EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    attualita, ecologia, edizione cartacea, tempo libero

    di Simone Parma | 11 Luglio 2018 | in categoria/e attualita ecologia edizione cartacea tempo libero

    AMICI DEL BOATE di Rapallo: Tra palazzi e cemento risorge la bellezza della natura

    AMICI DEL BOATE di Rapallo: Tra palazzi e cemento risorge la bellezza della natura

    Gli “Amici del Boate”, custodi di una preziosa biodiversità che, nonostante la rapallizzazione, continua a essere parte della città

    Se provaste ad ideare una campagna pubblicitaria per Rapallo puntando tutto sulla sua flora e fauna non risultereste credibili: “A Rapallo ci sono alberghi, ristoranti e qualche spiaggia, ma la natura quella no, proprio non c’è!”, vi risponderebbero. Ed invece dei residenti hanno scoperto che è più presente che mai. Basta reimparare a vederla.



    Il bello oltre la “rapallizzazione”

    Non accade spesso che vengano coniati neologismi dai nomi delle città: uno di questi casi è quello tristemente noto di “rapallizzazione”, diventato sinonimo di cementificazione. La trasformazione nel dopoguerra fu così imponente da diventare essa stessa un marchio di fabbrica. Dopo anni da quel periodo di speculazioni edilizie, tra il ferro che inizia ad arrugginire ed il grigiore dei palazzi che mostrano già i segni del tempo, figli della fretta di raggranellare i contanti dalle vendite, ci si domanda che fine abbia fatto l’ambiente, quello che rendeva questi posti così belli e appetibili. Così, tra i mugugni per il traffico, i parcheggi e lo smog, c’è chi si è guardato attorno con occhi nuovi, ha iniziato a camminare, a esplorare la città e infine si è tirato su le maniche, come i “Cittadini fai da te” di cui vi abbiamo parlato sul numero scorso. Con qualcosa in più: l’obietttivo di riportare a galla - nel verso senso del termine - la natura che ancora resiste tra i palazzi ma che passa inosservata e per questo è stata fondata un’associazione, per promuovere e condividere questo meraviglioso aspetto anche con cittadini e turisti.



    Sono gli “Amici del Boate”, un’associazione discreta, che opera con uno scopo ben preciso: sensibilizzare alla bellezza e alla fragilità della flora e della fauna che ancora popolano uno dei pochi spazi rimasti abitabili in centro, il fiume Boate. Per loro “rapalizzazione” fa rima con airone. «Entrambi abitiamo a Rapallo e la viviamo tutti i giorni – ci raccontano F. e M. – ed è proprio vivendola e osservandola che abbiamo deciso di fare qualcosa per la nostra città». Sono partiti dalla pulizia del fiume, dal quale hanno raccolto diversi sacchi di immondizia, e non si sono più fermati. «Grazie al sostegno dell’Associazione “Amici dei sentieri” di Marco Fenelli e Luca Assereto abbiamo affrontato la burocrazia iniziale e siamo partiti in questa avventura». Il fulcro della loro attività è la pagina Facebook “Amici del Boate – Rapallo” all’interno della quale si possono ammirare anatre, germani reali, cormorani, l’airone cenerino, i verdi tigli e tante altre specie che passando di corsa sui lati del fiume finiamo per non notare.



    Torneranno anche i baggi?

    «Il Boate era bello in passato, c'erano persino le anguille e i rospi. Poi, si capisce, l'urbanizzazione e l'inquinamento hanno in parte modificato la struttura, ma senza intaccarne troppo la bellezza. Proprio questa qualità fa del Boate un'area che vogliamo valorizzare, nel presente e per il futuro, lasciando che gli animali e la natura possano continuare a regalare uno spettacolo quotidiano a tutti coloro che amano il nostro Torrente. Torneranno anche i baggi (ndr. rospi, nel dialetto genovese)?»

    Diventare “Amici del Boate” per riscoprire Rapallo

    I due fondatori dell’associazione si occupano attivamente e in forma di volontariato della pulizia del fiume: «abbiamo trovato di tutto, cerchioni auto, assi da stiro, bici e anche siringhe usate...». A questo si associa una costante attività di osservazione: «Abbiamo ammirato simpatiche dinamiche di convivenza tra le varie specie, tra cui lotte per il territorio tra gli aironi o dolcissime scene di ménage familiare con anatroccoli al seguito di attente e fiere mamme anatra».

    Tutto viene condiviso nella pagina Facebook, che conta i primi simpatizzanti: «Quello che desideriamo è sensibilizzare maggiormente le persone affinché possano osservare con occhi diversi un’area apparentemente poco attrattiva ma di grande impatto per ciò che attiene alla natura». Se abitate nel tigullio o semplicemente siete curiosi seguiteli alla pagina Facebook “Amici del Boate - Rapallo”; se poi volete dare una mano sarete i benvenuti. E per tutti vale lo stesso invito: «Se passate da Rapallo, non limitatevi ai soliti posti, venite ad affacciarvi sul nostro bel Boate»

    Tratto da CORFOLE! del 7/2018, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...