EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    edizione cartacea

    di Francesca Caporello | 04 Marzo 2019 | in categoria/e edizione cartacea

    Tigullio–Los Angeles: trova le differenze

    Tigullio–Los Angeles: trova le differenze

    A colazione lattecaffé con ghiaccio, niente vecchietti che guardano i cantieri e la Colonia Fara sarebbe minuscola

    Volare per la prima volta dagli stretti caruggi di Chiavari agli immensi boulevard di Los Angeles è un’esperienza davvero unica. Prima di partire, mentre preparavo la valigia, mi domandavo cosa fosse davvero indispensabile portarmi dietro. Un caricatore portatile nel caso in cui il telefonino si scaricasse all’improvviso e mi ritrovassi sola e perduta nella megacity? O un paio di scarpe della Nike per dimostrare agli americani che, yeah, sono una di loro?  Beh, mi sono servite entrambe le cose, ma in realtà ciò di cui si ha davvero bisogno, per questi tipi di viaggi, è qualcosa che in valigia non entrerà mai: una buona dose di coraggio, curiosità e intraprendenza.

    Forza di gravità al contrario

    Los Angeles è una città che sprizza grandezza da tutti i pori: dalle immense spiagge bagnate dal Pacifico, ai maestosi grattacieli nel quartiere di Downtown; dall’imponente scritta “Hollywood” in cima all’omonima collina alle strade con cinque corsie; dalle confezioni di cereali dalle dimensioni spropositate a quelle del latte altrettanto incredibili, che somigliano più a contenitori di detersivo. Ed è strano passare dal mezzo litro di latte Tigullio ai quasi 4 litri di latte americano, così come dalla Colonia Fara che è uno degli edifici più alti di Chiavari ai grattacieli di cui non riesci nemmeno a scorgere la fine.
    La grandezza della città si respira ad ogni angolo, incrocio, cavalcavia. La forza di gravità funziona al contrario:la testa anziché puntare verso il basso va verso l’altro, ti ritrovi sempre con il naso all’insù e se non sei sufficientemente scrupoloso a tener d’occhio la cartina o Google Maps rischi di vagare e di ritrovarti perduto tra fastfood e gigantografie di Harry Potter e di serie tv Netflix. Come infatti è accaduto a me. E non c’è nessuno, nemmeno un vecchietto con le mani dietro la schiena che fissa i cantieri, a cui poter chiedere informazione.


    Ciambelle e senzatetto

    Ad attrarre maggiormente la mia attenzione sono state le persone che bevono il caffè con la cannuccia da bicchieroni extralarge e che mangiano cheeseburger a qualsiasi ora del giorno e della notte o ciambelle, i donuts, per colazione, come quelle che divora Homer Simpson. Una mattina ho ceduto e ho sperimentato la colazione americana, se non altro per immedesimarmi a pieno nello spirito della città: mi sono seduta al tavolo e ho ordinato una ciambella al cioccolato e del latte come si usa qui, con ghiaccio e caramello. Un’esperienza surreale, soprattutto se hai in mente la focaccetta pucciata nel cappuccino! Poco dopo, al tavolo accanto a me, si è seduta una signora di mezza età, dall’aria un po’ trasandata. Un conoscente le ha offerto la colazione. Ha tirato fuori dalla borsa un album da disegno e delle matite e ha iniziato a colorare. Poi ha alzato lo sguardo, mi ha sorriso e ha esclamato: “Che bella giornata di sole, sto bene”. Mary, così ha detto di chiamarsi, vive per strada. È una dei tanti homeless che popolano le vie della città, che pernottano in tende allestite sui viali, non distanti dallo sfarzo hollywoodiano. Mi ha colpito perché pur non possedendo nulla è serena, ha apprezzato la bellezza della giornata e ha dato colore e vita a fiori e cuori su carta.

    L’Oscar alla storia di un italo - americano

    Quella sera si sarebbero tenuti gli Oscar, a Hollywood ovviamente non si parlava d’altro. “Green Book” è la pellicola che si è aggiudicata il premio come miglior film e ha permesso a Mahershala Ali di ottenere l’ambita statuetta come miglior attore non protagonista e a Nick Vallelonga quella come miglior sceneggiatura originale. Una notizia che riguarda anche l’Italia perché Vallelonga è di origine italo-americane. La storia che ha sceneggiato è infatti quella di suo padre, abruzzese che emigrò negli Stati Uniti in cerca di fortuna. E penso ai tanti liguri, anche del nostro Levante e delle valli, che si sono imbarcati e che ancora prendono navi e aerei per venire qui, “nel Paese dove tutto è possibile”. Chissà quanti me ne sono passati accanto, forse qualcuno proprio ora sta preparando il pesto per cena. Da domani mi guarderò intorno... magari ne becco uno mentre fa colazione con focaccia e capuccino!




     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...