EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    A scuola vestiti da Napoleone o Ipazia? Un liceo ha usato il cosplay come metodo di studio: lo vorreste nelle nostre scuole?

    Un’idea che sarebbe lecito... copiare!Grazie a questo fenomeno i giovani stanno anche risc...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VARIE cerco una vecchia bicicle...
    • VENDO vendo soggiorno classico ...
    • VENDO vendo vespa 125 lx anno ...
    • VENDO scarpe decollete chiare n...
    • IMMOBILIARE giovane coppia referenzia...
    • REGALO tavolo rotondo, diam. 110...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    CONIGLIO FARCITO CON ROSE E CALENDULE

    Ingredienti: 1 coniglio disossato, 100 g di salsiccia fresca, il fegato del coniglio o 50 g fegatelli di pollo, 1 spicchio d'aglio, 30 g di funghi secchi rinvenuti, basilico, mezza cipolla, una gratta...

    A scuola vestiti da Napoleone o Ipazia? Un liceo ha usato il cosplay come metodo di studio: lo vorreste nelle nostre scuole?

    Un’idea che sarebbe lecito... copiare!Grazie a questo fenomeno i giovani stanno anche risc...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    edizione cartacea, storia locale

    29 Aprile 2017 | in categoria/e edizione cartacea storia locale

    Noi che... si beveva l'Arzente e il Cordiale e si cuoceva il pane nel forno in piazza

    Noi che... si beveva l'Arzente e il Cordiale e si cuoceva il pane nel forno in piazza

    I ricordi dei tempi passati sono racchiusi dentro il cuore e la memoria di chi l’ha vissuti, unici per ognuno di noi, ma così simili tra loro. Questo mese il Memorial Ghilarducci è un ricordo, tanto semplice, quanto caratterizzante di un’epoca, di un periodo, di milioni di vite. “L’ottuagenario” (così si fa chiamare il nostro lettore) nel suo libro di memorie descrive i vari aspetti della vita dai primi anni del ‘900; ne abbiamo scelti alcuni, che per molti rappresenteranno un salto indietro nel tempo, ma anche un utile spunto per riflettere su chi eravamo e chi siamo oggi.


    MUOVERSI IN CAMPAGNA E IN CITTA'
    “[...] circolavano ancora grossi carri trainati da cavalloni lenti e sicuri che conoscevano la strada, senza venir guidati. Spesso il carrettiere schiacciava un pisolino in cima al carico, sicuro che il cavallo lo avrebbe portato a destinazione. Nelle città i tram elettrici avevano sostituito quelli a cavalli, ma molti preferivano fare quattro passi e risparmiare il prezzo del biglietto. Durante la guerra quasi tutte le auto erano ferme perchè la benzina era rarissima. Inoltre, senza i permessi speciali venivano requisite e così si nascondevano nei fienili e nei magazzini.
    “[...]Fuori dei cinema si addensavano molte centinaia di biciclette e c’era il custode che consegnava lo scontrino. Non era prudente lasciare la bici incustodita [...]”

    SI BEVEVA... CORDIALMENTE
    “[...] C’erano altre bevande nel passato, molto apprezzate, di cui oggi si è persa memoria. Ricordo il Ferrochina Bisleri, una sorta di concentrato di amaro chinato, che si beveva alla fine del pasto. Anche una sorta di cognac (il nome imposto era “arzente” per evitare voci estere) e poi il Biancosarti, un cordiale. La Campari pubblicizzava il suo “cordial” molto buono. L’amaro Gambarotta, vari vini chinati ad ispirazione classica, una gazosa indefinibili chiamata “sciampagnino” .

    IL FORNO IN PIAZZA
    “[...] Non c’erano frigoriferi, che arrivarono ai primi anni ‘50 ed erano americani. Giravano i carri del ghiaccio. Un pezzo, nella ghiacciaia di legno foderata di zinco, si avvolgeva in due sacchi di juta perché durasse di più.”
    “[...]Il propano era di là da venire e durante la guerra qualcuna funzionava, si fa per dire, col gas di un fornello a carbonella ed oggi sembra incredibile”.
    “[...] Rimase a lungo, dai tempi antichi, l’uso del forno pubblico, forse in certi paesi sino alla metà del ‘900. C’erano alcuni forni collocati contro i muri dove tutti potevano cuocersi quelle vivande. Si contribuiva a mantenerlo caldo con qualche pezzo di legna e in fila si aspettava il turno quando non si potevano mettere più teglie nello stesso tempo. O forse la temperatura poteva essere diversa. Era un sistema alla buona che nasceva dalla convivenza stretta. Si facevano due chiacchiere in fila e se un marito vi incontrava la moglie poteva fermarsi a leggere il giornale o commentare le notizie col vicino.



     


    I commenti dei lettori
    Guido Fossati:

    mi riporta alla mia prima infanzia, in tempo di guerra, trascorsa dai miei nonni a Chiesina Uzzanese. Ricordo ancora il custode delle biciclette che dava un biglietto col numero e l'altra metà la incastrava tra inraggi della ruota delle bici. Ricordo altresì il pane fatto in casa e portato a cuocere al forno a legna, che aveva un profumo particolare. anche le schiacciate che mi preparava la nonna. Al bar caffè, arzente e cordiale.


    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      BUONMESE di Giansandro Rosasco - Terremotati (si nasce)

      Sto giro voglio parlare dei terremotati, non delle povere anime del centro Italia ma dei personaggetti che non perdono occasione per dimostrarsi tali. Da quella del Gr...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...