EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    A scuola vestiti da Napoleone o Ipazia? Un liceo ha usato il cosplay come metodo di studio: lo vorreste nelle nostre scuole?

    Un’idea che sarebbe lecito... copiare!Grazie a questo fenomeno i giovani stanno anche risc...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VENDO vendo cameretta a ponte u...
    • VENDO vendo orologio longines u...
    • VARIE acquisto oggetti in argen...
    • VENDO vendo pelliccia visone fe...
    • VENDO vendo ciclomotore garelli...
    • CERCO LAVORO pensionato cerca lavoro a...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Ricette estive al profumo di menta, limone e the verde

    Sorbetto al limone e tè verdePortate a ebollizione un litro di acqua con 300 g di zucchero e 50 foglie di erba limoncina. Dopo 5 minuti spegnete, aggiungete 10 g di t&egrav...

    A scuola vestiti da Napoleone o Ipazia? Un liceo ha usato il cosplay come metodo di studio: lo vorreste nelle nostre scuole?

    Un’idea che sarebbe lecito... copiare!Grazie a questo fenomeno i giovani stanno anche risc...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    benessere, cucina, ecologia, edizione cartacea, itinerari, tempo libero, uscire

    di Michela De Rosa | 13 Giugno 2017 | in categoria/e benessere cucina ecologia edizione cartacea itinerari tempo libero uscire

    TOUR DEL PORTOGALLO, da Porto a Lisbona: tutto quel che c'è da sapere e tante info utili per il vostro viaggio!

    TOUR DEL PORTOGALLO, da Porto a Lisbona: tutto quel che c'è da sapere e tante info utili per il vostro viaggio!

    Tra castelli fiabeschi e ville misteriose, delfini, musica, arte, vino e scorpacciate di dolci!
    Il Portogallo è piccolo (circa un terzo dell’Italia) e per la nostra esperienza non occorre noleggiare l’auto, anzi... nelle città visitate è quasi impossibile circolare, i parcheggi sono complicati e alla fine perdereste più tempo. Noi ci siamo spostati benissimo e con facilità con treni (qui orari e prezzi ed è possibile prenotare in anticipo risparmiando) e mezzi pubblici ed ecco quindi l’itinerario che vi consigliamo e che potete fare al contrario o a pezzi. Pronti? Si parte!

    VOLI - Partendo da Genova avremmo speso più del doppio (!!) quindi siamo partiti e tornati da Milano e le opzioni low cost sono:

    Orio al Serio-Porto, 2.30 ore con volo diretto Ryanair; le altre compagnie fanno scalo a Lisbona.

    Lisbona-Malpensa, 2.20 ore con volo diretto Easyjet.


                       - ITINERARIO -                     

    Considerando a parte i 2 giorni per andare a/da l’aeroporto, i voli, il check in hotel, andare all’ufficio turistico per fare il pieno di informazioni, etc. si parte con 4 giorni con base a Porto + Guimaraes (QUI): 1 giorno nel centro storico, tra monumenti e buon cibo; 1 giorno di placido relax lungo il fiume Douro, tra gite in barca e degustazioni di vino Porto; 1 giorno sulla costa atlantica; e come punto di partenza per 1 giorno a Guimaraes, cittadina medievale praticamente intatta.
    Quindi in una o due ore a seconda del treno si scende a Coimbra: in 2 giorni (QUI) visiterete comodamente questa cittadina universitaria, dove incontrerete maree di giovani vestiti di nero con tanto di mantello e scoprirete un mondo dove i rituali sono ancora importanti.
    Un’ora e mezza di treno ed eccoci pronti per 5 giorni con base a Lisbona da cui patire per gite in giornata a Cascais, Azenha do mar, il faro di Cabo da Roca e la riserva naturale di Troya do mar. I primi 2 giorni usateli per girare e godervi la città, i suoi monumenti e i caratteristici quartieri; 1 giorno a Belém, raggiungibile con 45 min. di tram, dove, dopo la visita ai monumenti, potete, anzi dovete rimpinzarvi di pasteis de Nata. Con mezz’ora di trenopotrete godervi 1 giorno sulla costa partendo da Cascais, tipico paesino marinaro, per una gita con auto o meglio scooter a noleggio per scorazzare tra spiagge incontaminate e paesini a picco sull’Oceano come il pittoresco Azenhas do mar fino al faro di Cabo da Roca, che segna il punto più occidentale d’Europa. Infine 1 giorno al parco naturale di Troya do Mar, dove avvistare delfini  e balene.
    Infine 2 giorni a Sintra, secondo noi la metà più imperdibile del Portogallo (se dovete limitare le città da visitare fate in modo di andarci!): vi ritroverete immersi tra le più fantasmagoriche creazioni dell’uomo, natura selvaggia, misticismo, arte e atmosfere surreali.
    E’ tempo di tornare a casa (sigh!): il treno vi porta alla stazione di Lisbona Oriente che si trova sulla linea Rossa della Metro e in sole tre fermate sarete all’aeroporto.

