EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Metti in tavola le nocciole di Chiavari: dopo decenni di abbandono riprende l'antica produzione locale, ora tutelata da un marchio (RICETTA BISCOTTI DELLA GIOIA!)

    Il forno acceso, le mani in pasta, il profumo di dolci in tutta la casa... cosa c’è di più festoso? Abbiamo pensato allora di proporvi una ricetta ...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    cultura, edizione cartacea, storia locale

    di Pier Luigi Gardella | 09 Giugno 2018 | in categoria/e cultura edizione cartacea storia locale

    GARIBALDI, tra audacia e leggenda

    GARIBALDI, tra audacia e leggenda

    Detti Bacìn, Baciòchi, Bafulìn, Bagagìn, Balìn e di come Vittorio Garibaldi divenne Vitòrio d’i Buscètti detto Lungu

    Nella cosiddetta Valle della pietra, la Val Graveglia, ebbero i natali gli antenati di Giuseppe Garibaldi, l’Eroe dei Due Mondi. Il cognome è il più diffuso nel comune di Ne ed ha antichissime origini. Già nel 983 nel Codice Diplomatico della Lombardia è citato un “Garibaldus judex”.

    La leggenda... farlocca
    Se vogliamo dar credito anche a una leggenda, la famiglia Garibaldi risalirebbe al re longobardo Garibaldo che regnò a Pavia nel 573. Questi divenne re a poco più di nove anni alla morte del padre, ma fu presto detronizzato, e la leggenda dice che sia fuggito insieme alla madre Ariperta raggiungendo la Rocca di Busseta a Pòntori, dando così origine alla stirpe dei Garibaldi. Questi fatti sarebbero testimoniati da una lapide ancora esistente nella chiesa di Pòntori, che, tradotta dal latino dice: “Il pronipote Giovanni [dedica questa lapide] a Garibaldo, figlio del re Grimoaldo, deposto dallo zio Pertarito e nascosto presso la rocca della Busseta nell’anno 573”. Tuttavia recentemente si è scoperto che tale lapide, fatta a imitazione dell’antico, in realtà vi fu collocata nel XIX secolo da un certo dott. Carlo Garibaldi che fu l’inventore della lapide e della leggenda diffusa fino a oggi nella valle per accreditare alla propria famiglia un’antichità e un prestigio maggiori di quelle vantate da altre famiglie locali. Il cognome ha comunque sicure origini germaniche e deriverebbe dall’antico tedesco Garubald formato dalle parole gaira “lancia” e baltha, “audace”; significherebbe quindi uomo audace con la lancia.

    Tutti lo stesso cognome... e allora via di soprannomi
    La cospicua presenza dei Garibaldi in Val Graveglia ha fatto sì che, almeno in passato, si diffondessero i soprannomi tra gli abitanti, per meglio distinguersi. Come scriveva Massimo Angelini su un interessante volumetto edito da Il Golfo, “Ne qui, Ne là” c’erano i Bacìn, i Baciòchi, i Badi, i Bafulìn, i Bagagìn, i Balìn, i Boscètti, e così via. Il cognome corrispondeva a una parentela, mentre un soprannome collettivo corrispondeva a un suo segmento, ovvero a una o più famiglie strettamente imparentate. Così gli abitanti si presentavano con nome e cognome a chi è estraneo alla comunità, ma tra loro usavano il nome di battesimo, nella forma dialettale, il soprannome della famiglia e quello personale: così ad esempio Vittorio Garibaldi è Vitòrio d’i Buscètti detto più semplicemente Lungu.

    Personaggi famosi
    La famiglia Garibaldi nel 1528 entrò a far parte dell’Albergo dei Lomellini e degli Interiano e alcuni suoi membri furono Senatori della Repubblica di Genova. Tra i personaggi storici che portarono questo cognome non ci dilunghiamo su Giuseppe universalmente conosciuto; ricordiamo solo che il nonno Angelo, era nato a Chiesanuova di Ne nel 1741. A Chiavari nel 1766, nacque il figlio Domenico che nel 1770 si trasferì a Nizza diventando piccolo proprietario di cabotaggio e nel 1794 si sposò con Maria Rosa Nicoletta Raimondi, ligure di Loano. I due ebbero sei bambini: Maria Elisabetta, Angelo, Giuseppe nato nel 1807, Michele, Felice e Teresa morta in tenera età. Altri personaggi portarono questo cognome o un cognome simile della stessa origine. Ricordiamo il doge di Genova Francesco Giustiniano Garibaldo eletto nel 1393, Giacomo Garibaldi (1799-1846) sacerdote e scienziato insegnò fisica all’Università genovese e lo scultore Domenico Garibaldo, vissuto nel XVIII sec., allievo di Filippo Parodi e autore di due interessanti statue in marmo raffiguranti ‘San Domenico’ e ‘Santa Rosa da Lima’, per la chiesa di N.S. Assunta a Sestri Ponente.

    Nella foto: Lo stemma di famiglia, tratto dallo “Stemmario di Andrea Musso”
    (Biblioteca Berio, Genova, g.c.)

    Tratto da CORFOLE! del 6/2018, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

    L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      DIRITTO UTILE: DISTANZE LEGALI E REGOLAMENTARI

      Gino (nome di fantasia per motivi di privacy) ci scrive di essere proprietario di un terreno edificabile sul quale intende costruire un immobile. Tenuto conto che sul terreno del vicino, a circa tre metri dal confine, sorge già un altro immobile,  ci chiede: a quale distanza dal confine devo tenere l’immobile di mi...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Il sito è in fase di rinnovamento: ecco come leggere gli articoli.

      L'edizione del mese è interamente sfogliabile e scaricabile gratuitamente in PDF 1) PUOI LEGGERLO COMODAMEN...