EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    A scuola vestiti da Napoleone o Ipazia? Un liceo ha usato il cosplay come metodo di studio: lo vorreste nelle nostre scuole?

    Un’idea che sarebbe lecito... copiare!Grazie a questo fenomeno i giovani stanno anche risc...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VARIE cerco una vecchia bici da...
    • VARIE buondi sun rapallin sulu ...
    • VENDO vendesi cassapanca genov...
    • VENDO vendesi nuovissimo , mai ...
    • VENDO vendo cell doro liberto b...
    • VENDO angoliera ikea in pino no...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    A scuola vestiti da Napoleone o Ipazia? Un liceo ha usato il cosplay come metodo di studio: lo vorreste nelle nostre scuole?

    Un’idea che sarebbe lecito... copiare!Grazie a questo fenomeno i giovani stanno anche risc...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    edizione cartacea

    "Scrivo canzoni per Tiziano Ferro grazie a un libro sbagliato": intervista a cuore aperto a Emanuele Dabbono, autore, scrittore e poeta ligure

    "Scrivo canzoni per Tiziano Ferro grazie a un libro sbagliato": intervista a cuore aperto a Emanuele Dabbono, autore, scrittore e poeta ligure

    di Michela De Rosa

    Si sono conosciuti 20 anni fa all’Accademia di Sanremo, per ritrovarsi nella piena maturità con una collaborazione “di anime” che regala veri capolavori: parole potenti e testi profondi, che spazzano via i canoni della musica “pop” per parlare di valori, fede, verità e autenticità.

    Emanuele, tra poco ci sarà il Festival di Sanremo: nel 2015 Tiziano Ferro ti ha citato al termine di Incanto e quest’anno si esibirà con il brano “Il conforto” (n.d.r. serata di apertura, 7 febbraio). Per la seconda volta sei l’autore della canzone del super ospite (con tutto ciò che comporta) che effetto ti fa?
    E’ una scarica di gioia improvvisa. Di solito quando cercano di definire la felicità ne parlano in termini di passeggero, fugace. Sarà. Io però la sto vivendo da almeno due anni. E credo che accorgersi di essere felici mentre succede, sia privilegio. Conservare sano stupore migliora la qualità della nostra vita.

    Tiziano è un autore che quasi mai si è avvalso di collaborazioni nella stesura dei pezzi: cosa di te ha superato i suoi argini?
    Abbiamo in comune molte più cose di quanto si immagini. Condividiamo la passione per la verità. Siamo schivi. Lavoratori instancabili e sempre sul pezzo. Poi, ci conosciamo da vent’anni. Queste cose hanno un valore di sicurezza sulla lunga durata dei rapporti. Significa guardarsi intorno e sentire che a fianco c’è qualcuno che ti rispetta e segue “da prima”.

    La vostra collaborazione dà subito l’idea di un incontro di anime, di profondità di emozioni e sottigliezza di pensiero rari: quando si verifica questa magia si crea un’atmosfera particolare… portaci lì, cosa accade?
    è proprio così. La ricerca della bellezza nascosta. Un giardino segreto che va scavato nel profondo. Come si dice “bisogna sporcarsi le mani” per rientrare in contatto con quella parte pura di noi. E’ così che nascono i testi. Dall’aprirsi senza vergogne a chi si è veramente, a quella parte più fragile di noi che è anche la più nobile, nonché la meno semplice da raccontare ma che davvero è il contatto con gli altri.

    Canzoni come “Incanto”, “Valore assoluto”, “Il conforto” hanno già nel titolo concetti all’apparenza non proprio “di massa”; invece il pubblico risponde con dischi di platino. C’è bisogno di poesia, di verità… a quale chiamata rispondono?
    Queste canzoni parlano di rialzarsi da terra, di amore universale, di dedicarsi completamente. Quando si toccano corde che emozionano in primis chi scrive, la sensibilità della gente risuona. La risonanza emotiva ha un metal detector per la menzogna, così invece quando si avverte che c’è verità, ci si sente inclusi, abbracciati, capiti.



