter burocratico per sbloccare i fondi, che peraltro alcuni Comuni hanno già investito e attendono ora le notifiche ufficiali dei Ministeri per poter rendicontare e ottenere le risorse. A oltre un anno dalla pubblicazione delle graduatorie con i vincitori, è finalmente stato firmato il decreto.

    Le segnalazioni dai comuni
    Alla valutazione dei progetti ha provveduto ciascuna Regione che ha stilato la graduatoria tenendo conto dei seguenti criteri sulla base delle richieste presentate dai comuni: assenza o carenza di esercizi commerciali; destinazione del finanziamento ad attività commerciali che funzionino anche come dispensatrici di servizi utili per la popolazione; incremento dell’occupazione della popolazione locale; creazione di centri multiservizi in cui sia inclusa la vendita di prodotti locali. Spiace vedere che hanno partecipato solo i comuni di Rezzoaglio e Santo Stefano; eppure di località che rinascerebbero con anche solo un negozietto ce ne sono in tutto il Levante.


    Creare nuovi serviziTre le tipologie finanziate e cumulabili: incentivazione per l’avvio, il mantenimento o l’ampliamento dell’offerta commerciale anche in forma di multiservizi (tra cui, acquisto di arredamento, realizzazione o partecipazione a siti di e-commerce, acquisto o noleggio di strumenti per la realizzazione di internet point); servizi di consegna su ordinazione delle merci a domicilio; servizi di trasporto, ove mancanti o non sufficienti a rispondere alle esigenze della popolazione locale con particolare riferimento a quella residente nelle frazioni, per il raggiungimento dei mercati nell’ambito dei territori montani. Chiunque viva fuori dai contesti cittadini, in una delle tante bellissime località del nostro comprensorio, conosce il valore di ognuna di queste voci e quanto renderebbero più semplice la vita, rendendo quindi meno appetibile il trasferimento in città.

    Il vecchio “bar con bottega” diventa il top della modernitàCerto, oltre ai finanziamenti e alla collaborazione delle amministrazioni occorrono anche gestori capaci, in grado di offrire servizi differenziati, organizzare una buona offerta di prodotti e non ultimo creare aggregazione. Gli esempi ci sono e sono in crescita in tutta Italia, con l’avvio di “bar con bottega” che sanno unire l’utile, come  servizi fax, fotocopie, wi fi, consegna a domicilio, ritiro pacchi, etc., al dilettevole, come prodotti locali, buona offerta gastronomica, ludoteca, gare e tornei, karaoke. Insomma, talmente belli e ben forniti da generare un traffico al contrario, con la gente che sale in collina o sui monti dalle città, sapendo di potersi godere una passeggiata con ristoro. Un’opportunità su cui puntare (anche senza finanziamenti)Come dicevamo, difficilmente le amministrazionitrovano il tempo per dedicarsi alle zone periferiche. Eppure investire nella rinascita dei borghi è attualmente una delle forme più progressiste, ecologiche e sostenibili che ci siano. E basterebbe pure poco, anche senza fondi nazionali (V. box). Questo incentiverebbe anche un ritorno ai paesi da parte di giovani, nuove famiglie che potrebbero ritrovare la tanto agognata “qualità della vita”. Senza contare il prezioso servizio per gli anziani e per tutti coloro che non sono automuniti. Ci auguriamo di aver dato spunto a qualche amministrazione. Nel caso fatecelo sapere, saremo lieti di darne notizia.


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...