                       ALLOGGI                  
    Abbiamo alloggiato presso affittacamere, alberghi e case di privati, cercando ogni volta il miglior rapporto qualità/posizione/situazione/prezzo. Ad esempio a Lisbona abbiamo scelto di affittare una stanza in un appartamento di ragazzi italiani che ci avrebbero così potuto dare tutte le info utili sulla città e i dintorni, direttamente da chi ci vive lì. Abbiamo organizzato tutto molto facilmente attraverso Booking.com e Airbnb.it. Poi, grazie alle rispettive app sul cellulare abbiamo avuto sempre tutte le info (ubicazione, come arrivare, etc.) e i contatti sempre sotto mano. Questo modo easy di cercare e prenotare ci ha dato la possibilità di lasciare gli ultimi 3 giorni senza prenotazini, con la libertà di decidere dove avremmo voluto trascorrere gli ultimi giorni di viaggio. Scelta che poi è ricaduta su Sintra e così abbiamo potuto soggiornare in quella che secondo noi è la metà più bella del Portogallo!


                       COME MUOVERSI                  
    Il mezzo che userete di più? I piedi! E' tutto un saliscendi e le strade sono spesso di sanpietrini. A questo giro potete lasciare a casa i tacchi...


    Il miglior modo per girare sono i mezzi pubblici. Però per ogni mezzo è necessario fare prima una tessera
    del costo di €0,50 sulla quale caricare i biglietti: una tessera della Metro, una dei treni, etc. E ogni città ha le sue! Fate spazio nel portafoglio! :o


    Come risparmiare sui biglietti
    A Lisbona hanno trasformato dei mezzi pubblici in attrazioni, come il tram 28 e gli elevador; di questi se fate il biglietto a bordo lo pagate il doppio! Se lo fate prima alla macchinetta pagherete il prezzo normale. Comunque la prima cosa da fare in ogni città è andare all’ufficio turistico e informarsi sulle varie facilitazioni. A Lisbona c’è la Lisboa Card (24/48/72 ore €19/€32/40) che dà l’accesso gratuito a 23 musei, lo sconto su molte attrazioni e l’uso illimitato dei trasporti. Se non siete interessati ai musei conviene fare il giornaliero solo per i mezzi. Idem a Porto.

    In Portogallo nessuno fa “il portoghese”. Su bus e tram si entra solo davanti, passando la tessera sull’apposita macchinetta. Se non si ha il biglietto lo fa l’autista a bordo. Ovunque girano controllori, anche sui treni.

    CURIOSITA' - Perché si dice "fare il portoghese”?
    Nell'uso comune l'espressione è utilizzata per intendere "usufruire di un servizio senza pagarlo". Ma non è, come si pensa erroneamente, perché i portoghesi vogliono fare i furbetti, anzi è il contrario! L'espressione infatti va ricondotta a un fatto storico avvenuto a Roma nel XVIII secolo, quando l'ambasciatore del Portogallo invitò i portoghesi residenti a Roma ad assistere gratuitamente a uno spettacolo teatrale; per entrare gratis bastava dichiarare la propria nazionalità. Molti romani cercarono di approfittare dell'opportunità spacciandosi per portoghesi. In pratica dovremmo dire “fare l’italiano”!