    “Valore assoluto” parla dell’amore come il valore più importante. Cosa cambia nella vita quando arriva questa consapevolezza? E tu quando l’hai avuta?
    L’amore è l’unica forza possibile. Colora e sconvolge. E’ in grado di farci compiere pazzie normali. Sa sempre come trovarci. Il più grande dono che mi abbia regalato la vita è il mistero di essere diventato padre, da svelare a poco a poco.

    E cosa ti dà conforto?
    Le persone. I cosiddetti piccoli momenti di trascurabile felicità. Le mie bambine. Il sostegno misurato di mia moglie Francesca. Riguardare al mio lungo percorso fino qui e poter sorridere a testa alta degli errori, chiamandoli per nome. Adesso sono tutti punti di una strada dal panorama bellissimo.

    Ora sei arrivato al grande pubblico, ma hai scritto circa 1500 canzoni, due libri e 5 album (di cui 2 in inglese): resta che la pazienza è la virtù dei forti?
    Sì. La determinazione come il talento non si insegnano. Io ho impiegato 17 anni ad avere quel successo che poteva non arrivare persino mai. Ma la differenza e’ stata nel crederci, nel superare situazioni difficili e porte in faccia anno dopo anno. Soffrire per un sogno, rende più chiare le motivazioni per cui avevi intrapreso il viaggio all’inizio. Quando è arrivata la ricompensa, posso dire che ne è valsa la pena.

    AUTORE ANCHE DI DUE LIBRI

    “Genova di spalle” (romanzo)
    “Musica per lottatori” (poesie)



    Sei anche scrittore e poeta. Perché alcune diventano canzoni e altre poesie?

    Le parole hanno una vita loro. A volte arrivano piene di ritmo, vestite di assonanze e rime interne e ti godi l’attesa di farne canzone. Altre, sono flussi di coscienza joyciani senza punteggiatura e lasci scorrere il fiume nel letto di una storia. Altre ancora non necessitano di un ritornello e le chiamiamo poesie.

    So che hai iniziato a scrivere grazie a dei libri sbagliati: il destino percorre davvero strane vie per arrivare dove vuole!
    Sei preparatissima! Sì. Credo molto nell’intuito e nella guida di chi evidentemente, dopo averci lasciato, si mette a correggere le bozze dall’alto, della storia che stiamo vivendo quaggiù.

    Sei docente di scrittura di testi, quali consigli dai e dove ti si può seguire?
    Mi sono inventato una sorta di metodo chiamato Alphabet street. Un consiglio per ogni lettera dell’alfabeto. Una specie di prontuario moderno per chi non vuole solo scrivere una frase ad effetto, ma voglia davvero comunicare. La differenza si sente.


    Facciamo un passo indietro: nel 2008 sei arrivato terzo a Xfactor e lì hai fatto una scelta coraggiosa, rifiutando il contratto con Sony. Cosa ti ha spinto a farlo allora e cosa ne pensi oggi guardandoti indietro?

    Il rispetto verso i miei valori e la coerenza nei confronti di quei pochi che al tempo già mi seguivano. Mantenersi intatti.Quello è il vero successo. All’epoca avevo già oltre 700 canzoni mie. Magari brutte, ma mie comunque. Mi fu offerto di incidere un ep di cover. Non lo ritenevo dignitoso.

    Racconti che nonostante tanta tv e partecipazioni forti non avevi raggiunto l’indipendenza per cui facevi l’educatore con i bambini: cosa ti hanno insegnato?
    L’umiltà, il rispetto per le proprie radici e tradizioni, il bisogno di riparo e avere un rifugio fatto di persone dove tornare sempre.

    Dona una parola a questo momento professionale e di vita...
    Illumina.

    Parafrasando il titolo del disco di Tiziano, qual è “il mestiere della vita”? Di cosa siamo apprendisti?
    E’ capirsi. Credo siamo tutti alla ricerca quello. Come potessimo vederci da fuori e finalmente dopo esserci incontrati, perdonarci gli errori passati e abbracciarci, come nel video de “Il conforto”.


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      BUONMESE di Giansandro Rosasco - Terremotati (si nasce)

      Sto giro voglio parlare dei terremotati, non delle povere anime del centro Italia ma dei personaggetti che non perdono occasione per dimostrarsi tali. Da quella del Gr...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...