EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    edizione cartacea

    di Giulia d’Arrigo | 04 Marzo 2019 | in categoria/e edizione cartacea

    Rosa, 103 anni e tanta voglia di divertirsi: "Il mio segreto? Vino e ravioli!"

    Rosa, 103 anni e tanta voglia di divertirsi: "Il mio segreto? Vino e ravioli!"

    Ha visto una Genova che non c’è più, ha amato tanto, lavorato tanto e per i 100 anni ha vuto un’incredibile sorpresa da Papa Francesco

    In una giornata densa di foschia, lungo una strada che dal centro di Rapallo si inerpica tra villette e mimose fiorite, ho incontrato presso la sua abitazione la Signora Rosa Fausti: classe 1916, centotre anni compiuti lo scorso tre febbraio, buonumore contagioso, sguardo vispo e un sorriso pieno di dolcezza. Originaria di Viganego, si è trasferita a Genova, nel quartiere del Lagaccio, nel 1937 e da cinque anni ha raggiunto le figlie, Anna e Caterina, a Rapallo.

    Vita di paese e amore di città

    “Eravamo ragazze di paese. – racconta Rosa, riferendosi all’infanzia e all’adolescenza a Viganego – C’era poco tempo per divertirsi. Dovevamo cercare la legna per accendere il fuoco, prendere il mangime e l’acqua per i nostri animali, avevamo mucche, capre ed una pecora! E quando bisognava fare la spesa, per arrivare al negozio più vicino c’era una camminata di oltre mezz’ora! La domenica pomeriggio si poteva uscire con le amiche.” Ed è stato proprio così, in una domenica pomeriggio del 1939, che Rosa ha conosciuto il suo futuro marito, Nino: “Ci siamo incontrati in Piazza Corvetto. Io aspettavo un’amica con cui avevo appuntamento, lui si trovava lì con amici. Ci hanno seguite per un po’ nel tentativo di avvicinarci, ma non abbiamo ceduto. La domenica successiva, però, eccoli di nuovo lì. Questa volta ho ceduto. E nel 1943 ci siamo sposati… La mia prima gita a Rapallo è stata con lui, siamo andati insieme al Santuario di Montallegro.” Un amore, quello con Giovanni, durato più di cinquant’anni. Rimasta vedova, Rosa ha iniziato a frequentare Antonio, un amico di famiglia, con cui è rimasta per undici anni.

    Genova sparita

    Mi racconta una Genova che non ho mai visto ma che prende forma nella mia mente attraverso i suoi racconti: via Gramsci, che allora era via Carlo Albero, attraversata dal maestoso Ponte Reale, poi demolito per lasciare il posto alla sopraelevata. E le strade popolate dai tram e dalle carrozze trainate da cavalli, che facevano la spola tra Torriglia e Piazza De Ferrari.

    Cuoca fino a ottant’anni

    Una vita piena, la cui costante è stata la grande passione per la cucina: “Passione e necessità – scherza Rosa –. Cucinare mi è sempre piaciuto, ho iniziato a nove anni, con l’aiuto di mia madre, e da lì è diventato il lavoro di una vita. Ho lavorato a lungo al Chiossone, poi presso diverse famiglie. Ho continuato a fare la cuoca anche dopo l’ottantesimo compleanno, alle colonie della Diocesi in Valle D’Aosta: cucinavo anche per ottanta persone!”

    Quando ci si vestiva a festa

    In una vita tanto lunga e piena, quali sono i ricordi più belli?“La mia Comunione, e la festa patronale del paese, a luglio: era l’occasione per indossare il vestito più bello. E poi ovviamente il matrimonio con Giovanni, la nostra vita insieme e la nascita delle nostre figlie…”

    Quella volta in cui Papa Francesco...

    Scorrendo le foto mi accorgo dal sorriso che le illumina il volto che c’è stato un altro momento molto felice, questa volta più recente: un’immagine dell’ottobre 2016 la ritrae abbracciata a Papa Francesco. “Per i cento anni di mamma abbiamo fatto un viaggio a Roma per un’udienza con il Papa – racconta la figlia Anna –. La Papamobile si è fermata proprio lì e mio cognato ha detto a Papa Francesco che la mamma aveva compiuto cent’anni. Lì per lì non è successo nulla e lui ha ripreso il giro. Dopo una decina di minuti, però, sono arrivati due uomini dello staff. Hanno chiesto un documento per verificare l’età e poi hanno portato mamma Rosa dal Papa, che si è fermato a salutarla”. “Una settimana dopo – aggiunge Rosa mostrandomi la lettera – Il Papa mi ha scritto ed insieme a questa lettera ha inviato le foto ed un rosario”.

    Il segreto? Ravioli e vino

    Insomma, al termine della nostra chiacchierata non avevo dubbi in proposito, ma Rosa mi ha confermato che se potesse tornare indietro rifarebbe tutto ciò che ha fatto. E quando le domando quale sia il segreto per arrivare a cent’anni Rosa, che lo scorso Natale ha preparato i ravioli per tutta la famiglia, sogghigna divertita e commenta: “Non ho mai avuto gravi problemi di salute, ho un carattere forte, mangio bene e bevo bene, un bicchiere di vino, ma anche due”. Prima di lasciarla con un abbraccio non posso che chiederle un messaggio per i giovani: “Oggi non si crede più a nulla, soltanto all’egoismo. Vorrei che ci si scandalizzasse meno, che ci fossero meno delitti e un po’ più di serietà.”




     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...