    STILE DI VITA, PREZZI E NOZIONI DI BASE
    >L’educazione è importante: che sia per ordinare al bar o chiedere un’informazione iniziate sempre col saluto: Olá! (salve), Oi! (ciao), Bom dia (Buongiorno), Boa tarde (Buonasera), Boa noite (Buonanotte) e Adeus (Addio) quando andate via. Se vi dimenticate di farlo, ve lo ricorderanno loro! E sempre por favor. Grazie si dice obrigado se sei uomo e obrigada se sei donna. E fate le file o sarete ripresi. E come dargli torto?
    > Non c’entra niente con la Spagna! Non chiedete mai “dove mangiare la paella”...
    > Prezzi variegati: un caffé potete pagarlo €1 nei bar belli del centro e €0.50 negli altri. Al ristorante abbiamo speso da €6.50 per un ottimo pranzo completo a €20 per una sola grigliata di pesce. Al supermercato i prezzi sono come i nostri, mentre abbigliamento e oggettistica costano anche di più. Detersivi, shampoo etc. costano molto più che da noi.
    > Qualcosa è andato storto? C'è il "Livro de Reclamações". In caso di malservizio da parte di un commerciante, albergatore, etc. basta pronunciare le parole magiche che vi apriranno mille porte: Livro de Reclamações o Complaints book. Ossia il Libro dei reclami, che qui è una cosa molto seria. In ogni esercizio il cliente ha il diritto di esigere tale modulo e descrivere il motivo del suo malcontento. La segnalazione sarà inoltrata, obbligatoriamente a cura dell’esercente, alla Direcção-Geral do Consumidor che giudicherà se l’esercizio debba essere ammonito; il cliente può verificare online lo stato della pratica. Dopo un tot di richiami l’attività dovrà pagare una multa salata, e dopo molti reclami e in casi gravi verrà costretto a chiudere bottega.

                        CIBI E BEVANDE                   
    P
    orzioni giganti!
    Dalle brioche ai dolci (guardate le foto!) ai piatti al ristorante resterete esterrefatti da quanto vi porteranno a tavola. Per fortuna spesso nei ristoranti si può ordinare mezza porzione




    A colazione pane, burro e... formaggio: oltre a dolci (giganti) nei bar potete ordinare pao e manteiga, pane e burro, a cui aggiungere eventualmente il quejo, il formaggio.
    Il cibo è ottimo e in genere costa poco: si mangia bene ovunque, ma come sempre il meglio lo trovate entrando a caso nelle trattorie casalinghe. Se amate il baccalà questo è il vostro regno: il bacalhau viene cucinato in mille modi. Le altre pietanze che troverete spesso sono la tripas (trippa, IN FOTO) il porco (maiale), il frango (pollo) e il peixe o pescado (pesce). Come primo piatto non troverete pasta bensì una sopa (zuppa).


    Poi c’è la francesinha, una sorta di tramezzino gigante farcito con prosciutto, linguiça, chipolata e bistecca, il tutto ricoperto con formaggio fuso e abbondante salsa a base di pomodoro, birra e peperoncino. Gulp!!!


    > Spezie: in molte pietanze si sentono gli influssi arabi, con molto uso di spezie: se ce ne sono alcune che non vi piacciono (tipo a noi il coriandolo) chiedete prima se è presente in ciò che volete ordinare.
    > Tutto ciò che è sul tavolo si paga, anche il pane: in molti ristoranti appena vi sedete vi portano pane, burro, olive, formaggio e magari delle frittelle di baccalà o altri stuzzichini. Voi pensate “wow che bel benvenuto”, in realtà vi sarà messo tutto in conto. Quindi se non li volete rifiutateli. Anche il pane si paga, a cestino o a pezzo.
    > Il caffé è buonissimo! Ecco come ordinarlo: Um café, ossia un ristretto; um expresso, il nostro caffé normale; um pingado, macchiato caldo. Capuccino invece è ormai una parola internazionale!
    > Cannella ovunque! Nei bar la mettono sul cappuccino, quindi se non la volete ditelo prima (“no canela”). E insieme alle bustine di zucchero potreste trovarla in bastoncini, da usare per girare il caffé.


    > L’acqua è carissima. Come a Barcellona, l’acqua gasata è una rarità: la si trova solo in bottigliette da 25cl e costano circa €1.50.
    > La birra è molto economica: circa €1 la birra piccola, che qui si chiama “fino”. Attenzione: birra si dice cerveja e si pronuncia servéja (dove la j è come l’ultima g di garage), non cerveza alla spagnola. Non ordinate mai “una birra” perché in portoghese significa capriccio!
    > La ginginha: liquore di ciliegie servito in un bicchierino di cioccolato. Una vera istituzione che con 1€ mette subito allegria! Sic!










    > Il porto:
    come aperitivo, dopocena o come semplice pausa pomeridiana, non potrete non amarlo!


    Bene, ora sapete proprio tutto, non vi resta che organizzare il vostro tour! Buon viaggio!

                         RIEPILOGO ITINERARIO                 

    Clicca sui link per i reportage con le info sulle diverse destinazioni

    > Porto + Guimaraes in 4 giorni

    > Coimbra in 2 giorni






     SINTRA, la vera sorpresa, Patrimonio dell’umanità dell’Unesco
    (2 giorni)

    Se proprio dovessimo scegliere una sola meta del Portogallo sarebbe questa sorprendente cittadina a cui dedicare almeno due giorni. Anche qui è tutto un saliscendi: muoversi a piedi richiede tempo e fatica e gli autobus turistici sono strapieni e vengono bloccati nel traffico. Il nostro consiglio: per un giorno affittare una minicar elettrica o ancora meglio uno scooter, quindi andate al Magik Green di Miguel, un personaggio bizzarro che vi fornirà con pazienza e ironia più informazioni dell’ufficio turistico! (Occhio che gli automobilisti non sono abituati perchè, abbiamo scoperto, qui gli scooter sono considerati “da poveri”!)
    Da qui partite per l’imperdibile Convento dei Capuccini, immerso nella natura e abbandonato da secoli, è costruito in pietra e corteccia di alberi. Un salto nel tempo, tra celle minuscole e i segni di una vita al limite dell’umiltà. Essendo a 20 min. da Sintra ci sono meno turisti quindi avrete la possibilità di godervi quei luoghi nella pace che il posto richiede. Usate ancora lo scooter per andare al Palacio Monserrate, a 15 min. da Sintra: otre agli interni sfarzosi in stile arabeggiante potrete godervi il fresco dell’immenso parco botanico, tra laghetti, cascate e una chiesa in rovina avvolta dalle radici degli alberi.
    Il secondo giorno fatevi portare col tuk tuk (il calessino Piaggio) in cima alla collina per visitare il fiabesco Palazzo e Parco da Pena. Da lì andate a piedi a Castello dei Mori e quindi scendete a piedi a Sintra per visitare la Quinta da Regaleira, una tenuta massonica che vi catapulterà in un mondo di mistero, a partire dal Pozzo Iniziatico, ispirato ai gironi dell’Inferno di Dante. Una scala a spirale di nove piani vi porta a 30 metri di profondità e da lì potrete attraversare (al buio!) cunicoli sotterranei che vi porteranno dietro a cascate e altri luoghi del parco... Un’esperienza!


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      BUONMESE di Giansandro Rosasco - Terremotati (si nasce)

      Sto giro voglio parlare dei terremotati, non delle povere anime del centro Italia ma dei personaggetti che non perdono occasione per dimostrarsi tali. Da quella del Gr...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...